Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Gli aggettivi sono finiti: la Virtus batte anche il Maccabi 100-90

Scritto da il 9 Dicembre 2023

“Ehi Beli ti è piaciuta la mia partita? Si ma anche la mia… (Foto Virtus – Matteo Marchi)

Virtus Segafredo Bo vs Maccabi Tel Aviv finale = 100-90 1°q 28-29  2q 49-49  3q 78-72  arbitri :  ROCHA, PASTUSIAK, VILIUS.

Virtus Segafredo Bo : Cordinier  9 Lundberg  6 Belinelli(k)  22  Smith 10  Dobric 4 Mascolo n.e. Cacok  0  Shengelia 27  Hackett 12  Mickey 5  Polonara n.e. Dunston 9     all.re     Banchi

Maccabi Tel Aviv : Cleveland  5  Webb III n.e.  Brown 26  Baldwin IV 20  Menco 3  Sorkin 8   Rivero 6  Cohen 2   Mayer n.e.     Nebo  7  Blatt  3  Colson  10  all.re     Kattash

da 2 Virtus 25  su 39 , 64 %  ; Maccabi 26 su 50,  52 % ; da 3 Virtus 10 su 26,  38 %  ; Maccabi 6  su  20,  30 % ; tiri liberi Virtus  20 su 24 , 83 %, Maccabi  20 su 27 , 74 % ; rimbalzi  Virtus 37 (  9 off)  Maccabi  38           (15  off) ;  palle perse Virtus 12 ,  Maccabi 11 ; palle recuperate Virtus 7, Maccabi 10 ; assist Virtus  22 Maccabi 19 ; valutazione   Virtus  118 Maccabi 102 ;  Falli commessi : Virtus 24  Maccabi  25

La Virtus cucina il Maccabi a fuoco lento

La Virtus non finisce mai di stupire e nella notte dell’Immacolata si prende un’altra vittoria in Eurolega dove adesso dopo 13 gare di cui 9 vinte (7 in casa con una sola sconfitta e due fuori) sigilla un incredibile terzo posto che a quattro giornate dal giro di boa comincia ad essere indicativo.

Gli aggettivi per definire le prestazioni della squadra ormai sono esauriti ma le cifre sono più eloquenti di qualsiasi commento anche se non dicono tutto. Il Maccabi ha mostrato il volto ben noto: un fuoriclasse (Brown) in regia che fa girare la squadra in modo fantastico, tanti esterni con molte soluzioni e dentro l’area una fisicità superiore ai bianconeri ma, ahimè, non altrettanta qualità.

Tirando da 3 punti col 38%, ma il Maccabi ha fatto peggio col 30%, la Virtus ha vinto la partita dentro l’area perchè nessuno in Europa ha un giocatore come Toko Shengelia capace di soluzioni dal post basso che mettono in crisi qualsiasi difesa.

Come contro il Barcellona la Virtus è partita male e nel 1° tempo ha perso nuovamente una marea di palloni (10 anche ieri sera) ma nuovamente si è ripresa e nel 2° tempo soltanto 2.

Il Maccabi ha perso il match nella prima frazione quando non è riuscito ad approfittare di una Virtus appannata. Finito il 1° quarti sopra di 1 soltanto, pèari all’intervallo lungo, la squadra di Kattash si è andata spegnendo impotente di fronte ad una Virtus che le ha messo le mani al collo e pian piano le ha tolto ossigeno ed energia.

Toko Shengelia e Lorenzo Brown : questo è il basket

Sul parquet della Segafredo Arena ieri sera abbiamo assistito ad un clinic di basket : Toko Shengelia in maglia Virtus ha spiegato a oltre novemila persone (più quelli a casa in salotto) l’uso del piede perno croce e delizia di tutti i giocatori di basket, mentre Lorenzo Brown ha mostrato cosa significa essere un play ai nostri giorni : punti e organizzazione di gioco un vero allenatore in campo.

Nella Virtus Toko ha trascinato Dunston, Belinelli, Hackett e tutti gli esterni. Bene ha giocato anche Jordan Mickey purtroppo uscito per un colpo alla coscia, da valutare, che gli ha impedito di rientrare dopo 14 minuti con 5 punti e 4 rimbalzi.

Ottima la gara di Smith sia al tiro (50% da 3) che in difesa dove si è incollato a Baldwin limitandolo in una serata in cui aveva una mano caldissima. Bene anche in difesa Dobric che, anche quando il tiro non entra, riesce sempre ad essere utile alla squadra.

Lundberg a 48 ore di distanza dalla sua performance nell’ultimo quarto col Barcellona ha preso meno iniziative ma ha catturato 6 rimbalzi e servito 3 assist, insomma anche ieri sera si è guadagnato lo stipendio.

Banchi nel post partita elogia tutta la squadra

“Una bella e importante vittoria. Siamo stati solidi per tutti i 40′. Il Maccabi ha enorme talento offensivo e l’ha fatto vedere dall’inizio. Siamo stati a contatto nel primo tempo provando a contenerli non sempre con profitto, poi abbiamo aggiustato alcune cose, sopratutto in attacco, dopo le 10 perse del primo tempo. Non è frequente nel basket europeo vedere le squadre correre da canestro subito (come il Maccabi stasera n.d.r.).

Siamo stati davvero solidi, lavorando su piccoli dettagli : in una partita del genere devi stare concentrato, non diventare frenetico e alla fine siamo stati molto intelligenti ad incanalare la gara nella nostra direzione e nel nostro territorio.

Rispetto al Barcellona abbiamo ripetuto lo stesso tipo di partita ma contro avversari molto diversi e la squadra ha trovato, dentro di sè, le risorse per aggiustare le cose e trovare il flusso a noi più congeniale. Ora pensiamo alla prossima gara in trasferta”

 

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *