Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Carpi-Lentigione 3-1: trequartisti al potere per la reazione post-derby

Scritto da il 13 Novembre 2022

Il Carpi fatica, si riprende e piega nella ripresa il Lentigione

 

Carpi

Pagina Facebook dell’A.C. Carpi

 

Il Carpi si rialza dopo il derby perso al 94′ per 1-0 contro la Correggese battendo al Cabassi per 3-1 il Lentigione, reduce da 4 risultati utili di fila e in risalita dal fondo della classifica. Il primo tempo si era concluso in parità (a Beretta al 13′, dopo un avvio a senso unico, ha risposto Formato al 22′) e in difficoltà, ma i biancorossi oggi vestiti di blu sono stati capaci di riprendere le redini dell’incontro nel corso del secondo tempo con i gol di Cicarevic al 63′ e Laurenti su rigore al 91′, senza tra l’altro rischiare nulla di serio.

L’A.C. resta al terzo posto nel Girone D con 26 punti, gli stessi dell’Aglianese (vittoriosa per 3-1 in trasferta contro il Salsomaggiore ultimo) e a -2 dalla capolista Giana Erminio (1-0 casalingo alla Sammaurese).

Il prossimo impegno sarà domenica 20 novembre alle 14:30 allo Stadio Dossenina contro il Fanfulla.

 

Formazioni ufficiali

Bagatti schiera il 4-3-1-2 e cambia solo i terzini: in porta Balducci; in difesa Casucci, Boccaccini, Calanca e Dominici; a centrocampo Beretta, Yabrè e Ranelli; in attacco Cicarevic dietro Arrondini e il recuperato Sall.

Beretti si presenta con il 3-4-2-1: in porta Marconi; in difesa Rossini, Sabotic e Tarantino; a centrocampo Nicolas Cortesi, Muro, La Vigna e Bonetti; in attacco Matteo Cortesi e Rossi a supporto di Formato.

 

Primo tempo

Al c’è un 5′ gol annullato a Cicarevic (bellissimo tocco di punta in girata) per fuorigioco su una spizzata di Arrondini. All’11’, su un corner lungo verso il secondo palo di Ranelli, Cicarevic sfodera un sinistro al volo potente e Marconi rimedia in corner con l’aiuto dei compagni. Il Carpi fa la partita con decisione e il Lentigione a mala pena riesce a superare il centrocampo. Al 13′, su un’uscita errata dalla difesa di Rossini, Yabrè lancia sulla sinistra Cicarevic, cross di esterno in mezzo per Beretta che in scivolata anticipa Bonetti e non sbaglia da due passi.

Il Lentigione comincia a reagire e pareggia al primo colpo: al 22′ Matteo Cortesi crossa a mezza altezza dalla sinistra, Formato passa davanti a Calanca e supera Balducci con un preciso sinistro a incrociare. Il Carpi è in sofferenza, perde tanti contrasti e al 30′, su una leggerezza di Boccaccini, Balducci ci mette due pezze su Formato e Cortesi sulla cui ribattuta Boccaccini spazza sulla linea. Al 32′ Sall, lanciato in profondità da Beretta, riesce a involarsi in porta sulla destra e Marconi in uscita respinge il tentativo di pallonetto.

Nel frattempo i tifosi biancorossi espongono in Curva due striscioni: uno di sostegno per i gemellati amici di Fano, città colpita ieri da alcune scosse di terremoto (“Fano non trema!“); e uno in ricordo del tifoso della Lazio Gabriele Sandri, ucciso 15 anni fa l’11 novembre 2007 dal poliziotto Luigi Spaccarotella (“Gabriele in eterno!“).

Il Carpi chiude la prima frazione in crescendo. Al 43′ Beretta crossa dalla destra, Sall provando la botta al volo alza un campanile che favorisce in uscita alta Marconi. Viene concesso 1′ di recupero e ancora Sall si addormenta in area su un’uscita dal basso errata di Marconi, sulla quale Sabotic e Rossini rimediano in extremis. Il primo tempo finisce sull’1-1.

 

Secondo tempo

In avvio di ripresa nessuna delle due squadre si impone sull’altra. Gli unici tiri sono Formato al 48′ e Muro al 61′, parati agevolmente da Balducci. Al 63′ il Carpi ritrova il vantaggio con un pizzico di fortuna: Sall sul fondo sinistro punta Rossini, il cross in mezzo viene deviato da Tarantino, la palla passa mettendo fuori causa Marconi e Cicarevic da zero metri deve solo spingere dentro.

Intorno al 70′ iniziano i primi cambi offensivi: Bagatti inserisce Villa per Arrondini, mentre Beretti si sbilancia aggiungendo in attacco Sala e Micheal (out i mediani La Vigna e Muro). Ranelli viene ammonito al 75′ e, in quanto diffidato, salterà la trasferta col Fanfulla. Poco dopo Cicarevic lascia il posto a Laurenti. Sall conferma i progressi scattando sulla destra all’81’ e impegnando in diagonale Marconi, costretto a una parata sporca in due tempi. Nonostante le sostituzioni, il Lentigione non riesce più a proporsi.

Al 90′ il Carpi conquista un rigore: su una punizione da destra di Beretta, il colpo di testa verso il primo palo di Laurenti viene deviato da un tocco di braccio da Micheal. Il trequartista ex Modena va sul dischetto e spizza Marconi con un piatto destro all’angolino. I 4′ di recupero concessi passano in grande serenità sulle note della Curva Bertesi-Siligardi.

 

Post-partita di Carpi-Lentigione 3-1

. Massimo Bagatti, allenatore del Carpi.

Abbiamo fatto nel complesso una grande prestazione. Siamo partiti forte, dopo l’1-1 ci siamo innervositi e nella ripresa ci siamo messi a posto. I ragazzi entrano sempre in campo per vincere. Non mi piace sentire discorsi riguardo il loro atteggiamento in campo. Su questo non si può discutere perché tutti sanno cosa significa indossare la maglia del Carpi e tutti, anche chi ha fatto meno minuti, dà il suo contributo. Sall è un attaccante importante, è quello che sa puntare meglio lo spazio in velocità e oggi il Lentigione, che a differenza della Correggese ha giocato a calcio, glielo ha permesso in alcuni momenti“.

 

. Gianluca Laurenti, centrocampista del Carpi.

Noi abbiamo attaccato dall’inizio trovando subito il gol, poi dopo il pareggio loro hanno ritrovato fiducia e preso il dominio del campo. Nel secondo tempo siamo stati bravi a riprendere la partita in mano e a legittimare la vittoria. Ora sto bene, purtroppo ho avuto qualche problemino a inizio stagione e ho dovuto faticare per tornare a disposizione. Mi fa piacere dare un contributo in questo fantastico gruppo che si merita grandi risultati. Non sapevo chi avrebbe tirato il rigore dopo l’uscita di Cicarevic, forse toccava a Beretta… L’avevo guadagnato io, ho chiesto di batterlo e ringrazio i compagni per avermi dato la possibilità“.

 

Laurenti

 

TABELLINO (Serie D Girone D 2022-2023 – 13a giornata – Andata)
CARPI-LENTIGIONE 3-1 (1-1 p.t.)
Reti: 13′ Beretta (C), 22′ Formato (L), 63′ Cicarevic (C), 91′ (rig.) Laurenti (C).

CARPI (4-3-1-2): Balducci 7; Casucci 6, Boccaccini 6, Calanca 6, Dominici 6 (83′ Ferraresi s.v.); Beretta 6,5, Yabrè 6 (92′ Olivieri s.v.), Ranelli 6 (79′ Bouhali s.v.); Cicarevic 7 (76′ Laurenti 6,5); Arrondini 5 (72′ Villa 5), Sall 6,5. A disp.: Kivila, Sabattini, Navarro, Stanco. All.: Bagatti 6.

LENTIGIONE (3-4-2-1): Marconi 5; Rossini 5, Sabotic 5, Tarantino 5; N. Cortesi 6 (68′ Iodice 6), Muro 5,5 (74′ Micheal 5), La Vigna 5,5 (68′ Sala 5), Bonetti 6; M. Cortesi 6 (60′ Lattarulo 5), Rossi 6; Formato 6,5. A disp.: Lugli, Moretti, Egharevba, Roma, Farinelli. All.: Beretti 6. 

Arbitro: Leonard Mihalache di Terni.
Ammoniti: Yabrè (C), Rossi (L), Ranelli (C), Sabotic (L), Micheal (C).
Espulsi: nessuno.
Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t

 

Pagelle top

Cicarevic (Carpi) 7: al 5′ gli annullano per fuorigioco l’1-0, Marconi gli respinge una fiondata all’11’, poi fornisce l’assist per il gol iniziale di Beretta e riporta l’A.C. in avanti segnando comodamente a porta vuota su suggerimento di Sall. Cerca spesso la giocata e mette in apprensione la difesa ospite. Raggiunge Arrondini in vetta con 5 reti. Leader tecnico insieme a Ranelli.

Balducci (Carpi) 7: nel peggior momento del primo tempo evita con due grosse parate il sorpasso del Lentigione. Nella ripresa non viene mai impegnato seriamente. Ha dato sicurezza nei momenti giusti.

Sall (Carpi) 6,5: si mangia tre gol nella prima parte e nel secondo tempo sembra non averne più (ha saltato due partite e a Correggio ha fatto passarella per 12′). Il senegalese non si arrende e il 2-1 è gran parte merito suo. Punta e scatta fino all’ultimo.

Formato (Lentigione) 6,5: bel terzo gol da ex al Cabassi, ma potevano essere 4 se non fosse stato per Balducci. Si batte per tutto il reparto e aiuta nella costruzione con buoni tempismi. Sale a 8 reti e stacca Guidone del Ravenna in classifica cannonieri.

 

Pagelle flop

Marconi e la difesa del Lentigione 5: dà l’impressione di essere fraglie in qualsiasi situazione e spesso ci mette del suo come nel quasi gol regalato a Sall dal portiere allo scadere del primo tempo o come è nata l’azione del 2-1 di Cicarevic. Rossini è l’unico pilastro rimasto, Tarantino è un centrocampista adattato e Sabotic (arrivato a metà ottobre dopo lo svincolamento dalla Carrarese) sta ritrovando il ritmo. Un reparto che da inizio stagione sente la mancanza di un leader come Zagnoni e di un portiere sicuro come Sorzi.

Muro e La Vigna (Lentigione) 5,5: danno un contributo importante nella reazione post 1-0 rubando palloni con una facilità disarmate, però si spengono totalmente nella ripresa e il Carpi ha ricominciato a dominare in mediana. Entrambi lasciano il campo per far entrare due punte (Sala e Micheal) che non daranno gli spunti sperati da Beretti.

 

 

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *