Basket Serie A2 Est: Thomas gela la Grana Padano Arena e beffa gli Stings allo scadere

Al termine di una gara equilibrata, è un buzzer beater di Aaron Thomas a beffare la Pompea Mantova e a dare la terza vittoria di fila a Montegranaro.

La Pompea inizia con un attacco fluido e una difesa intensa e dopo quattro minuti gli Stings sono avanti 7-2. Montegranaro fatica a mettere in partita Thomas e Thompson ben chiusi dalla retroguardia biancorossa. Lawson fa il vuoto dentro l’area ed è bravo a rispondere ai costanti raddoppi difensivi gialloblù. A tenere viva la Poderosa è l’ex di turno Valerio Cucci che crea pericoli da sé e per i compagni. L’ingresso di Maspero per Mantova dà ulteriore pericolosità agli Stings ed è proprio grazie alle giocate del play virgiliano che i padroni di casa chiudono sul 21-15 il primo quarto.

Nel secondo periodo di gioco Montegranaro aumenta la pressione offensiva costringendo gli Stings ad andare in bonus dopo appena 150 secondi. Mantova compensa questo difetto con un attacco che si mostra costantemente pronto nel far circolare palla. Gli 11 punti di Visconti garantiscono il +9 alla Pompea che subisce però il rientro della Poderosa, la quale segna praticamente sempre dalla lunetta (17/18 a cronometro fermo nei primi 20 minuti). Thompson entra in gara mettendo canestri importanti e rispondendo a Maspero per il 43-39 con cui si va al riposo lungo.

Al rientro dalla pausa esce meglio Montegranaro con Thomas che entra in partita con sei punti consecutivi. La Poderosa prima pareggia e poi supera Mantova sul 49-47 con due liberi di Cucci. Nel momento di maggior difficoltà degli Stings s’innesca Clarke che con 8 punti dà una piccola svolta all’attacco mantovano. Il play americano si sblocca dopo 20 minuti a 0 punti e ridà il +8 agli Stings. Thomas e Thompson accorciano di nuovo, ma Ghersetti e Maspero trovano il 67-58 al 30’.

Nell’ultimo quarto Montegranaro cresce notevolmente in difesa e recupera in meno di 80 secondi 4 punti. Mantova attacca a sprazzi affidandosi alle iniziative personali senza riuscire a costruire il break per rimettere a distanza la Poderosa. Con Montegranaro sul -2 (73-71 al 37’) coach Finelli chiama timeout e al rientro Mantova realizza un parziale di 5-2 con cui sembra aver riacquistato la padronanza della partita. Gli ospiti però non mollano e agganciano gli Stings con la bomba di Serpilli. Sull’ultima rimessa Thomas segna da oltre 7 metri la bomba che gela la Grana Padano Arena e regala il terzo successo di fila a Montegranaro.

 

Pompea Mantova – XL Extralight Montegranaro 78-81 (21-15, 22-24, 24-19, 11-23)
Pompea Mantova: Mario jose Ghersetti 16 (3/3, 3/7), Kenny Lawson jr. 15 (6/11, 0/4), Rotnei Clarke 13 (2/3, 3/6), Lorenzo Maspero 11 (3/3, 1/2), Riccardo Visconti 11 (2/3, 1/4), Tommaso Raspino 9 (4/6, 0/2), Matteo Ferrara 2 (1/1, 0/0), Giovanni Poggi 1 (0/1, 0/0), Alvise Sarto 0 (0/2, 0/1), Andrea Colussa 0 (0/0, 0/0), Alessandro Vigori 0 (0/0, 0/0), Andrea Epifani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 22 – Rimbalzi: 30 6 + 24 (Kenny Lawson jr. 9) – Assist: 18 (Lorenzo Maspero 4)
XL Extralight Montegranaro: Aaron Thomas 22 (4/8, 2/5), Valerio Cucci 17 (4/4, 1/1), James Thompson iv 12 (5/6, 0/0), Davide Bonacini 11 (2/7, 1/4), Michele Serpilli 10 (2/3, 2/6), Roberto Marulli 4 (2/4, 0/3), Luca Conti 4 (2/3, 0/0), Riccardo Cortese 1 (0/1, 0/3), Gabriele Miani 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Angellotti 0 (0/0, 0/0), Matteo Berti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 23 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Valerio Cucci 10) – Assist: 12 (Luca Conti 3)

(Foto Marco Donati)