Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

La Virtus va oltre la fatica e asfalta Pistoia (70-91)

Scritto da il 23 Dicembre 2023

Nella foto Virtus di Matteo Marchi : Daniel Hackett il guerriero della Virtus ha trascinato i suoi ad una grande vittoria a Pistoia, la sua difesa su Moore è stata determinante

Estra Pistoia vs Virtus Segafredo Bo – finale = 70-91  1°q 16-28  2q 28-51  3q 48-67 arbitri  Sahin, Borgioni, Patti

Estra Pistoia :  Willis 14 Della Rosa 5  Blakes 13  Moore 9  Dembelè n.e.  Metsla n.e.  Saccaggi  0  Del Chiaro 2  Stoch n.e. Wheatle 11  Hawkins  8  Ogbeide 8  all. Brienza

Virtus Segafredo Bo : Cordinier 4  Lundberg 7  Belinellli 19  Mascolo  2 Cacok 0  Shengelia 16 Hackett 17 Menalo 0 Polonara 0 Dunston 18 Abass 0    all. Banchi

da 2 Pistoia  16 su  29, 55,2 %     Bologna 35 su 49 , 71,4 % ; da 3 Pistoia 8 su 27, 29,6 %  ; Bologna 5  su 18, 27,8 % ; tiri liberi  Pistoia  14 su 17 , 82,4  % ;  Virtus 6 su 8 , 75 %  ; falli commessi Pistoia 17 Bologna 14 ;  rimbalzi  Pistoia 23 ( 6   off) Bologna 38 ( 10 off) ;  palle perse Pistoia  11 , Bologna  7 ; palle recuperate Pistoia 3 ,Bologna  6 ; assist Pistoia 12  Bologna 14 ; valutazione Pistoia 66 Bologna 109

Troppa Virtus per Pistoia

Con una prestazione maiuscola  dei suoi senatori che evidentemente non accusano la fatica, la Virtus conclude un’altra settimana terribile col doppio impegno di Eurolega conquistando una vittoria che, nei numeri, era difficilmente prevedibile. La squadra di Banchi è partita dalla palla a due con un’energia e una fisicità che ha annichilito Pistoia toccando anche i 27 punti di vantaggio ad inizio del 3° quarto 28-55. Per tutti i 27 minuti giocati Daniel Hackett ha messo la museruola a Charlie Moore il folletto di Pistoia e capocannoniere del campionato che ha terminato con un misero bottino di 9 punti in 32′ con 3 su 10 da 2 e 1 su 4 da 3. Pistoia ha perso i suoi punti di riferimento e la Virtus ha avuto la strada spianata per una vittoria larga e convincente.

Bryant Dunston 18 punti e tanto aiuto alla squadra

Luca Banchi sta aggiungendo sempre qualcosa di nuovo sia in attacco che in difesa. A Pistoia Belinelli dei suoi (19) in scioltezza ha fornito 3 assist a Dunston mandandolo a schiacciare quando Pistoia usciva troppo a tentare di negare il tiro al capitano. In difesa invece si è vista una difesa con raddoppi sugli angoli oltre la metà campo. Purtroppo Devontae Cacok era in una di quelle serate in cui sembra non essere connesso alla partita e la Virtus è stata costretta a giocare 5 fuori, per far rifiatare Dunston.

Ormai la Virtus gioca a memoria e i meccanismi di attacco e difesa, quando tutti sono concentrati, sono pressochè perfetti. Banchi ha messo in campo tutti gli uomini a referto, Achille Polonara è entrato in quintetto sia nel 1° che nel 3° quarto e in tutto ha avuto 13′ a disposizione per riprendere confidenza coi meccanismi di squadra, l’energia è quella che è ma il tempo gioca a suo favore : quando servirà per gli appuntamenti importanti il 33 ci sarà.

Bene Lundberg e Dobric, Cordinier la solita grandissima difesa sugli esterni che, di volta in volta gli ha proposto il coach. Insomma a Pistoia una Virtus in salute che adesso avrà un paio di giorni per rifiatare prima dell’ultima di andata di Eurolega a Belgrado sponda Partizan.

Il match un monologo Virtus

La gara è stata senza storia, la Virtus ha aggredito la partita fin dalla palla a due, a metà del 1° quarto avanti 7-16, da lì non ha più mollato la presa e Pistoia non ha mai dato l’impressione di poter riuscire a mettere in difficoltà le Vnere seguite al Palacarrara da alcune centinaia di tifosi che, alla fine, hanno zittito il tifo locale visibilmente deluso e amareggiato. Le cifre sono eloquenti, Pistoia è stata migliore di poco nel tiro dall’arco e nei liberi, mentre in tutte le altre statistiche è stata inferiore alla Virtus, derterminante il tiro da due in cui Bologna ha tirato con un irreale 71,4% contro il 55,4 di Pistoia.

Al termine del match queste le dichiarazioni di coach Luca Banchi :

“Una buona partita, seria, attenta, fin dalle prime battute, cercando di indirizzare la gara per controllare ritmo e folate di Pistoia. Nei primi 20′ ci siamo riusciti egregiamente, poi abbiamo avuto un passaggio a vuoto nel terzo periodo per poi riprendere una distanza sufficiente. Archiviamo un’altra double week, con due trasferte, due vittorie quindi bilancio positivo, resta un po’ di rammarico per la gara di Valencia ma questo è il nostro percorso. Stasera il cinismo ci ha permesso di tenere a distanza le insidie: ora guardiamo avanti, con il desiderio di acquisire consapevolezza dello stile con cui giocare per quantificare gli sforzi che facciamo sul campo.”

Una delle prestazioni migliori? “Ogni partita ha una sua storia, Pistoia in questi mesi si è guadagnata il rispetto. Ieri siamo rientrati da Valencia, abbiamo cambiato la valigia e siamo venuti qui, non è semplice, sono dei professionisti e dei grandi campioni ma sotto quella canottiera ci sono degli uomini, non è così semplice. La stagione fin qui di Pistoia ci aveva messo tutti in allerta, è una squadra da considerare una rivelazione. Noi ci siamo limitati ad una gara seria, abbiamo sopperito all’assenza importante di Pajola ma quando giochiamo con attenzione rendiamo onore alle nostre qualità. Con gli impegni ravvicinati che abbiamo è importantissimo conservare le energie, non sprecarle.”

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *