L’Ora Rossa – Il CEO di Reagens Spa e Presidente ESPA Ettore Nanni a Radio 5.9: “Affrontare questa sfida con prudenza e lavoro di squadra come comunità. In futuro più opportunità per i giovani imprenditori”

A “L’Ora Rossa” di questa sera è intervenuto l’industriale Ettore Nanni, CEO di Reagens Spa e Presidente ESPA (European Stabiliser Producers Association), che ha parlato dell’emergenza coronavirus nel settore della chimica e rispetto ai vari paese in cui il suo gruppo è presente:

“La reazione a questa emergenza è stata differente da paese a paese.  Complessivamente in Europa la situazione non è del tutto negativa. Gli Stati Uniti stanno per certi versi privilegiando la parte economica rispetto alla salute. Mentre in Argentina e in India gli stabilimenti sono chiusi in osservanza delle leggi locali.  

Per quanto riguarda le meritorie decisioni dell’Europa sul pvc, dove sono stati banditi gli stabilizzanti al piombo e dove si è scelto di promuovere lo sviluppo massiccio nel riciclo meccanico di questo polimero, ci auguriamo che, vivendo in un mondo comunque interconnesso, gli stessi provvedimenti vengano seguiti anche da altri paesi e che decisioni in contrasto col rispetto dell’ambiente non vengano prese con la scusante di questa emergenza sanitaria.

Ho sempre pensato che la vita di un’azienda e lo sport siamo due contesti che hanno aspetti in comune, come la necessità di provare ad andare oltre i propri limiti, affrontare delle sfide gestendo le situazioni di pericolo con prudenza, essere consapevoli dei propri vincoli e, come per l’alpinismo andando in cordata, è fondamentale capire come siamo legati gli uni con gli altri. 

C’è molto bisogno di intraprendenza giovanile, nell’Italia che io mi auguro di vedere in futuro, un paese che faccia parte di un’Europa federale, ci potranno essere molte opportunità per fare impresa da un punto di vista di normativa, finanziamenti e possibilità concrete.   

Ogni giorno alle ore 19.00 e la domenica alle ore 15.00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa