Basket Serie A2 Est: Mantova batte anche Orzinuovi e ingrana la quarta

La Pompea Mantova coglie la quarta vittoria consecutiva contro Orzinuovi. L’Agribertocchi non si sblocca in trasferta.

Inizio positivo da parte della Pompea Mantova che con Lawson e Ghersetti sul 7-0 dopo 90 secondi. La reazione di Orzinuovi non si fa attendere con Mekowulu e Galmarini che rispondono con un contro break di 6-0. Gli Stings sembrano però essere in serata, soprattutto dal punto di vista offensiva. L’attacco è fluido e Orzinuovi va in difficoltà nel coprire il perimetro concedendo qualche metro di troppo a Lawson e Clarke. Orzinuovi non molla e rientra in partita rimettendosi sul -4, ma sono i giovani biancorossi a portare Mantova sul +8. Un nuovo acuto dei bresciani fissa il risultato sul 21-18 al termine del primo quarto.

L’avvio di secondo quarto si apre col -1 di Orzinuovi e soprattutto una brutta caduta sulla testa per Riccardo Visconti, il quale rientrerà in campo solo a fine quarto. L’Agribertocchi si mantiene a contatto con gli Stings capitalizzando tutte le occasioni a cronometro fermo, mentre Mantova allunga grazie alla qualità dal perimetro. Tra i protagonisti c’è anche il giovanissimo Vigori, presente a rimbalzo offensivo e complessivamente attento in difesa. In difesa brilla anche Raspino, autore di due clamorose stoppate. Proprio grazie ad un’ottima difesa e ad un attacco in palla, la Pompea scappa sul +13 (40-27 al 17’). L’Agribertocchi risponde ancora con Mekowulu e Bossi e si va al riposo lungo sul 45-34.

Nel terzo quarto la Pompea parte bene ancora una volta e con Clarke e Lawson si porta sul +18. Orzinuovi fa tanta fatica a segnare e a trovare continuità in attacco, tanto che il primo canestro arriva solo dopo tre minuti abbondanti del terzo quarto. La difesa di Mantova lavora bene e isola Mekowulu e Bossi riducendo al minimo la pericolosità. Gli Stings si mantengono costanti in fase offensiva e non cedono alle iniziative dell’Agribertocchi. Al 30’ Mantova è avanti 64-46.

Orzinuovi prova a riaprire l’incontro con un break di 6-0 mettendo in campo una prestazione più lucida rispetto alla Pompea. I biancorossi sbagliano diversi tiri aperti e ridanno fiducia agli ospiti che però sprecano le loro opportunità per tornare sotto la doppia cifra di svantaggio. L’episodio chiave è il gioco da 4 punti di Clarke che arriva nel momento più delicato della partita. Negli ultimi cinque minuti la Pompea amministra il vantaggio e schiera in campo anche Colussa e l’esordiente Tognoni.

Pompea Mantova – Agribertocchi Orzinuovi 81-70 (21-18, 24-16, 19-12, 17-24)
Pompea Mantova: Rotnei Clarke 27 (4/7, 5/8), Kenny Lawson jr. 19 (4/9, 2/4), Tommaso Raspino 8 (3/5, 0/2), Matteo Ferrara 6 (3/3, 0/0), Lorenzo Maspero 4 (2/3, 0/3), Alessandro Vigori 4 (2/3, 0/1), Andrea Colussa 4 (0/0, 1/1), Alvise Sarto 3 (0/0, 1/6), Mario jose Ghersetti 2 (0/2, 0/5), Riccardo Visconti 2 (1/3, 0/3), Giovanni Poggi 2 (0/1, 0/0), Davide Tognoni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 26 – Rimbalzi: 40 12 + 28 (Kenny Lawson jr. 9) – Assist: 18 (Rotnei ClarkeTommaso Raspino 5)
Agribertocchi Orzinuovi: Christian Mekowulu 22 (6/11, 0/0), Stefano Bossi 18 (4/10, 1/4), Lorenzo Galmarini 10 (4/6, 0/0), Salvatore Parrillo 7 (2/2, 0/4), Giacomo Siberna 6 (2/2, 0/2), Tarin Smith 5 (2/8, 0/2), Massimiliano Ferraro 2 (1/1, 0/1), Matteo Negri 0 (0/1, 0/0), Marco Perin 0 (0/0, 0/1), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 25 / 30 – Rimbalzi: 27 5 + 22 (Christian Mekowulu 14) – Assist: 9 (Stefano Bossi 4)

 

(Foto Marco Donati)