Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

VIRTUS UBERALLES

Scritto da il 2 Gennaio 2024

Pablo Laso al Bayern è chiamato ad una stagione 2023/24 di Eurolega nella quale consolidare i valori e migliorare la classifica dello scorso anno. Domani la Virtus cercherà la rivincita contro i tedeschi alla Segafredo Arena .

Il Bayern 2023/24 costruito dalla coppia dietro la scrivania Pesic-Baiesi è un mix di novità, con 8 nuovi arrivati, e di consolidamento di quanto costruito nelle stagioni scorse con le imprese memorabili di Trinchieri. E per gestirlo ha uno dei più grandi allenatori di sempre, Pablo Laso

Nel mercato estivo il cambiamento più significativo è  stato in primis l’arrivo di Ibaka (nella foto).    Il lungo congolese e naturalizzato spagnolo torna in Europa dopo oltre 14 anni. Lasciò il Manresa nel 2009 per avviare la sua carriera nella NBA, dove ha registrato 919 partite con le maglie di Thunder, Magic, Raptors, Clippers e Bucks. A Toronto, nel 2019, ha vinto il titolo NBA.

La scorsa stagione a 33 anni ha giocato a Milwaukee con un contratto al minimo salariale, registrando una media di 4,1 punti e 2,8 rimbalzi in 16 partite. Ma ha medie in carriera nella NBA di 12,0 punti, 7,1 rimbalzi e 1,9 stoppate in 919 partite (di cui 697 da titolare) in 14 stagioni.

Hanno lasciato invece la Baviera Cheatam, Sisko, Walden, Zipser, Jaramaz, Winston e Seeley oltre al ritiro della leggenda Othello Hunter, e sono arrivati Bolmaro, Edwards, Booker, Francisco, Weidemeann, Brankovic ed infine Ibaka.

Rivoluzione ma su uno zoccolo duro firmato Weiler-Babb, Bonga, Lucic ed Obst sul quale si può ripartire, senza dimenticare l’entusiasmo che può derivare dalla presenza di tre campioni del mondo : Giffey, Bonga ed Obst.

IL ROSTER

GUARDIE – Bolmaro, Francisco, Weiler-Babb, Edwards, Obst

ALI – Bonga, Giffey, Lucic, Wimberg, Radoncic

CENTRI  – Booker, Ibaka, Brankovic

Coach : Pablo Laso

Oltre all’arrivo di Ibaka si nota il ritorno in Europa dell’italo argentino Leandro Bolmaro  (9,8ppp e 3,4 ass.) che, anche se deludente nel tiro da tre, è un profilo in grado di fare la differenza per la sua poliedricità e la capacità di esser un fattore prevalentemente in difesa per la sua taglia e le recuperate.

A loro fianco il razzente Sylvain Francisco (10,2 ppp e 3,3 ass), uno dei pochi a salvarsi nel disgraziato mondiale francese e reduce da un’ottima stagione al Peristeri .

Ed il gioco esterno, vista anche ad una migliore integrazione di Carsen Edwards (11,5 ppp) è di grande interesse.  Utile sinora anche Weiler Babb (6,9 ppp e 3,6 reb), limitatamente ai suoi mezzi, ma con un PIR di 9.7.

Inoltre la guardia Andy Obst visto ai mondiali è da considerarsi un giocatore potenzialmente devastante (7,9ppp col 38% da tre) ed è quasi automatico pensare, vista la presenza di Laso in panchina, ad un suo utilizzo in stile Jaycee Carroll al Real.

Rispetto alla partita di andata ci sarà l’ala serba di 2,04 Vladimir Lucic , uomo chiave ed uno dei migliori interpreti nel ruolo in Eurolega, rientrato da un infortunio il 20 dicembre. Mancherà invece il PF di 2,06  Gillespie ora passato alla Stella Rossa dopo aver deluso in Germania.

E se parliamo ali piccole come non ricordare la presenza ubiqua di Isaac Bonga (8,5 ppp e 5,6 reb) cui danno respiro l’ex UConn Giffey ed il serbo Radoncic per qualche minuto.

Al centro insegna basket Sergi Ibaka che in 24 minuti porta 12,3 ppp. col 41% da tre e 6,9 reb.    A lui si affianca come PF o lo sostituisce un ottimo Devin Booker, il 2,05 che al Fenerbahce non aveva  mantenuto le promesse del suo talento  ma che nel Bayern di oggi  contribuisce con 9,1ppp. e 5,8 reb. in 27 minuti.

Ultimamente si alza dalla panchina per qualche minuto anche il serbo 23enne di 2,17 Danko Brankovic, che ancora abbisogna di esperienza ma già fa ombra sotto le tabelle.   E se la squadra dipende molto dal rendimento dei lunghi non si può non notare come nello spot di centro sia un po’ corta per provare ad eccellere.

Oggi il Bayern non pare una squadra da Playoff, ovvero da primi 6 posti, e nemmeno forse da primi 10, trovandosi in classifica con altre quattro dall’8° al 12°posto, con 9 vinte ed 8 perse. Mentre nella BundesLiga sono al 3° posto con un mediocre 6-3.

Nell’andata del 30 Novembre con la Virtus i tedeschi vinsero 90 a 76 con 24 ppp , 13 reb e 34 di PIR di Ibaka e pare particolarmente tempestivo potergli contrapporre Ante Zizic.

I bavaresi hanno un allenatore grandissimo che questa lega l’ha vinta due volte ma sinora in trasferta hanno un record molto scarso, con 2 vittorie e 7 sconfitte, con una media nelle ultime 5 trasferte di 86 punti subiti e 80 segnati da contrapporre domani agli 84,4 e 78 della Virtus nelle 5 vittorie in casa.

I tedeschi sembrano siano domani al completo mentre la Virtus sarà priva di Dobric e Cacok ma dovrebbero esordire i neo arrivati Lomasz e Zizic.

ARBITRI :  UROS NIKOLIC (SRB) MARIO MAJKIC (SLO) , ALBERTO BAENA (SPA)

BOOKMAKERS : la Virtus è data favorita a 1,40 contro il 2,8 dei bavaresi.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *