Coronavirus, via libera di Conte alle Regioni: dal 18 Maggio ok a riaperture di bar, ristoranti e stabilimenti balneari

«Nei prossimi giorni il ministro Speranza e l’Inail vi invieranno i protocolli per la ristorazione, i servizi alla persone e le attività legate alla balneazione». Così il premier Giuseppe Conte, intervenuto in teleconferenza con i Presidenti di Regione ha dato il via libera per le aperture a partire dal 18 maggio, anticipando in vari casi il termine previsto per il 1 Giugno. Il Ministro della Salute Speranza, anch’egli presente ha poi aggiunto: «Al momento tutti gli indicatori delle Regioni paiono sotto controllo». Quindi non dovrebbero esserci distinzioni territoriali. Conte ha anche anticipato l’arrivo di un nuovo Dpcm previsto per il fine settimana.

Il presidente del Consiglio ha detto anche che nel prossimo provvedimento «ci saranno parametri per intervenire con eventuali chiusure circoscritte territoriali, annunceremo riaperture di alcune attività ma lasceremo ai presidenti la possibilità di integrare la nostra proposta con ulteriori riaperture». Infine il premier ha anche spiegato: «Siamo disponibili in modo coordinato a procedere con le richieste che ci sono arrivate dal President della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini».

L’Abruzzo ha fatto da apripista stabilendo da una settimana la riapertura dei servizi alla persona il prossimo 18 maggio. La nostra ordinanza non solo non è stata impugnata, ma ora viene legittimata dal Governo. Non siamo criminali come qualcuno voleva far credere», dice il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.