L’Ora Rossa – L’imprenditrice Donata Murari (McDonald’s Mantova e Bassa Veronese) a Radio 5.9: “Ridurre tasse e burocrazia per la ripartenza. Attenzione al sociale fondamentale per la nostra realtà”

A “L’Ora Rossa” di questa sera è intervenuta l’imprenditrice Donata Murari, licenziataria dei McDonald’s di Mantova e della Bassa Veronese che vedono impiegati oltre duecento collaboratori e che, sin dall’apertura, si sono contraddistinti per numerose iniziative sociali e di sostegno al territorio. Con Murari abbiamo parlato dell’impatto dell’emergenza coronavirus nel mondo della ristorazione:

“L’impatto del lockdown è sotto gli occhi di tutti. Siamo stati chiusi dal 11 marzo fino al 4 maggio, un periodo di incassi zero. Ma noi abbiamo 200 famiglie che contano su di noi, abbiamo attivato gli ammortizzatori sociali anticipando ai nostri collaboratori gli stipendi dato che la cassa integrazione non è ancora arrivata. La nostra gestione oculata ci ha permesso di avere una riserva utile per gestire questo momento di crisi. 

Nonostante quello che alcuni pensano di McDonald’s noi lavoriamo merce fresca e abbiamo tanti alimenti deperibili che sarebbero andati in scadenza, quindi da tutti i ristoranti abbiamo donato queste materie alle associazioni, Onlus e Caritas del nostro territorio in modo da dare una mano a chi aveva bisogno.  

La nostra fortuna è quella della corsia drive che ci ha permesso di ripartire, un canale di vendita diverso che ci ha permesso di ripartire senza l’utilizzo della sala interna. Abbiamo ripreso il lavoro ma per il futuro la vedo abbastanza difficile. Pensando ai ristoranti in genere, dovendo seguire le direttive che ancora non sono chiare, ci sono condizioni di distanziamento per cui un ristorante con centoventi posti passa a quaranta coperti. Resterebbero le stesse spese ma calerebbero drasticamente gli incassi. Noi, ad esempio, lavoriamo su prezzi bassi e alimenti di qualità ma possiamo farlo grazie ai grandi numeri, altrimenti tutto diventa insostenibile. 

In vent’anni di attività non mi ero mai trovata nella condizione di far affidamento agli ammortizzatori sociali e questo devo ammettere sia un aiuto importante. La cosa fondamentale sarebbe un bel taglio alle tasse, nella parte dell’anno in cui non abbiamo avuto introiti non possiamo pensare di essere tassati come prima. Altra cosa fondamentale che dovrebbe sparire è la burocrazia, vedo che tanti aiuti sono prospettati ma, proprio a causa di regole insensate, si fatica ad accedere agli strumenti di sostegno messi in campo. 

L’attenzione al sociale fa parte della nostra filosofia, questo non sarà messo in discussione e speriamo di poter tornare quanto prima a queste attività, le associazioni di volontariato sono sempre nei nostri pensieri, specialmente se locali. Un mantra di McDonald’s è quello di restituire al territorio ciò che il territorio ci dona.”

Ogni giorno alle ore 19.00 e la domenica alle ore 15.00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa