Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

L’Ora Rossa – L’attore Antonello Costa a Radio 5.9: “Teatro abbandonato dal Governo, serve ripartire in sicurezza. Il mondo dello spettacolo è un patrimonio del nostro Paese”

Scritto da il 28 Aprile 2020

A “L’Ora Rossa” di questa sera è intervenuto l’attore Antonello Costa con una importante testimonianza sulle sfide che oggi si trovano ad affrontare gli artisti  e le maestranze dello spettacolo, settore tra i più colpiti dal lockdown causato dall’emergenza coronavirus:

“Il settore dello spettacolo vive un momento drammatico, ci sentiamo abbandonati dalle Istituzioni. Sembrerebbe che potremo tornare operativi a dicembre, ma ciò che ci interessa è poter tornare a lavorare in sicurezza, abbiamo bisogno di date certe e degli strumenti per far sentire sicuro il nostro pubblico. 

Gli addetti al nostro settore, artisti, maestranze e tecnici sono senza stipendio e i 600 euro purtroppo non bastano, ricordo che siamo bloccati dal 3 di marzo. Solo per quando riguarda il nostro spettacolo sono coinvolte undici persone oltre a una ventina considerando sarti, tecnici e così via. Solo per il mese di maggio abbiamo dovuto cancellare ben 25 date a Milano. 

Attualmente sono bloccato in Sicilia, la mia terra d’origine, nonostante risieda stabilmente a Roma. Qui la percezione è diversa da quella del Nord, parliamo di alcune regioni del Sud che si trovano quasi a contagio zero e il bisogno di lavorare è tanto. 

Viviamo in un Paese molto strano. Lo Stato prevede aiuti dati ai grandi Teatri, il problema è relativo ai tanti piccoli teatri che fanno un lavoro straordinario nei territori ma, nonostante ciò, ad oggi non sono adeguatamente considerati. Il presidente Conte nella sua ultima conferenza stampa ha dimostrato di essere bravo a parale a lungo senza dire nulla. Se non si lavora dovrebbero esser sospese le utenze, le tasse e tutte quelle spese che gravano oggi sulle famiglie.

Inizialmente non volevo fare nulla pensando alla tragedia che stiamo vivendo. Tuttavia col passare delle settimane mi sono reso conto di quanto le persone, proprio a causa della drammaticità del momento, avessero bisogno di tornare a sorridere. Sono attivo sui social per regalare un sorriso alle persone che mi seguono e spero che quanto prima potremo tornare a teatro a fare il nostro lavoro, vicini al pubblico straordinario che da tanti anni ci segue.”

Ogni giorno alle ore 19.00 e la domenica alle ore 15.00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa