Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

LEGA PRO GIRONE A XI GIORNATA: MANTOVA-SUDTIROL 0-1

Scritto da il 25 Ottobre 2021

“STADIO MARTELLI” (MANTOVA)

 

Undicesima giornata del girone A di Lega Pro che vede il Mantova cercare il riscatto dopo la sconfitta subita per 2-1 in trasferta contro la Triestina. L’avversario però non sarà tra i più semplici da affrontare: si tratta infatti del Sudtirol, squadra allenata dall’ex Ivan Javorcic e che si ritrova seconda a due punti dalla capolista Padova. Mister Lauro in conferenza ha parlato degli avversari come una squadra che concede poco, ma i virgiliani cercheranno lo stesso di portare a casa punti importanti in chiave salvezza.

 

IL MATCH

 

Mantova che inizia subito ad attaccare, anche per cercare di impensierire l’avversario e fargli capire che, nonostante la differenza di punti in classifica, dovrà sudare per riuscire a tornare a casa coi 3 punti stasera. Tra i più pericolosi per i biancorossi si fa notare Piovanello nel corso di tutti i primi 45 minuti di gioco. Il primo vero pericolo per la porta difesa da Poluzzi arriva al ‘5 con una mischia in area dopo un cross di Esposito. Il portiere altoatesino però riesce a farla sua facilmente, mettendo tranquillità ai suoi. Subito però arriva la risposta del Sudtirol: al ‘7 tiro dal limite dell’area, Gerbaudo devia e Tosi riesce a prenderla con facilità. Per il resto partita giocata principalmente a centrocampo, con il Mantova che prova a tenere fisicamente degli avversari tosti anche sotto quel punto di vista, riuscendo però ad arginare i pericoli. Da segnalare una clamorosa azione per il Sudtirol al ’10 con Rover che, dopo aver saltato anche Tosi, non riesce a buttare la palla in rete a porta vuota, errore che potrebbe costare caro alla propria squadra. Nonostante non ci siano stati altri pericoli rilevanti, la formazione di Javorcic si dimostra qualitativamente superiore ai biancorossi sponda virgiliana, la difesa riesce a tenere gli attaccanti avversari, ma in mezzo al campo è evidente la superiorità dei giocatori altoatesini, l’impressione è che il Mantova possa rendersi veramente pericoloso solo se riesce a prenderli in contropiede. Infatti vanno vicino al vantaggio attorno al ’44 con Zappa che, dopo una gran palla di Piovanello, riesce a prendere la difesa in contropiede e prova il tiro al limite dell’area, palla però fuori alla sinistra del portiere.

 

Secondo tempo che inizia con il Sudtirol nuovamente pericoloso nell’area mantovana: Fischnaller va vicino al gol del vantaggio dopo una respinta di Tosi su calcio di punizione dal limite dell’area, l’arbitro però ferma tutto per una posizione di fuorigioco della punta sudtirolese. Al ’53 avviene la svolta della partita: espulso Milillo per somma di ammonizioni e Mantova costretto a giocare in 10 uomini. Le cose si complicano per i padroni di casa e Lauro si vede costretto a correre ai ripari: fuori Zappa dentro Pilati, sperando che un difensore in più possa sopperire all’uomo in meno in campo. Javorcic reagisce al cambio con una contromossa: fuori Fischnaller e Candelone, dentro Odogwu e Casiraghi, non per demeriti dei sostituti quanto per dare più freschezza alla squadra e fare più male ai biancorossi decimati dall’espulsione. Infatti i minuti successivi saranno un totale assolo altoatesino, col Mantova che se era in difficoltà prima, adesso si trova doppiamente in emergenza, con i giocatori di casa costretti a metterla più sul piano fisico che su quello del gioco, per cercare di arginare l’avanzata degli avversari, nettamente superiori per tutta la partita. Nonostante ciò in un primo momento la squadra sembra tenere bene, Sudtirol come già detto superiore al Mantova ma, per un motivo o per l’altro, incapace di trovare il vantaggio, pur trovandosi in superiorità numerica e con diverse occasioni da gol a favore. I padroni di casa, vista la situazione, sembrano ormai con la testa rivolta al pareggio, dal momento che passano il resto della partita a chiudersi in area senza cercare delle ripartenze per far male agli avversari, come per accontentarsi dell’ennesimo pareggio, anche se in una partita come questa si tratta di un punto da tenersi stretto. Sullo scadere però Odogwu infrange i sogni della formazione di casa: sfruttando un calcio d’angolo da sinistra riesce a staccare più in alto di tutti e a mettere in rete la palla dell’1-0, concedendo così l’ennesima sconfitta per il Mantova.

 

Domenica prossima il Mantova dovrà cercare il riscatto in casa del Fiorenzuola di mister Tabbani, sulla carta una partita equilibrata, ma che visti gli ultimi risultati obbliga i biancorossi a puntare alla vittoria come unico risultato utile.

 

Di certo non un periodo facile per il Mantova e l’aver subito i fischi da parte della propria tifoseria non fa di certo bene al morale, ma dopo 11 giornate i risultati faticano ad arrivare e la squadra non sembra avere il mordente di quella che lotta con il coltello tra i denti per salvarsi. Partite come queste si possono anche perdere, il problema è quando, sempre per colpa di questo atteggiamento, si perdono punti importanti contro avversari ben più abbordabili

 

TABELLINO

 

 

 

Mantova 1911 vs Sudtirol 0-1 (0-0)

 

 

Mantova (4-2-3-1): Tosi; Esposito, Milillo, Checchi, Panizzi; Messori, Gerbaudo; Zappa (’54 Pilati), Guccione (’81 Bertini), Piovanello (’69 Zibert); De Cenco (’81 Paudice). A Disposizione: Marone, Bianchi, Darrel, Silvestro, Bucolo, Rihai, Pinton, Vaccaro.  All. Lauro

 

Sudtirol (4-3-3) : Poluzzi; Malomo, De Col, Davi (’83 Heinz), Zaro; Broh (’69 Fabbri), Gatto (’69 Moscati), Tait; Rover, Fischnaller (’59 Odogwu), Candellone (’59 Casiraghi). A disposizione: Meli, Curto, Vientot, Fink. All. Javorcic

 

 

Arbitro: Cavaliere Ermes Giuseppe

Assistenti: Lencioni/Guggioli

Quarto Uomo: Rinaldi Carlo

 

Reti: ’89 Odogwu (S)

Ammoniti: ’20 Candellone (S); ’27 Malomo (S); ’30 Milillo (M); ’61 Guccione (M); ’75 Messori (M); ’89 Meli (S)

Espulsi: ’53 Milillo (M)

Spettatori: 910

 

RISULTATI XI GIORNATA

 

Juventus U23-Pro Sesto: 1-1

Albinoleffe-Seregno: 0-1

Legnago Salus-Trento: 1-0

Pergolettese-Lecco: 1-0

Piacenza-Giana Erminio: 1-1

Pro Patria-Pro Vercelli: 1-1

Renate-Triestina: 2-1

Virtus Verona-Fiorenzuola: 2-1

FeralpiSalò-Padova: 25/10

 

CLASSIFICA LEGA PRO GIRONE A:

 

1 Sudtirol 24 pt.

2 Padova 23 pt.

3 Renate 23 pt.

4 FeralpiSalò 20 pt.

5 Pro Vercvelli 19 pt.

6 Albinoleffe 17 pt.

7 Lecco 16 pt.

8 Triestina 15 pt.

9 Juventus U23 14 pt.

10 Pro Patria 13 pt.

11 Virtus Verona 12 pt.

12 Trento 12 pt.

13 Seregno 12 pt.

14 Fiorenzuola 11 pt.

15 Legnago Salus 11 pt.

16 Pergolettese 11 pt.

17 Giana Erminio 10 pt.

18 Mantova 9 pt.

19 Piacenza 9 pt.

20 Pro Sesto 8 pt.

 

DICHIARAZIONI POST GARA:

 

 

 

 

Ivan Javorcic:

Capisco il momento del Mantova, penso che abbia fatto una partita onesta, di orgoglio, posso fare solo i complimenti agli avversari, momento difficile ma piazza vera, sono sicuro che ne verrà fuori. Voglio fare i complimenti ai miei, partita matura, simile ad una di scacchi. Nella parte centrale abbiamo cominciato a prendere campo, poi momento dell’espulsione decisivo per noi. Cambi decisivi, ottima partita di tutti. Siamo stati molto lucidi a leggere la partita, Mantova ha ottimi giocatori che potevano metterci in difficoltà, siamo stati però bravi a chiuderla alla fine contro un avversario in un campo difficile. Difficile commentare l’espulsione, dalla panchina hai una visione che può non essere lucida. Fischi parte del sentimento, la tifoseria del Mantova è una tifoseria calda, con gran attaccamento alla maglia, sono convinto però che la città ed i tifosi stessi spingeranno come sempre la squadra e ne verranno fuori.”

 

Enrico Piovanello:

“Non ho visto l’azione, per cui non posso commentare l’espulsione, però ha cambiato la partita in negativo. Deluso per il risultato ma contento di essere rientrato bene in campo, dispiace per la squadra che merita di più. Pensavamo di farcela, poi però ci siamo schiacciati troppo. Non giudico i tifosi perché meritano la vittoria ogni domenica, però ci sono alti e bassi in tutte le cose, se vogliono starci vicino che lo facciano anche in queste situazioni. Dobbiamo sfruttare meglio le occasioni da dietro, sbagliamo l’ultimo passaggio. Ci stiamo lavorando, mi fido del mister.”

 

 

Maurizio Lauro:

Giocare con uno in meno contro di loro non è facile. Bravi a limitarli abbastanza, i ragazzi meritavano il pareggio. Un ko che da fastidio, a pochi minuti dalla fine, anche perchè nel primo tempo abbiamo fatto una partita equilibrata, giocata alla pari. Partita ad alti ritmi, abbiamo corso tanto, anche loro hanno sbagliato tanto però, non era facile per entrambe fare un buon gioco, gli errori ci stanno. Onestamente non mi aspettavo il gol perché stavamo difendendo bene, i ragazzi c’erano. Tanti centimetri e tanta forza fisica loro. I ragazzi sono giù, io ho detto loro che meritavano questo punto, ho fatto loro i complimenti.”

 

Foto Mantova 1911