Serie A2 Verde: Mantova supera Biella e riparte dopo due stop consecutivi

Quarto successo in campionato per la Staff Mantova che dopo le due sconfitte con Torino e Tortona torna a vincere contro Biella per 92-80.

Buon avvio di partita per gli Stings che trovano un ottimo contributo di Ghersetti e Weaver. Biella costruisce in fase offensiva, ma fatica a concretizzare e Mantova si trova così sul 7-0 dopo tre minuti. Miaschi realizza la prima bomba della partita e lancia così la reazione biellese, anche se la Staff ha un Ghersetti davvero ispirato. Il capitano degli Stings realizza 10 punti in un quarto senza errori al tiro e conduce i suoi fino al +11. Biella mostra energia sotto canestro, ma fatica a concretizzare le sue opportunità. Gli Stings prendono così il largo chiudendo il primo quarto sul 27-16.

Nel secondo periodo di gioco l’Edilnol mette in campo maggiore intensità appoggiandosi a Lugic. Il serbo realizza 11 punti in 5 minuti a cavallo tra primo e secondo quarto  lancia la riscossa biellese. Mantova respinge l’assalto affidandosi a James e Maspero e torna in vantaggio sul +12. Laganà inizia a prendere fiducia e con tre canestri consecutivi riapre completamente l’incontro sul -5 (39-34 al 17’). Nel momento di maggiore sforzo di Biella, la Staff risponde presente con un letale Christian James. Ceron bagna il suo esordio in maglia Mantova con una bomba da 9 metri e Mantova va al riposo lungo in vantaggio 50-38.

L’inizio del secondo tempo è di marca Stings con James e Weaver che si rendono ancora protagonisti. Mantova continua ad essere fluida in attacco, mentre in difesa gli errori si contano col contagocce. La Staff va sul +14 con la partita che sembra in controllo, ma ci pensano Miaschi e Hawkins a tenere vive le speranze di Biella (62-52 al 26’). Sono sempre James e Weaver però a dare una nuova spallata alla partita mettendo la Staff sul +18 al 30’ (70-52).

Nell’ultimo quarto Mantova cerca di abbassare i ritmi per controllare il vantaggio. Biella rimane con la testa nell’incontro e comincia a rosicchiare punti importanti affidandosi alle giocate del solito Laganà. Per gli Stings la palla gira meno in attacco può così farsi sotto minacciosamente. La Staff non chiude colpevolmente l’incontro e concede ai piemontesi di riaprire la contesa (81-73 a 100 secondi dalla fine). Lugic e Miaschi ci credono e mettono il -4, ma Mantova si scuote e si affida a James per togliere le castagne dal fuoco. Gli ultimi 30 secondi sono di pura accademia con le triple mantovane e biellesi che correggono il punteggio finale.

Staff Mantova – Edilnol Biella 92-80 (27-16, 23-22, 20-14, 22-28)
Staff Mantova: Christian James 20 (6/10, 2/4), Riccardo Cortese 20 (2/4, 4/9), David Weaver 17 (8/13, 0/0), Mario jose Ghersetti 15 (4/5, 1/3), Davide Bonacini 5 (2/8, 0/0), Matteo Ferrara 5 (1/2, 1/1), Luca Infante 4 (2/2, 0/1), Lorenzo Maspero 3 (0/1, 1/3), Marco Ceron 3 (0/1, 1/2), Bogdan Mirkovski 0 (0/0, 0/0), Andrea Albertini 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Ziviani 0 (0/1, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 19 – Rimbalzi: 34 10 + 24 (David Weaver 8) – Assist: 18 (Davide Bonacini 6)
Edilnol Biella: Marco Lagana 19 (5/7, 3/7), Federico Miaschi 19 (3/5, 4/8), Deontae Hawkins 17 (5/11, 2/5), Lazar Lugic 16 (5/7, 2/5), Jakub Wojciechowski 4 (2/6, 0/1), Gianmarco Bertetti 3 (0/0, 1/4), Nicola Berdini 2 (1/1, 0/4), Simone Barbante 0 (0/1, 0/1), Niccolò Moretti 0 (0/0, 0/0), Luca Vincini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 2 / 6 – Rimbalzi: 37 15 + 22 (Deontae Hawkins 10) – Assist: 17 (Nicola Berdini 5)

(Foto Marco Donati)