Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Carpi, inaugurazione sabato del nuovo Vallauri Knitwear Lab

Scritto da il 17 Gennaio 2024

Nasce sabato 20 gennaio Vallauri Knitwear Lab, la nuova aula didattica per la formazione dei futuri tecnici dell’abbigliamento dell’IPSIA Vallauri di Carpi

 

 

Un altro passo avanti nel segno di potenziare l’offerta didattica per la formazione di tecnici di maglieria specializzati nel Distretto di Carpi, territorio che vanta una storica tradizione per questo tipo di lavorazione nel campo dell’abbigliamento: sabato 20 gennaio inaugurerà il ‘Vallauri Knitwear Lab’, la nuova aula didattica di maglieria presso l’Istituto ‘G. Vallauri’.

Il taglio del nastro avrà luogo alle ore 9.30 presso la sede dell’Istituto, in via Peruzzi n°11, e la partecipazione all’evento è libera e aperta a tutta la cittadinanza.

Frutto di una sinergia virtuosa tra attori pubblici e privati che hanno collaborato con l’Istituto Vallauri –  Provincia di Modena, Carpi Fashion System (il progetto di valorizzazione delle PMI del Distretto del quale fanno parte Comune, Fondazione CR Carpi, CNA Modena, LAPAM-Confartigianato, Confindustria Emilia, ForModena, Fondazione Democenter-SIPE e Camera di Commercio di Modena), Unindustria Reggio Emilia, Lions Club Carpi Host e Knitaly – il nuovo spazio didattico è stato creato allo scopo di aiutare le future generazioni di tecnici dell’abbigliamento ad acquisire maggiori competenze riguardanti la struttura del prodotto di maglieria e di tutto ciò che lo riguarda, sia per quanto concerne la composizione dei filati, le nuove tecniche di progettazione, di creazione dei capi in maglia e del loro confezionamento.

Grazie a importanti collaborazioni sul territorio intraprese dalla Dirigente Scolastica Silvia De Vitis, insieme alle docenti referenti di maglieria dell’Istituto, le professoresse Lara Pozzetti e Diana Dimiddio, si è creata un’aula in cui sono presenti 18 macchine rettilinee da maglieria e tre macchine rimagliatrici, le cosiddette “puntino”.

 

 

I donatori principali delle macchine Coppo, nonché finanziatori dei pannelli grafici dell’aula sono Lions Club Carpi Host (con le macchine dei signori Bulgarelli e Vegliano Bacchelli); le aziende 3M di Rovereto s/S, Sacchetti Maglierie e la signora Marisa Vaccari di San Prospero, che hanno contribuito ad ampliare il parco macchine consentendo di raggiungere la quota ottimale.

L’azienda Knitaly di Reggiolo ha offerto, in comodato d’uso gratuito, una macchina puntino rimagliatrice di finezza 7 e un notevole contributo all’Istituto, così come Unindustria Reggio Emilia, che ha finanziato l’acquisto di due macchine puntino di finezza 5 e 12.

La nuova aula è stata installata a fianco a quella, già esistente, di confezione e modello.

Nel giugno dello scorso anno sono arrivate le strumentazioni, che nel corso dell’estate sono state sottoposte a un processo di manutenzione dalla tecnica magliaia puntinista Cristiana Sassi, che vanta molti anni di esperienza nel settore, e ridipinte e portate a nuova vita dalle professoresse Dimiddio, Pozzetti, Barletta e Di Nauta.

Ora l’aula potrà essere finalmente a disposizione soprattutto per gli studenti dell’indirizzo Moda del Vallauri, ma anche per chiunque avesse piacere di attivare corsi specifici dedicati alla maglieria.

 

Le parole della Dirigente scolastica del “Vallauri” Silvia De Vitis

L’inaugurazione di questo nuovo spazio rappresenta uno splendido esempio della collaborazione che un territorio vasto, con realtà che operano sia nel modenese che nel reggiano, ha saputo mettere in campo per creare un luogo capace di arricchire in maniera significativa l’offerta formativa del territorio.

Il laboratorio si affianca ai corsi realizzati in collaborazione con Carpi Fashion System, segno, questo, di una comunità che sa concepire una visione strategica per l’avvenire, fare sistema per realizzarla e garantire così sia un possibile futuro professionale agli studenti che la continuità produttiva per le aziende della moda della Fashion valley.

Questo significa investire concretamente nel futuro: sia delle nuove generazioni che del sistema produttivo che potrà accoglierle. Sono certa che questa alleanza virtuosa tra scuola, mondo dell’impresa e istituzioni darà buoni frutti.

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *