Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Carpi-Imolese 3-1: rossoblù affondati in 45′ da Cortesi e Saporetti

Scritto da il 16 Dicembre 2023

Il Carpi travolge l’Imolese nel primo tempo

 

Carpi

Fonte foto: Lugli-A.C. Carpi

 

Il Carpi stritola l’Imolese al Cabassi con un 3-1 frutto di un primo tempo spettacolare. Cortesi con una fulminante doppietta tra il 2′ e il 7′ e Saporetti al 45′ (per lui anche un palo al 4′) su assist dello scatenato Corte hanno inflitto ai romagnoli (tenuti in vita da un dubbioso rigore di Raffini al 15′) la quarta sconfitta consecutiva. Nella ripresa, controllata senza problemi, il portiere avversario Adorni ha evitato nel finale la goleada con almeno 4 parate.

L’A.C. sale al quinto posto nel Girone D di Serie D con 27 punti, a -3 dal Ravenna capolista e impegnato alle 17:00 in casa contro il Borgo San Donnino.

Il prossimo impegno, l’ultimo del girone di andata, sarà mercoledì 20 dicembre alle 14:30 allo Stadio Comunale contro il Certaldo.

 

Formazioni ufficiali

Serpini schiera il 4-3-1-2: in porta Lorenzi; in difesa Tcheuna, il nuovo arrivato Zucchini, Calanca e Sabattini (preferito a Cecotti); a centrocampo Forapani, Mandelli e D’Orsi; in attacco Cortesi dietro Saporetti e Sall.

D’Amore si presenta con il 3-5-2: in porta Adorni; in difesa Ciucci, Ale ed Elefante; a centrocampo Diawara, Vlahovic, Gulinatti, Manes e Konate; in attacco Rizzi e l’ex Raffini, preso durante la sessione invernale di mercato dal Roma City.

 

Primo tempo

Il fischio d’inizio è stato preceduto da un minuto di silenzio in memoria di Antonio Juliano, scomparso a 80 anni il 13 dicembre. Totonno fu campione d’Europa con l’Italia nel 1968 e storico centrocampista (diventato poi dirigente) del club della sua città natale, il Napoli (505 presenze e 38 gol dal 1961 al 1978), con una fugace parentesi al Bologna fino al ritiro nel 1979.

I GDL in Curva Bertesi-Siligardi suonano la carica con uno striscione: “Grinta e sudore. Insieme per la promozione“. Dopo 2′ il Carpi va subito in vantaggio: Saporetti crossa dalla destra, Cortesi si allunga in spaccata sul secondo palo e piega le mani di Adorni. La partenza dei biancorossi è travolgente e al 4′ sprecano il raddoppio: Forapani da sinistra serve Sall che tira sulla schiena di Ciucci, poi sul rimpallo Saporetti colpisce il palo a porta vuota.

Al 7′ il Carpi trova il 2-0 sfruttando un incredibile errore in uscita dal basso dell’Imolese: Saporetti riceve sui piedi un passaggio indecifrabile di Ale, appoggia per Cortesi che all’ingresso dell’area prende la mira e supera Adorni con un destro a giro benedetto dall’aiuto del palo.

L’Imolese è scossa, ma al 15′ pesca un rigore per un rivedibile tocco di braccio di Sabattini su un cross di Konate. Raffini segna il 2-1 incrociando basso col destro, nonostante il tuffo intuitivo di Lorenzi e i fischi di scoraggiamento del Cabassi. Al 17′ e al 19′ Lorenzi allontana due tiri insidiosi di Manes e Rizzi dal limite.

D’Amore al 30′ effettua due cambi: fuori il centrale Ale e il capitano Gulinatti, dentro Dall’Osso e Georgiev. La partita cala di ritmo fino al 45′, quando il Carpi sigla il 3-1 con una fiammata: Cortesi sfreccia sulla sinistra tra Ciucci e Vlahovic, crossa e Saporetti in scivolata insacca da zero metri (la palla aveva sbattuto di nuovo sul palo). Si va all’intervallo dopo 1′ di recupero.

 

Secondo tempo

Il Carpi parte come aveva iniziato e al 49′ cestina il poker con Forapani che, in area piccola, spara altissimo un invito dalla destra di D’Orsi velato col tacco da Saporetti. A parte questo squillo, la sfida non regala altre occasioni. L’Imolese attacca senza mordente, non dà segnali di svolta e si spegne lasciando spazi, quindi Calanca e compagni hanno vita facile per controllare il risultato con autorevolezza (anche attraverso le sostituzioni) e accelerare.

Al 79′ inizia l’assedio del Carpi: Sall, su assist dal fondo di Forapani, calcia da posizione ravvicinata sulle braccia di Adorni, ben posizionato tra i pali. Il portiere ospite è attento pure all’84’ su un colpo di testa di Saporetti, innescato da una torre di Calanca su corner di Mandelli. Adorni da solo sostiene l’Imolese e all’86’ chiude la porta col corpo a Saporetti, servito da un folle passaggio all’indietro di Daffe.

Vengono concessi 5′ di recupero. Al 92′ Sall in area appoggia dietro per Mandelli e Adorni con la mano destra si supera respingendo in corner. Finisce dunque 3-1 l’ultimo match del Carpi al Cabassi in questo 2023.

 

Post-partita di Carpi-Imolese 3-1

. Cristian Serpini, allenatore del Carpi.

Sono molto contento per questa grande prova dei ragazzi. Abbiamo avuto una notevole produzione di occasioni da gol e abbiamo indirizzato l’incontro nei primi minuti con la doppietta di Cortesi. In altri momenti siamo stati duri e bravi a rallentare il gioco, rischiando molto poco. Stiamo crescendo come squadra. Lorenzi non ha avuto paura ed è stato all’altezza. Nel primo tempo c’è stata qualche difficoltà contro i loro esterni, ma nella ripresa siamo andati meglio. Mercoledì 20 andremo in trasferta contro un Certaldo ostico. Vogliamo passare un Natale tranquillo e c’è un solo modo per farlo“.

 

. Andrea Mandelli, centrocampista del Carpi.

Per noi questa è la terza vittoria di fila in casa ed è bello regalare un’altra gioia ai nostri tifosi. Abbiamo fatto una bellissima partita, mostrando dall’inizio tanto agonismo e cattiveria. Dobbiamo avere maggiore continuità in trasferta, però è da un po’ di tempo che la squadra è sul giusto percorso per quel che riguarda le prestazioni. Facciamo la corsa su noi stessi. Tutti gli attaccanti stanno rendendo ottimamente, da Cortesi a Saporetti fino a Sall che sta crescendo e Arrondini che ha avuto un problema fisico. Zucchini l’ho conosciuto a Desenzano nella scorsa stagione e anche allora arrivò nel mercato invernale. Si tratta di un difensore importante in un reparto che tutti in questa categoria ci possono invidiare. Poteva fare il 4-1, volevo alzare un po’ di più la palla, il tiro è uscito a mezza altezza, però è stato bravissimo Adorni“.

 

La conferenza stampa di Mandelli e mister Serpini

 

 

TABELLINO (Serie D Girone D 2023-2024 – 16a giornata – Andata)
CARPI-IMOLESE 3-1 (3-1 p.t.)
Reti: 2′ e 7′ Cortesi (C), 15′ (rig.) Raffini (I), 45′ Saporetti (C).

CARPI (4-3-1-2): Lorenzi 6,5; Tcheuna 6 (72′ Verza 6), Zucchini 6,5, Calanca 6 (89′ Larhrib s.v.), Sabattini 6 (46′ Cecotti 6); Forapani 7, Mandelli 7, D’Orsi 7 (63′ Bouhali 6); Cortesi 8 (70′ Rossi 6); Saporetti 7,5, Sall 6,5. A disp.: Viti, Laamane, Ofoasi, Arrondini. All.: Serpini 7.

IMOLESE (3-5-2): Adorni 6,5; Ciucci 4 (74′ Mattiolo 5), Ale 4 (30′ Dall’Osso 6), Elefante 4,5; Diawara 6 (46′ Daffe 5), Vlahovic 5, Gulinatti 4,5 (30′ Georgiev 5), Manes 6 (51′ Capozzi 6), Konate 6; Rizzi 5, Raffini 6. A disp.: Laukzemis, Garavini, Manzoni, Gospodinov. All.: D’Amore 5.

Arbitro: Francesco Aloise di Lodi.
Ammoniti: Ciucci (I), Georgiev (I), Tcheuna (C), Mattiolo (I), Verza (C).
Espulsi: nessuno.
Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

 

Pagelle top

Cortesi (Carpi) 8: mette la gara sui binari giusti con una doppietta tra il 2′ e il 7′, ispirata da Saporetti e dalla discutibile difesa dell’Imolese. Crea scompiglio in ogni zona di campo e fa impazzire qualsiasi rivale incaricato di contenerlo. Al 45′, in una fase di stallo, si inventa l’assist del 3-1 con una volata travolgente sulla fascia sinistra.

Saporetti (Carpi) 7,5: assiste Cortesi nell’avvio bruciante dei biancorossi, prende un palo a porta vuota al 4′ e si vendica al 45′ in una situazione simile, finalizzando un assolo favoloso di Corte e festeggiando il nono gol da carpigiano. Due super parate di Adorni all’84’ e all’86’ gli negano la doppietta.

Il centrocampo del Carpi 7: assolutamente superiore per qualità, atletismo, pressione e fame di vittoria. Forapani e Mandelli sono andati vicini al gol, peccando però di mira. D’Orsi è uscito mezzo acciaccato, dimostrando la solita versatilità sui due fronti.

Serpini (all. Carpi) 7: una partenza a razzo per tramortire l’Imolese e una gestione saggia del risultato, correndo zero rischi e flirtando nel finale a senso unico con un risultato che meritava di essere più abbondante.

Zucchini (Carpi) 6,5: debutta con autorità e non fa toccare palle di rilievo a Rizzo e Raffini. Usato sicuro e subito a disposizione di Serpini.

Adorni (Imolese) 6,5: negli ultimi dieci minuti evita il 4-1 del Carpi con 4 parate su Sall, Saporetti (2) e soprattutto Mandelli al 92′.

 

Pagelle flop

Imolese 4,5: dopo un girone di andata vissuto quasi sempre vicino al primo posto, la quarta sconfitta consecutiva evidenzia tutti i problemi di una squadra che, dopo la retrocessione dalla Serie C, era considerata una favorita per la vittoria del Girone D. Eccetto il rigore trasformato da Raffini e due tiri da fuori di Manes e Rizzi, l’Imolese non ha mai dato l’impressione di poter almeno pareggiare. Inoltre a complicare tutto ci hanno pensato una difesa disattenta e disastrosa nella costruzione dal basso (il 2-0 al 7′, generato da un erroraccio di Ale, è stato un vero colpo da KO); un centrocampo lento e carente di idee; e un attacco statico. I pochi che si salvano sono il portiere Adorni (in grande evidenza nel finale) e gli esterni Diawara e Konate.

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *