E’ Morto l’attore Mario Donatone, sicario ne “Il Padrino – parte terza”

Ieri, 14 aprile, è morto a Roma un altro grande caratterista del cinema italiano, Mario Donatone. Aveva 86 anni e da qualche tempo le sue condizioni di salute erano precarie.

Nato a Tripoli il 9 giugno 1933, Donatone era un personaggio poliedrico, in grado di ricoprire vari ruoli nella sua lunga carriera. Interprete di oltre 150 film, ha lavorato al fianco di celebri registi, diventando riconoscibile a livello mondiale impersonando il ruolo del sicario Mosca, il finto prete che ne Il Padrino – parte III (1990) di Francis Ford Coppola spara a Michael Corleone (Al Pacino).

Di quell’esperienza raccontò che Coppola rimase stregato dal suo provino e che i suoi iniziali 7 giorni di contratto si estesero a 77, spalmati nell’arco di 10 mesi tra l’Italia e gli Stati Uniti.

Nel 2010 in occasione del Roma Fiction Fest ebbe modo di riabbracciare Andy Garcia (protagonista del film), che salutò con l’affettuoso appellativo dialettale «figlio ‘e ndrocchia».