Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Teatro Storchi, Modena: al via mercoledì il contest hip-hop Dance ‘N’ Clash

Scritto da il 19 Dicembre 2022

È possibile portare la strada a teatro? Questa è la sfida di Dance ‘N’ Clash, il contest che mercoledì 21 dicembre alle 20.30 apre le porte del Teatro Storchi di Modena

 

 

Evento all’insegna dell’hip-hop quello che avrà luogo al Teatro Storchi di Modena il prossimo 21 dicembre: tema principale del contest saranno tutte le derivazioni del genere fra cui afro dance, danza contemporanea e hit dem folks.

L’evento è realizzato in collaborazione con lo Spazio Happen e si inserisce nell’ambito della rassegna di ERT Carne, il focus di drammaturgia fisica a cura di Michela Lucenti.

Ed è proprio l’artista residente in ERT che insieme alla sua compagnia Balletto Civile ha portato a Modena lo scorso autunno il progetto 10 Di/Versi.

Madrigali contemporanei, coinvolgendo lo spazio Happen, centro nato nel 2012 in un quartiere difficile della città, l’R-Nord. Obiettivo del luogo è quello di offrire un punto di ritrovo ai più giovani, in cui incontrarsi nel tempo libero per discutere sui bisogni della comunità.

 

La nascita dell’idea

In questo contesto, Balletto Civile ha conosciuto un gruppo di ragazzi che gareggia a colpi di hit dem folks, una tendenza del momento molto popolare nell’ambito dell’hip-pop americano. Grazie ai social il genere si è fatto strada anche a Modena, richiamando in città centinaia di giovanissimi danzatori che si fronteggiano in diverse “battle”.

Da qui l’idea di invitare la città a partecipare a un contest che coinvolga non solo i ballerini di hit dem folks ma anche di afro, contemporanea e hip-hop: al Teatro Storchi quindi un gruppo selezionato di ragazzi dai 14 ai 25 anni è protagonista di una competizione finale rimessa al giudizio di un’esclusiva giuria composta dalla stessa Michela Lucenti, la danzatrice e insegnante Martina La Ragione, il giovane ballerino di hit dem folks Justin Ofori Sei, il danzatore afro e formatore Djibril Camara e infine il danzatore e coreografo francese Aziz El Youssoufi, protagonista di un altro spettacolo del focus Carne, Chibani in programma il 22 dicembre a Drama Teatro di Modena.

Il primo premio in palio è un buono del valore di 300 euro da spendere in una scuola di danza; è previsto anche il premio del pubblico: la Card Carne, un abbonamento a quattro spettacoli a scelta della rassegna Carne valido in tutti i teatri ERT della Regione.

 

I protagonisti dell’evento

 

Michela Lucenti

Michela Lucenti è coreografa e danzatrice. Conosce la compagnia di Pina Bausch attraverso i suoi danzatori Beatrice Libonati e Jan Minarik e, frequentando la Scuola del Teatro Stabile di Genova, incontra la ricerca di Jerzy Grotowski negli insegnamenti di Thomas Richards.

Dopo l’esperienza de L’impasto con Alessandro Berti, nel 2003 fonda Balletto Civile, progetto artistico animato da una forte tensione etica e caratterizzato da un linguaggio scenico totale.

Tra il 2005 e il 2007 collabora con Valter Malosti nelle creazioni The Sound of a Voice di Glass, Disco Pigs di Walsh, Nietsche/Ecce Homo, Macbeth e Venere e Adone da Shakespeare.

Nel 2007 Ismael Ivo la coinvolge alla Biennale di Venezia ne Il mercato del corpo e le commissiona Creatura (2008). Dal 2022 Michela Lucenti è artista associata di ERT / Teatro Nazionale.

 

Aziz El Youssoufi

Aziz El Youssoufi ha iniziato a ballare hip-hop nel 1995 nel nord della Francia. Ha co-fondato la compagnia Amalgam con l’obiettivo di creare ponti tra l’hip-hop e altri mondi della performance dal vivo.

Forma ballerini in Italia, Grecia e Paraguay attraverso workshop e masterclass, in cui sviluppa il rapporto tra danza e musica; tiene inoltre laboratori nel quartiere di Harlem a New York.

Entra a far parte della compagnia l’Embardée con lo spettacolo ZIP nel 2010, scoprendo poi il testo come continuità del movimento. Attualmente prosegue il percorso di ricerca, anche lontano dal suo ambiente artistico originario, per esplorare e scoprire nuove possibilità di sublimazione del naturale attraverso l’arte in tutte le sue forme.

 

Martina La Ragione

Martina La Ragione lavora come ballerina per diversi coreografi internazionali tra i quali Carolyn Carlson, Robert Wechsler, Lenka Flory, Gabriella Maiorino, Romeo Castellucci e Cindy Van Acker.

Fa parte del team docenti del corso di formazione professionale Art Factory International, sotto la direzione artistica di Brigel Gjoka, danzatrice della Compagnia Forsythe.

È anche insegnante presso ANFIBIA, piattaforma educativa di danza di Bologna, Leggere Strutture, diretto dal danzatore e coreografo Carlo Massari.

 

Justin Ofori

Justin Ofori è un giovane danzatore di hit dem folks che negli ultimi anni si è distinto sulle piattaforme social come Instagram e Tik Tok. Ha collaborato con diversi artisti della scena musicale rap e trap, esibendosi su importanti palchi della scena musicale contemporanea.

 

Djibril Camara

Djibril Camara è originario della Guinea e da 9 anni danza nel gruppo Black killers (afro, ballet, e coupe décalé). Dal 2017 collabora come insegnate con diverse realtà del territorio tra cui Lasse di Carpi (salsa cubana, zumba e afro) e la scuola Soltero (salsa). Attualmente è formatore per ballerini agonisti alla Dym Dance di Modena (balli latini).


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *