Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Orecchio sul Mondo Socio Sanitario – “Punti di forza e punti di debolezza dei principali sistemi di assistenza sanitaria nel mondo. L’assistenza sanitaria in Svizzera e l’assicurazione sanitaria nei Paesi Bassi”

Scritto da il 26 Gennaio 2024

Ascolta l’articolo: “Punti di forza e punti di debolezza dei principali sistemi di assistenza sanitaria nel mondo. L’assistenza sanitaria in Svizzera e l’assicurazione sanitaria nei Paesi Bassi”

 

 

Orecchio sul Mondo (51) – La Svizzera, insieme all’UE, ha firmato nel 2019 la dichiarazione di assistenza sanitaria universale con altri 193 paesi membri dell’ONU. Il sistema sanitario svizzero (come quello tedesco, francese, austriaco e belga) si basa sul modello Bismarck, ovvero sulle assicurazioni sociali.

Il sistema sanitario si divide in tre livelli:
1) Federale
2) Dei Cantoni
3) Municipale

Nonostante questo è considerato abbastanza decentrato poiché il maggior potere è in mano dei Cantoni, ognuno dei 26 cantoni ha la propria costituzione e coordina i servizi sanitari ed anche i premi assicurativi.

Il governo federale finanzia il sistema, tramite i pacchetti assicurativi obbligatori, oltre ad assicurare l’efficienza dei prodotti farmaceutici in circolazione ed a promuovere la ricerca e la formazione.  Esso ha i compiti di indirizzo e controllo regolando tutto il mercato economico.

Infine, le municipalità sono responsabili delle cure a lungo termine e dei servizi di supporto per gli individui vulnerabili. Il sistema svizzero quindi, contrariamente a quelli precedenti, non è nazionale e gratuito. Esso viene
finanziato da tre fonti:
1) La fiscalità generale (circa il 20%)
2) La spesa delle assicurazioni (46,5%)
3) La spesa privata (circa 33%)

La spesa richiesta dal cittadino si compone di due sottocategorie: la prima è una spesa diretta (out-of- pocket) per il pagamento di franchigie e ticket; mentre la seconda è per l’acquisto delle assicurazioni private per ottenere tutte le prestazioni che non sono incluse nel pacchetto assicurativo standard.

Le spese richieste al cittadino cambiano in base al tipo di polizza assicurativa che ha sottoscritto, per essere più chiari: più è economica la polizza assicurativa più è alta la franchigia.

Tutte le assicurazioni offrono una serie di pacchetti standard ed equi, ma escludono prestazioni odontoiatriche, di lunga durata (cure per malattie croniche) e chirurgia estetica.

È ovviamente obbligatorio sottoscrivere una assicurazione sanitaria ma è libera scelta decidere quale. Esistono tantissime assicurazioni in Svizzera che da un lato offrono maggiore possibilità di scelta per il cittadino, dall’altra mostrano l’ampio divario sociale che si può avere in base alle proprie possibilità economiche.

Sicuramente, contrariamente ai sistemi sanitari nazionali, il sistema svizzero offre una celerità nelle diagnosi, visite ed interventi ma a caro prezzo per i singoli cittadini.

Vi sono comunque dei sussidi pubblici nel caso in cui il cittadino non riesce a coprire la spesa sanitaria assicurativa in cui il cittadino può ricevere delle sovvenzioni statali.

Seppur è considerato una delle assistenze sanitarie migliori al mondo vi sono i sopracitati lati negativi che rendono l’assistenza non fruibile a tutti nello stesso modo.

I Paesi Bassi non offrono un sistema di assistenza sanitario gratuito e nazionale a tutti i cittadini. È sempre stata storicamente fornita soprattutto da organizzazioni private non a scopo di lucro formate da vari gruppi religiosi o da organizzazioni volontarie.

Oggi i suoi cittadini sono obbligati a sottoscrivere un’assicurazione sanitaria per poter ricevere tutte le cure e gli interventi medici di cui hanno bisogno. Nonostante le assicurazioni sanitarie obbligatorie lo Stato disciplina con un gran numero di norme molto dettagliate che riguardano sia i servizi offerti e sia i criteri di accesso per poter entrare in un regime di assicurazione sociale.

Il sistema viene finanziato tramite vari programmi di assicurazione sanitaria pubblici e privati, con pagamenti diretti e con sovvenzioni del governo. Si distingue fra assicurazioni per malattie acute ed assicurazioni per malattie croniche (a lungo termine).

Nei Paesi Bassi vi è la possibilità di scegliere un’assicurazione pubblica o un’assicurazione privata. Nel caso in cui il cittadino dovesse scegliere l’assicurazione pubblica sarà indispensabile inviare tutta la documentazione al proprio medico di base e anche al farmacista in modo da poter usufruire di tutte le
agevolazioni e l’accesso a tutte le strutture ed ai farmaci.

Nel caso di assicurazione privata, ci sono tre possibilità di contributo: di base, alto o totale. In tale sistema si devono prima anticipare tutte le tasse e successivamente si riceverà il rimborso delle spese sostenute. Il punto più debole di tale sistema è l’effettiva richiesta economica che è molto costosa.

 

Orazio Cassiani 

 

 

LM in economia e management internazionale delle aziende sanitarie, LM in SIO. Master e senior in gestione e management delle HR, MADIMAS. Esperto in modelli di gestione ed accreditamento, risk management. PSQM certificato RINA. Consigliere OPI Reggio Emilia e già vice CID ER. Albo esperti AGENAS ed OPI. Ufficiale (cdg) CRI.

 

“Strumenti di gestione delle Risorse Umane in un’azienda sanitaria” di Orazio Cassiani

 

 

Dopo questi mesi ed anni caratterizzati da una pandemia, una guerra, una grande crisi economica, ho il piacere di annunciare l’uscita del mio prossimo libro intitolato “La gestione delle Risorse umane in un’azienda sanitaria“.

Espressione del lavoro in TEAM di studenti e stagisti, si offre quale strumento utile agli studenti per acquisire competenze ed esperienza ed ai professionisti sanitari per tracciare il perimetro entro cui sviluppare ed applicare modelli organizzativi innovativi.

Anche con questo ultimo elaborato tutti i proventi saranno destinati a La Caramella Buona Onlus“.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *