Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Orecchio sul Mondo Socio Sanitario “La comunicazione efficace – La figura manageriale nel settore sanitario”

Scritto da il 5 Dicembre 2023

Ascolta l’articolo: “La comunicazione efficace – La figura manageriale nel settore sanitario”

 

 

Orecchio sul Mondo (42) – La complessità del settore sanitario richiede la presenza di una buona figura alla guida del sistema, poiché tale individuo dovrebbe essere in grado di applicare le proprie conoscenze manageriali alla pratica clinica comprendendo al contempo i bisogni delle persone; questo per poter modellare i servizi erogati sulla base di questi ultimi.

La leadership è nota per essere un processo ed una proprietà. Esercitarla significa utilizzare la propria influenza in maniera non coercitiva per plasmare gli obiettivi dell’organizzazione, motivare il comportamento verso il loro raggiungimento ed aiutare a definire la cultura organizzativa.

Le più importanti questioni che la figura del leader deve affrontare all’interno della sua professione sono la motivazione, la visione comune, la buona comunicazione, la gestione del tempo ed un approccio situazionale alla leadership.

La motivazione deriva dalla comprensione e la soddisfazione dei bisogni. Un buon manager deve riconoscere le esigenze dei propri dipendenti ed indicare loro la strada per farvi fronte. Una volta che le persone risultano motivate un’ulteriore sfida deriva dal mantenimento del flusso motivazionale; questo può avvenire mostrando interesse ed apprezzamento nei riguardi del lavoro svolto.

La comunicazione entra in gioco in questo senso, in quanto è cruciale per l’esito di quanto svolto dai dipendenti. Avere una visione completa del contesto e di quanto poter ricavare da questo permette al leader di guidare l’operato, anche individuale, verso un esito comune, dando ai dipendenti una ragione consistente per perseverare nel fare il proprio lavoro.

Per questo motivo le ragioni sottostanti i processi lavorativi vanno comunicati chiaramente, per poter permettere all’organizzazione di aderire allo stesso sistema di valori e creando le basi per un esito positivo.

Il manager deve essere un buon comunicatore per raggiungere un certo tipo di successo; è necessario che si possiedano buone abilità in questo senso per guadagnarsi la fiducia del gruppo. Dovrebbe essere prerogativa dell’organizzazione creare un sistema di comunicazione a due vie, all’interno del quale le informazioni (sia positive che negative) vanno da leader a subordinato e viceversa; questo per permettere ad ognuno di esprimere la propria opinione ed esercitare una certa forma di autorità sui propri diritti.

La gestione del tempo è una ulteriore componente essenziale per raggiungere i risultati sperati. I leader, in questo senso, dovrebbero enfatizzare, per quanto riguarda se stessi ed i propri dipendenti, l’importanza delle scadenze, per poter gestire efficacemente le attività preposte. Raggiungere un tale equilibrio significa saper pianificare, per permettere al tempo di essere scandito nel presente tanto quanto nel futuro.

L’introduzione di scadenze evita che eventi inaspettati creino crisi o difficoltà inaspettate. È inoltre necessario impiegare tempo e risorse nell’aggiustamento del piano di lavoro sulla base degli eventi che man mano si presentano e devono essere gestiti dall’organizzazione.

Il ruolo del manager, in questo senso, sta nell’assicurarsi che la linea individuata per lo svolgimento dei compiti venga mantenuta, individuando eventuali problemi e difficoltà per poter applicare correzioni ove necessario.

I professionisti del settore sanitario tendono ad enfatizzare aspetti strumentali riguardanti le capacità di comprendere e condividere (questo probabilmente grazie e per via della professione svolta, che implica un contatto umano e l’utilizzo di abilità interattive nella maggior parte dei casi).

Il bisogno di porre l’accento su qualità più concrete quali l’abilità organizzativa e la capacità di investire tempo e risorse sono equamente importanti, per questo è necessario un equilibrio omeostatico tra le due correnti.

Le due tendenze non dovrebbero apparire contrasto, bensì agire in sincronia. Qualsiasi siano gli ingredienti utili a comporre una buona figura dirigente, non sono solo le idee del leader a renderlo tale, ma anche le speranze, l’immaginazione e l’energia della persona a permetterle un inserimento nell’organizzazione in una posizione del genere. Un buon leader dovrebbe essere in grado di possedere buone qualità, da poter inserire in un ambiente cooperativo e motivante, in grado di affrontare nuove sfide. (Al-Haddad, 2003).

 

Orazio Cassiani 

 

 

LM in economia e management internazionale delle aziende sanitarie, LM in SIO. Master e senior in gestione e management delle HR, MADIMAS. Esperto in modelli di gestione ed accreditamento, risk management. PSQM certificato RINA. Consigliere OPI Reggio Emilia e già vice CID ER. Albo esperti AGENAS ed OPI. Ufficiale (cdg) CRI.

 

“Strumenti di gestione delle Risorse Umane in un’azienda sanitaria” di Orazio Cassiani

 

 

Dopo questi mesi ed anni caratterizzati da una pandemia, una guerra, una grande crisi economica, ho il piacere di annunciare l’uscita del mio prossimo libro intitolato “La gestione delle Risorse umane in un’azienda sanitaria“.

Espressione del lavoro in TEAM di studenti e stagisti, si offre quale strumento utile agli studenti per acquisire competenze ed esperienza ed ai professionisti sanitari per tracciare il perimetro entro cui sviluppare ed applicare modelli organizzativi innovativi.

Anche con questo ultimo elaborato tutti i proventi saranno destinati a La Caramella Buona Onlus“.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *