Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

La Virtus a Istanbul per tentare il blitz, Fenerbahce permettendo

Scritto da il 24 Gennaio 2024

Nella foto Virtus di Matteo Marchi : Ante Zizic centro Croato della Virtus Segafredo, già decisivo nella vittoria di Varese, sarà domani l’uomo in più delle Vnere rispetto all’andata

La Virtus è a Istanbul ancora priva di Shengelia, Dobric e forse anche Belinelli

Fenerbahce Beko Istanbul vs Virtus Segafredo Bologna, palla a due domani, giovedì 25 gennaio, ore 18.45 Ulker Sports And Event Hall (Istanbul) ; diretta: Sky Sport, DAZN, Euroleague.TV e Radio Nettuno Bologna Uno.

La Virtus affronta una trasferta difficile e complicata dalle assenze, gravi, che le Vnere lamentano : Ognjien Dobric e Toko Shengelia, a Bologna all’andata 26 punti in due, quindi domani serve qualcuno che si prenda i tiri del Serbo e del Georgiano. Il Fener è una squadra in crescita dopo l’arrivo di Jasikevicius in panchina ma all’ultimo turno in Lituania ha avuto un imprevisto e inspiegabile crollo finendo sepolta da 23 punti di scarto in una gara a senso unico in cui ha inseguito per tutti i 40′, basti pensare che alla Zalgirio Arena il primo canestro dal campo lo ha realizzato Tyler Dorsey addirittura dopo 6′. Non fosse per l’ultima prestazione quella contro la squadra oggi di Jasikevicius  poteva definirsi per la Virtus una gara dal pronostico segnato ma la Virtus di quest’anno ha già dimostrato di poter ribaltare anche le partite più difficili e, sulla carta, proibitive.

Da Varese torna una Virtus in salute

La vittoria di Masnago e il modo com’è stata ottenuta ha mostrato una Virtus che sta cercando nuovi equilibri anche in assenza di alcuni big. La prova di Zizic dentro l’area, pur in assenza di avversari di livello a parte Spencer, fa ben sperare visto che il Fenerbhace può rendere la vita dura ai centri avversari vista l’esplosività di Motley, i centimetri di Papagiannis e la tecnica di Sanli. La gara d’andata finita a +8 per le Vnere fu decisa dalla miglior percentuale dei tiri dal campo, sia da2 che da 3, l’equilibrio ai rimbalzi e in tutte le altre voci, non furono sufficienti a far pendere l’ago della bilancia a favore dei turchi. Ovvio che sui ferri e tabelloni amici della Ulker Hall le percentuali dei giallo-neri potranno lievitare ma la difesa della Virtus ha mostrato di poter limitare anche grandi squadre.

I pericoli dei Turchi arrivano sopratutto da dentro l’area

La difesa bianconera dovrà pertanto concentrarsi sotto canestro ma, come sappiamo, il modo migliore per limitare i giocatori interni è quello d’impedire i rifornimenti perchè qualcuno ai centri la palla gliela deve pur dare e quindi una forte pressione sulla palla che metta in difficoltà gli esterni potrà ottenere grandi risultati. Mancherà uno specialista difensivo come Dobric (sennò perchè avrebbe il soprannome di Cobra) e quindi sotto con Abass e Cordinier a limitare Wilbekin e soci. La Virtus appena sbarcata ad Istanbul ha due uomini particolarmente felici : Marco Belinelli neo papà di Deva (in Medio Oriente significa colei che emana la luce)secondo nome Vittoria ;  Daniel Hackett che si è legato alla Vnera fino al 2026 quando avrà a dicembre 39 anni, come dire mai porre limiti alla provvidenza anche perchè l’esempio di David Logan 41enne è beneaugurante.

Il prepartita di Banchi e Jordan Mickey

Le parole di Coach Banchi alla vigilia della trasferta in Turchia : “Andiamo ad Istanbul consapevoli di trovare una squadra in un ottimo momento di forma e che, soprattutto sul proprio parquet, si sta dimostrando quasi imbattibile. Quella che sulla carta può sembrare essere una missione estremamente complessa, dovrà servirci da stimolo ad interpretare la gara con personalità ed intensità, come si addice a sfide così stimolanti. Il Fenerbahce cercherà di prendere vantaggio da quintetti estremamente fisici e versatili, caratterizzati da spiccatissime qualità realizzative, motivo per cui dovremo dimostrarci pronti e coesi per resistere alle sollecitazioni di una partita, che desideriamo interpretare correttamente.”

Il prepartita di Jordan Mickey: “Il Fenerbahce è una grande squadra, ci aspetta una partita dura. Dovremo stare attenti in difesa, soprattutto sul loro tiro da tre punti e anche sui loro esterni. Dovremo essere pronti fin da subito per quella che si preannuncia essere una battaglia tosta.”

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *