Spostamenti fra regioni: sì dal 3 giugno. Dal 18 Maggio nessuna autocertificazione per gli spostamenti all’interno della Regione

La bozza del decreto che sarà portato alle 12 in Consiglio dei ministri, dal 3 giugno prossimo aprirà gli spostamenti fra le Regioni. «A decorrere dal 3 giugno 2020, gli spostamenti sul territorio nazionale possono essere limitati solo con provvedimenti in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree». Significa che, senza più limitazioni o zone rosse istituite dai governatori in accordo con il governo oppure per specifici problemi legati all’indice di contagio, si potrà viaggiare in tutta Italia. Non sarà dunque più necessaria l’autocertificazione.

Da lunedì 18 maggio – sempre secondo la bozza di decreto – saranno liberi «gli spostamenti all’interno del territorio regionale senza alcuna limitazione». Dunque si può effettuare il trasferimento nelle seconde case purché siano all’interno della Regione di residenza. Rimane «divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena per provvedimento dell’autorità sanitaria in quanto risultati positivi al virus, fino all’accertamento della guarigione o al ricovero in una struttura sanitaria».