L’Ora Rossa – Sport, Adisorn Namuangrak (United Carpi) a Radio 5.9: “Lo Stato sostenga le famiglie che fanno fare sport ai figli”

A “L’Ora Rossa” A “L’Ora Rossa” è intervenuto Adisorn Namuangrak, socio fondatore e responsabile marketing di United Carpi, compagine calcistica militante nel campionato di Prima Categoria Emilia Romagna per un commento sulla situazione delle società sportive in questa fase due dopo l’emergenza coronavirus:  

United Carpi è un’associazione dilettantistica calcistica con più di 220 tesserati nel solo settore giovanile, con una prima squadra militante nella prima divisione emiliano romagnola. Nella prima fase dell’emergenza siamo stati costretti a sospendere le attività ed i relativi campionati: una situazione sgradevole che ci ha impedito di coltivare la nostra passione trasmettendo contestualmente i nostri valori ai nostri ragazzi. Nella fase due ci siamo rimboccati le maniche, riprendendo con tutte le limitazioni del caso, buona parte delle attività. Niente pallone unico, niente contrasti, ma un primo ritorno alla normalità lo abbiamo potuto comunque toccare, con allenamenti distanziati ed un pallone a testa.

 La situazione è stata naturalmente complessa ma siamo, ad ogni modo, una società solida e la nostra attività non è in discussione: un fattore non scontato con tante società che hanno già preannunciato una chiusura.

Abbiamo scelto di sfruttare le piattaforme social per rimanere in contatto con i nostri sponsor e con tutti i nostri follower. Mezzi che da due stagioni a questa parte abbiamo scelto di potenziare in maniera ingente con buoni risultati. In pieno lockdown ci siamo dilettati nella realizzazione di interviste con personaggi interni alla società ed esterni, allo scopo di mantenere un filo di collegamento con la nostra famiglia allargata.

Una richiesta che ci proviene dai genitori dei nostri ragazzi è quello di un sostegno diretto per incentivare ed agevolare quei nuclei famigliari che scelgono di far fare attività sportiva ai figli. Tutte le agevolazioni volte ad alleggerire il peso che le famiglie sostengono annualmente per permettere ai propri figli di fare uno sport sano ed educativo, sarebbero più che ben accette e ci auguriamo che il Governo possa lavorare concretamente su questo tema. Il rischio grave, con tanti posti di lavoro a rischio, è che le famiglie per contingentare i costi non siano più in grado di far fare attività ai propri figli: una problematica notevole a livello di qualità della vita e sotto il profilo sociale.

Ci tengo a sottolineare l’affetto e le conferme che molti dei nostri sponsor, nonostante le tante incertezze del prossimo futuro, ci hanno palesato con la conferma del loro sostegno. Per noi si tratta di un grande motivo di orgoglio che ci conferma ulteriormente quanto di buono fatto sino a questo momento”.

Ogni giorno alle ore 19.00, dal lunedì al sabato,  “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa