Caffè Lungo: RivelAzione

Ieri sera, dopo una giornata passata davanti al computer a scrivere, ho deciso di fare due passi e di andare a trovare un caro amico a casa sua. Ci conosciamo da sette anni, ma è come se ci conoscessimo da sempre. Quando ci troviamo per una chiacchierata, posso dire di vivere un momento di aria fresca.

Mi ha raccontato di aver parlato al telefono con un uomo e di avergli detto: “Lei è proprio una bella persona”, facendolo emozionare poiché, a detta di quest’ultimo, nessuno in tanti anni gli aveva mai detto una frase del genere. Il discorso è virato sulla vita di tutti i giorni; la stessa vita in cui spesso ci capita di dare maggior importanza alle cose effimere (un ritardo, un pagamento in ritardo, non trovare posto con la macchina…), rilegando nella casella “varie ed eventuali” quello che invece è il sapore della vita.

Che sia un abbraccio, una frase detta col cuore, l’umiltà di chiedere scusa e fare pace, un gesto sincero fatto senza pretendere nulla in cambio: piccoli istanti di luce che cambiano la giornata da esistenza a vita. Basta così poco e non costa nulla, eppure spesso ce ne dimentichiamo. Guardando il mondo in maniera razionale, veniamo assaliti da ansie, paure, rabbia e dubbi. Basterebbe solo aprire un po’ il cuore, ogni giorno con piccoli gesti, per renderci conto di quanta bellezza ci circonda. E non parlo di paesaggi, parlo del mondo intorno a noi, fatto di persone, di cose, di gioie e di emozioni.

Lo scopo di Caffè Lungo è quello di stimolare una riflessione; oggi no. Oggi spero solo di avervi regalato un momento felice, proprio come quello che ho vissuto io. È in momenti come questo che mi accorgo di quanto sia vera la frase di quello splendido film con Robin Williams “Al di là dei sogni”: “Il pensiero è reale, la materia è illusione”. Federico Bonati