L’Ora Rossa – Moda, la giornalista Federica Salto a Radio 5.9: “Il settore moda ha fatto sistema per affrontare la crisi. Attenzione alla sicurezza nei negozi tema fondamentale”

A “L’Ora Rossa” di questa sera è intervenuta Federica Salto, giornalista ed esperta di moda:

“La crisi sta impattando in vari modi nel ramo della moda. Un’industria fondamentale per la nostra economia di cui si parla, purtroppo, poco a livello generalista. Il lockdown è arrivato all’inizio di marzo, un mese fondamentale per la produzione di moda dato che subito dopo le sfilate di febbraio parte la produzione. I marchi si sono trovati nell’impossibilità di avviare la produzione che sarebbe arrivata nei negozi verso giugno. 

La moda in queste settimane è stata capace di fare sistema in modo davvero positivo, più di quanto non accada in tempi normali e con cooperazione tra i vari paesi: quando ripartirà la moda la percezione dello stato di salute dell’Italia cambierà in positivo. 

Le accademie pubbliche e private sono molto avanguardistiche. I corsi, in particolare quello di design, nel nostro settore risultano il comparto che ha sofferto maggiormente del lockdown. Questo per la grande complessità del poter trasferire le lezioni in modalità online. Tali aule sono dotate di macchinari e di apparecchiature che rendono pressoché impossibile la conversione delle lezioni in modalità remota. Bisogna anche dire che tante scuole erano già operative sui corsi online avendo tanti studenti stranieri provenienti da tutto il mondo. Dovremo capire se avremo voglia di tornare a vestirci in maniera formale dopo due mesi in cui non abbiamo dato importanza all’abbigliamento. 

Ci sono due grandi tendenze in arrivo: la prima riguarda la fine del concetto di stagionalità della moda. La seconda è la crescita della vendita di capi di abbigliamento attraverso la modalità e-commerce. L’abitudine, consolidatasi dell’acquisto anche attraverso semplici applicazioni da cellulare, rischia di modificare definitivamente l’abitudine ai consumi di gran parte dei clienti.

Ai negozianti consiglio di considerare con sensibilità la paura della clientela nel futuro, investire sul bisogno di sicurezza sentito e richiesto dai clienti sarà fondamentale. Mai come ora va realizzata e comunicata la pulizia e la cura non solo dei camerini ma anche dei capi in prova. I negozi non devono solo essere luoghi di shopping ma devono saper differenziare l’offerta accattivando il potenziale compratore con attività collaterali musicali e culturali ad esempio. Serve una nuova strategia per invogliare il cliente ad entrare nei nostri negozi.”

Ogni giorno alle ore 19.00 e la domenica alle ore 15.00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa