FSL – Intervista a Riccardo Lodi di Take Away Studios: “L’online non potrà sostituire i live e gli show dal vivo”


di Redazione

📲  Sfoglia o scarica la tua copia gratuita di fondata sul lavoro”  ⤵

https://lavoro.radio5punto9.it/


Take Away Studios è uno studio musicale per la composizione, arrangiamento e registrazione che si occupa dello sviluppo di idee originali in chiave pop – commerciale – elettronico fondato nel 2018 da Riccardo Lodi, Davide Marchi, Francesco Landi, Benjamin Mascolo e Federico Rossi.

L’intervista a Riccardo Lodi

L’emergenza sanitaria ha avuto un forte impatto sul mondo della musica.

Il Covid per tante imprese medio piccole ha distrutto qualunque tipo di guadagno per l’anno in corso. Siamo un’azienda che è entrata a metà del 2020 nel terzo anno di attività sempre in continua crescita ma che quest’anno ha perso un terzo del proprio fatturato. Per fronteggiare la situazione abbiamo cercato immediatamente di trasformare i nostri servizi da fisici a online. I famosi aiuti economici promessi dallo Stato ovviamente non sono stati adeguati alla perdita quindi adesso stiamo cercando di vivere questa situazione con ottimismo continuando a investire sui professionisti con cui collaboriamo.

Cosa pensi sarebbe giusto fare per sostenere il mondo della musica in questo momento?

Il mondo della musica si sta spostando nella globalizzazione dei grandi format come Spotify, ricordiamo però che l’online non pagherà mai come l’evento fisico. In questo senso la prima cosa da fare sarebbe prestare attenzione alle nuove normative sul diritto d’autore online, ricordiamo che c’è una squadra infinita di persone dietro all’artista e queste figure dovrebbero essere tutelate. Ci dovrebbe essere maggiore cultura e più aiuti su questo settore. La parte online ci consente di arrivare in tutto il mondo ma ricordiamoci sempre che ci sono anche persone nel nostro ambito che magari non hanno l’esperienza o le capacità per convincere il pubblico medio dei social pur restando ottimi professionisti. L’online non è quindi da solo sufficiente a sostituire l’assenza dei live e degli show dal vivo.

Con Take Away Studios avete lanciato dei corsi di formazione online per gli artisti emergenti. Qual è il tuo consiglio per chi volesse appunto emergere in questo settore?

Ciclicamente realizziamo corsi online proprio per dare alcune pillole di tutto quello che serve per fare della musica il proprio lavoro e vi assicuro che è anche più difficile di quanto si possa immaginare. Partiamo dagli aspetti musicali, trattiamo l’utilizzo dei social e approfondiamo molto la parte dove si può effettivamente monetizzare con la musica: management, direzione artistica, casa discografica, editori e diritto d’autore. Su questi punti nessuno sa mai niente ma, affrontandoli con serietà, vediamo che nell’arco di circa un anno di lavoro i partecipanti realizzano  miglioramenti epocali rispetto al proprio progetto.


📲  Sfoglia o scarica la tua copia gratuita di fondata sul lavoro” ⤵

https://lavoro.radio5punto9.it/