Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Anche a Belgrado una Virtus senza paura batte il Partizan

Scritto da il 28 Dicembre 2023

Nella foto Virtus di Matteo Marchi : Iffe Lundberg mvp della Virtus nella straordinaria vittoria alla Stark Arena contro il Partizan di Obradovic

Partizan Mozzart Belgrado vs Virtus Segafredo Bo finale = 75-77 1°q 18-23  2q 36-41  3q 55-60  arbitri MOGULKOC, SUKYS, UDYANSKYY.

Partizan Mozzart Belgrado : Vukcevic 0  Leday  5  Koprivica n.e.  Punter 12 Jamaraz  12  Nunnally 19  Andjusic  0  Dozier  jr  5  Ponitka 2  Kaminsky 10 Caboclo 10  all.re Obradovic

Virtus Segafredo Bo : Cordinier 9  Lundberg  16  Belinellli  14  Pajola 1  Dobric 0  Mascolo n.e. Cacok  4 Shengelia 10  Hackett 10 Polonara  0  Dunston 3  Abass  10     all.re Banchi

da 2 Partizan  20 su 34 , 58,8 %  Virtus 16 su  26 ,  61,5 % ; da 3 Partizan 8 su 26 , 30 %  ; Virtus 10 su 28 ,  35,7  % ; tiri liberi  Partizan 11 su 17, 64,7 % ;  Virtus 15 su 17,  88,8 %  ; falli commessi Partizan 20       Bologna 21 ;  rimbalzi Partizan  32 ( 13 off) Virtus  28 ( 7  off) ;  palle perse Partizan 14 , Virtus 14 ; palle recuperate Partizan 8 ,Virtus  8 ; assist Partizan 13  Virtus 20 ; valutazione Partizan 74 Virtus 90

La Virtus oltre i propri limiti

La Virtus conquista la dodicesima vittoria in Eurolega e legittima con la straordinaria prova di fronte ai 20 mila della Stark Arena la propria classifica alla fine del girone d’andata. Se qualcuno aveva ancora dei dubbi sulla forza di questa squadra penso che alla fine dei 40′ abbia dovuto convincersi che la squadra di Banchi è capace di qualsiasi impresa. Il Partizan nelle ultime 5 aveva perso soltanto col Real ma stasera è stato battuto inseguendo per tutta la gara i Bolognesi e non dando mai nemmeno l’illusione di poter prendere in mano la gara. La Virtus è stata in più occasioni sia sul finire del 2° quarto che all’inizio del 3° anche di 13 punti ma ha sempre condotto nel punteggio e il Partizan è riuscito ad arrivare a un punto di svantaggio 72-73 nel 4° quarto avendo la palla in mano per pareggiare o anche superare le Vnere.

La squadra di Banchi ha giocato una difesa fantastica che ha reso la vita molto difficile ai Serbi, in attacco dove pagavano un notevole divario fisico in alcuni accoppiamenti i bianconeri bolognesi hanno giocato con grande pazienza facendo sempre scelte logiche e mettendo in questo modo in difficoltà la difesa di Obradovic. Non c’è stato un solo giocatore della Virtus che è uscito dal piano partita facendo scelte individuali, i tiri sono arrivati sempre a seguito di attacchi ragionati.

La Virtus ha vinto per una miglior percentuale da 2 (dove il Partizan era di solito migliore), una miglior percentuale dall’arco, solo la voce rimbalzi, specie in attacco, ha visto le Vnere soccombere. Glaciale ai liberi 88% Virtus e 64% Partizan la squadra di Banchi è stata la solita orchestra in cui i solisti sono stati sempre al servizio del collettivo. Su tutti la musica migliore l’ha suonata Iffe Lundberg in una serata in cui gli veniva tutto facile. Chirurgico Abi Abass con 10 punti in 13′ col 66% da 3, 1 rimbalzo e 1 assist ; commovente Hackett infortunato ad una caviglia poi fasciata e rientrato in non perfette condizioni. Buona prova di Cacok purtroppo anche lui costretto ad uscire per una probabile contusione ad un ginocchio. Come sempre grande prova di Shengelia, Pajola, Cordinier e Belinelli, Polonara ha dato minuti di riposo a Shengelia così come Dobric a Belinelli.

Nel Partizan Nunnally, Caboclo e Kaminsky su tutti

Obradovic un pò tradito da unPunter a cui Cordinier ha montato una guardia spietata ha trovato in Jaramaz un protagonista inatteso, Dozier ha commesso un’ingenuità gravissima che ha condizionato la gara, mentre Nunnally (nel 1° tempo poi scomparso nel 2°), Caboclo Kaminsky hanno tenuto a galla il Partizan in una serata molto difficile contro la straordinaria difesa della Virtus.

Ottimi gli arbitri per tutti i 40′ hanno interpretato benissimo il match risultato uno spettacolo sia tecnicamente che agonisticamente.

Il post partita di Luca Banchi

Le parole di Coach Banchi dopo la vittoria sul campo del Partizan: “Una vittoria importante, un ottimo modo da parte nostra per concludere il girone di andata di Euroleague, proteggere la nostra posizione e dimostrare in un ambiente così speciale contro una squadra così forte, che abbiamo la consistenza per competere. Voglio ringraziare e congratularmi con ogni singolo membro della squadra e dello staff perché stasera siamo stati in testa per la maggior parte della partita nonostante i problemi che abbiamo sofferto durante la gara con i falli, soprattutto con i lunghi, con alcuni infortuni con Hackett, con Cacok e abbiamo continuato a giocare insieme insieme per attaccarci l’un l’altro, perché quando affronti il Partizan è una questione di giocare in maniera solidamente per 40 minuti ed è per questo che la partita è stata decisa alla fine, come ci aspettavamo. Ma la cosa più importante è la personalità che abbiamo dimostrato durante tutta la partita e lo spirito di squadra che abbiamo dimostrato durante tutto il match.”

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *