L’Ora Rossa – Coronavirus e sport, Paolo Pacchioni di RTL102.5: “Annullamento campionati non praticabile, slittamento si”

A “L’Ora Rossa”  di questa sera è intervenuto Paolo Pacchioni, giornalista di RTL 102.5, per un punto sulla situazione emergenza coronavirus nel mondo sportivo:

L’aumento dei contagi nel mondo dello sport era, ahimè inevitabile. Siamo al cospetto di una pandemia globale che colpisce tutti, senza nessuna distinzione di ceto e professione. Non ha senso essere angosciati poichè tale stato d’animo non evita il contagio. Vanno evitati, questo sì, ogni tipo di rischio. Tutto lo sport, penso correttamente, sta diventando globale.

La reclusione, alla quale siamo chiamati, è una pura attività preventiva. Serve senso di disciplina ed un pizzico di pazienza.

Una soluzione  che potrebbe paventarsi, sempre tornando al mondo dello sport, lo slittamento dell’Europeo al 2021, conservando la possibilità di disputare le gare a porte aperte e preservando gli interessi di chi ha investito ingenti capitali nella disputa di tutti i vari campionati di tutte le discipline sportive. Non giocare o chiudere anzitempo competizioni e campionati, attualmente non penso sia una soluzione percorribile. Tutto, ad ogni modo, va comunque valutato nei tempi nel quali questa emergenza potrà rientrare. Auspico che tutti gli altri stati si uniformino il prima possibile alle misure italiane: in questo modo, oltre a sottolineare la bontà del drastico intervento italiano, garantiremo una ripartenza, non solo nel mondo dello sport, nella maniera più celere possibile.

“Le ultime gare la cui disputa è stata concessa dall’Uefa mi hanno ricordato l’orchestra che suonava sul Titanic. La mancanza di uniformità e buon senso ha esposto gravemente, atleti e tesserati delle squadre, ad un contagio evitabilissimo“.

Ogni giorno alle ore 19:00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa