Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

La Virtus è volata a Belgrado, domani il Partizan

Scritto da il 27 Dicembre 2023

Nella foto Virtus di Matteo Marchi : Ognjen Dobric (il cobra) per lui ex Stella Rossa domani sera sarà un derby

La Virtus nell’inferno della Stark Arena

La Virtus è volata a Belgrado dove domani, giovedì 28 dicembre, ore 18.30 Stark Arena (Belgrado) diretta: Sky Sport, DAZN, Euroleague.TV e Nettuno Bologna Uno.

affronterà il Partizan di Obradovic nell’inferno della Stark Arena, il parquet più “caldo” di tutta l’Eurolega, 15 mila spettatori che fanno sentire tutto il peso fisico e psicologico del loro calore. Partita durissima sia per la forza degli avversari ma, sopratutto, per l’ambiente esterno in grado di condizionare arbitri e avversari.

Anche i ricordi più recenti non aiutano, sia in Eurocup con Djordievic in panca (premiato prima della gara per i suoi trascorsi con la maglia belgradese) che lo scorso anno in panca Scariolo, furono due sconfitte senza appello. La Virtus di questa stagione è però una squadra solida che ha piegato le vele solo a Madrid e sul finale ad Oaka, mentre nelle altre trasferte, anche battuta, è stata in partita fino al termine.

Fin qui bilancio lusinghiero per le Vnere

Le Vnere targate Luca Banchi hanno raccolto fin qua 11 vittorie in 16 gare, lo scorso anno dopo 34, al termine della stagione regolare, furono 14. L’ottavo posto 2022-23 fu arpionato in extremis dal Fenerbhace con 19 vittorie, quest’anno coi play in cambia tutto. Se la prospettiva è invece il sesto posto (oggi la Virtus è seconda col Barcellona) sempre nello storico le vittorie necessarie furono 20. Quindi nella peggiore delle ipotesi si tratterebbe di nove vittorie su 18 gare rimanenti, percorso e traguardo ambiziosi, per una Virtus che dovrebbe recuperare Mickey e riavere un Polonara sempre più energico, ma non impossibili per una squadra che fin qui ha stupito tutti in positivo.

Anche in caso di sconfitta domani la Virtus resterà tra il secondo e il terzo posto poichè il gruppone delle inseguitrici (Pana, Monaco, Partizan, Fener, Baskonia e Maccabi) si trova tutto a 2 vittorie dalle Venere.

Salutato Smith arriva Lomasz

Jaleen Smith ha salutato la Virtus la vigilia di Natale e si è accasato proprio al Partizan ma potrà giocare solo dal 2 gennaio col girone di ritorno d’Eurolega e saluterà quindi gli ex compagni da dietro la panchina di Obradovic. Alla Virtus per sostituirlo arriva Rishard Lomasz, guardia Lettone di 193 cm. attualmente in Turchia. Luca Banchi lo ha allenato nelle qualificazioni ai Mondiali 2023 a cui non partecipò per un problema fisico. Le sue prestazioni furono comunque determinanti (15,6 punti/gara) per condurre la Lettonia alla qualificazione del torneo in cui ottenne il 5° posto assoluto e il suo coach Luca Banchi il premio come miglior allenatore del mondiale, considerando che alla Lettonia mancò anche Porzingis il centro di 2.18 che l’altra sera ha condotto i Celtics alla vittoria sui Lakers con 28 punti, rimbalzi e stoppate è immaginabile che la Lettonia al completo sarà una delle grandi favorite dei prossimi europei.

Per Ognjen Dobric domani sarà un derby

Ognjen Dobric 423 presenze in 10 anni con la Stella Rossa, vivrà domani sera un suo specialissimo derby e presumibilmente l’accoglienza che i tifosi Partizan gli riserveranno non sarà propriamente amichevole. Il cobra però, al di là dell’aspetto di bravo ragazzo, è un giocatore che non ha paura di nulla e anzi, proprio nella battaglia, emergono le sue doti di uomo-squadra e grande difensore da lì il soprannome di “il Cobra” che i suoi tifosi hanno coniato per lui. In vista della gara di domani coach Luca Banchi ha rilasciato le seguenti dichiarazioni :

“Chiudiamo il girone di andata con una gara certamente impegnativa in un contesto ambientale unico. Il Partizan sta attraversando un ottimo momento di forma, confermato dai 5 successi nelle ultime 6 gare di EuroLeague ed una sola sconfitta sul parquet di casa, a conferma del fatto che sarà decisivo riuscire a giocare una partita di grande combattività e consistenza per confermare la nostra attuale posizione di classifica, consolidando ambizioni e valori di squadra, quanto mai sotto stress, contro avversari di tale caratura.”

Il prepartita di Toko Shengelia: “Sappiamo che stanno per arrivare partite molto importanti e molto difficili. Il Partizan gioca un’ottima pallacanestro e sta vivendo un momento di grande forma. Sappiamo anche quanto siano forti quando giocano in casa e che quando giochi sul quel campo, se non siamo al 100%, possa essere una lunga notte per noi. Ogni possesso è importante, sia in difesa che in attacco, andremo lì molto concentrati per cercare di vincere la partita e finire la prima metà della stagione regolare nella miglior maniera possibile”.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *