Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

La Virtus regge solo un tempo contro il Maccabi 95-78

Scritto da il 11 Gennaio 2024

Nella foto Virtus di Matteo Marchi : Marco Belinelli capitano e top scorer a Belgrado contro il Maccabi, i suoi 24 punti col 58% da 3 non sono stati però sufficienti ad evitare la sconfitta

Maccabi Tel Aviv vs Virtus Segafredo Bo finale = 95-78  1°q  18-21  2q 46-45  3q  70-60  arbitri : Rocha, Perez, Bissang

Maccabi Tel Aviv : Cleveland 1 Webb III  3  Brown 12  Baldwin IV  22  Menco 2  Sorkin 13  DiBartolomeo 16  Rivero 8  Cohen n.e.  Mayer 0  Nebo 4 (12 rimbalzi)  Colson 14   all.re  Kattash

Virtus Segafredo Bo : Cordinier 13 Lundberg 2 Belinelli(k)  24 Pajola  2  Mascolo  n.e.  Lomazs n.e.  Shengelia 9 Hackett 8  Polonara 4  Zizic 8 (5 rimbalzi)  Dunston 3  (9 rimbalzi) Abass 5   all.re     Banchi

da 2 Maccabi 19  su  44 , 43,2 %  ; Virtus  19 su  33 , 57,6  % ; da 3 Maccabi 13 su 25 , 52 %  ; Virtus 11 su 31 , 35,5 % ; tiri liberi Maccabi  18 su 20 , 90 %,  Virtus 7 su 15 , 46,7 % ; Falli commessi : Maccabi 20       Virtus 21 ; rimbalzi Maccabi 38 ( 10 off)  Virtus 32 ( 7 off) ;  palle perse Maccabi 9 ,  Virtus 14 ; palle recuperate Maccabi  7, Virtus 7  ; assist Maccabi 17  Virtus  19 ; valutazione   Maccabi 112 Virtus 77

Nel secondo tempo la Virtus si spegne

Si è giocato in uno scenario inusuale e un pò spettrale. Il silenzio del vecchio Pjionir oggi Aza Nikolic Hall è un pò inquietante. Si sentono le voci e le urla dei giocatori in campo e quelle degli allenatori in panchina. Per il Maccabi questa è la norma in quest’anno di guerra, gli avversari sono un pò atterriti. Alla Virtus purtroppo non è stato sufficiente il giorno di riposo dopo il ko di Reggio Emilia e subisce una sconfitta senza appello che matura nei secondi 20′ di gara. Nel primo tempo la squadra di Banchi sorprende il Maccabi, gli Israeliani vanno 15 a 11 a 3′ dal termine del 1° quarto ma a quel punto la Virtus  per 5′ a cavallo dei due quarti prende in mano la gara e arriva a condurre 24-32 con la palla in mano per andare in doppia cifra.

Il Maccabi fa un contro parziale e a 2′ dal termine del 1° tempo raggiunge la parità a 39, alternanza nel punteggio all’intervallo lungo 46-45 per Tel Aviv. Al rientro dagli spogliatoi ci si aspetta un ritorno delle Vnere che spesso nel 3° quarto fanno il break decisivo, invece stavolta sono i gialli a prendere in mano il match, la Virtus prova a restare attaccata alla gara con le unghie e i denti ma Baldwin 22 e Di Bartolomeo 16 fanno la partita dell’anno con la complicità della difesa virtussina e il Maccabi va al massimo vantaggio in doppia cifra di tutto il match (70-60).

Ci sarebbe tutto il tempo per tentare di ribaltarla ma la Virtus non ne ha più ed esce mentalmente dal match, sembra un pugile suonato alle corde in balia dell’avversario. Banchi prova con 3 time out a far leva sull’orgoglio e sopratutto tenta di limitare i danni della differenza canestri (+10 a Bologna per le Vnere) ma alla Virtus non riesce nemmeno quello e il Maccabi si prende un +7 di differenza canestri che farà molto comodo nel caso di arrivo in parità alla fine della stagione regolare.

Il Maccabi nel secondo tempo ha dominato il match

Dopo un primo tempo sofferto di grande equilibrio la squadra di Kattash, anche nella vittoria più spettrale del solito, ha pescato due jolly in Di Bartolomeo (3 punti di media in Eurolega) stasera 16 con un irreale per lui 75% dall’arco. Wade Baldwin 14.8 di media, stasera 22 col 66,7% da 3. Tutto ciò ovviamente frutto anche della difesa Virtus che ha avuto notevoli problemi sugli esterni, un pò in ombra Brown (lui si ben marcato), sono stati gli altri a fare la partita.

I gialli hanno tirato molto meglio da tre che da due, hanno perso meno palloni, hanno tirato meglio i liberi e catturato più rimbalzi della Virtus, insomma la squadra di Kattash ha vinto dominando nel secondo tempo e aver ribaltato anche la differenza canestri potrebbe rivelarsi un fattore importante anche se la strada per i play off è ancora molto lunga e piena d’insidie per tutti.

La Virtus in calo di energie sopratutto mentali

Tra i Virtussini il solo Belinelli ha giocato una gara sul proprio standard anzi addirittura oltre. Altri hanno disputato un match buono in attacco (Cordinier, Zizic e Dunston), Pajola nuovamente ottimo in difesa, purtroppo Shengelia è una copia identica a quella di Reggio Emilia, l’impressione è che sia svuotato di energie mentali. Polonara era andato meglio di lui ma ha avuto solo 7′ nel 2° quarto poi non è più stato riproposto. Zizic ha mostrato segni confortanti d’inserimento nei giochi d’attacco ed è una delle poche note positive di questa sconfitta.

Il post partita

Luca Banchi :

Siamo stati in grado di seguire il loro flow durante il primo tempo ma loro hanno continuato a tirare bene, entrare nella nostra difesa, creare vantaggi. E dall’altra parte non abbiamo mostrato la qualità che di solito abbiamo. Ma è qualcosa che dobbiamo analizzare e andare avanti. Questa è la prima settimana con il doppio impegno che ne segue un’altra, oltre le gare di campionato, quindi è un calendario difficile e non è semplice avere tutte le sere la stessa intensità. Perché parliamo del livello più alto e oggi il Maccabi ha giocato al suo miglior livello. Se mi ha sorpreso? No, li conosciamo. Anche contro il Monaco hanno avuto una grande gara, e ricordo la partita in casa a Bologna. Si tratta di una delle squadre costruite per essere tra le migliori della EuroLeague”.

Sulla situazione infortuni e in particolare su Jordan Mickey. “Gli infortuni? Cacok ha terminato la stagione, Dobric sta svolgendo riabilitazione ma è lontano. Per Jordan Mickey siamo solo all’inizio ma questo calendario non aiuta. Perché giocatori che rientrano sono come giocatori nuovi, che hanno bisogno di allenamenti. Invece noi giochiamo partite e viaggiamo, giochiamo e viaggiamo. Abbiamo quattro partite di fila in trasferta e senza alcun allenamento, solo viaggi. Ed è anche difficile capire quando possa tornare un giocatore come Mickey perché ha bisogno di riprendere il ritmo, testare sul campo e anche i nostri giochi per essere pronto a partite di questo livello. Ieri è tornato in azione, vedremo con lui e con lo staff quando potrà tornare in rotazione”.

 

 

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *