Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

ALLA FINE LA VIRTUS CUCINA IL POLLO FRANCESE 68-90

Scritto da il 5 Aprile 2022

nella foto Virtus : Jakarr Sampson finalmente autore di una prova convincente sia in attacco che in difesa

BOURG EN BRESSE RIS. FINALE vs VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 68-90         1°Q 23-20  2°Q  47-37  3°Q  55-64   Arbitri: Tomslav Hordov, Sergio Silva, Igor Dragojevic

Mincidelice Bourg en Bresse : Bouba 0  Sulamon 9 Chassang 6  Benitez H. 9  Harris 12  Pelos 10  Jones 4   Williams  0  Roos  8  Julien 10     all.re  Legname

VIRTUS SEGAFREDO : TESSITORI 0  CORDINIER 8  MANNION  0 PAJOLA (k) 8  ALIBEGOVIC 2  HERVEY 13   JAITEH 11  HACKETT  17 SHENGELIA 2  SAMPSON  15  (7 rimbalzi)       WEEMS  8 TEODOSIC  6 (9 assist)   all.re Scariolo

Una gara della Virtus  velata di tristezza e una vittoria da dedicare, per quel che può valere, alla famiglia di Marco Lelli Ricci giovane promessa delle giovanili bianconere scomparso in un tragico incidente stradale nella serata di domenica.

L’Ekinox Arena di Bourg sembra un salotto, buona presenza di pubblico e in tribuna un posto d’onore per Le Roi Rigadeau grande protagonista di tanti successi Virtussini degli anni ’90. La Virtus vince ancora una volta giocando solo 20′, questa sera i secondi 20 mentre a Trieste erano stati i primi.  La squadra di Scariolo ha giocato i primi due quarti  in modo sufficiente e distratto, iniziando con 6 palle perse nei primi 5′, giocando una difesa molle e arrendevole che ha consentito ai francesi un 55% dall’arco e in attacco è andata a sbattere contro la zona che Legname, coach dei transalpini, aveva studiato per mettere sabbia negli ingranaggi bianco neri. Nella prima frazione Hackett ha preso per mano i suoi e con un’ottima prestazione balistica ha consentito a Bologna di non andare al riposo con un passivo più ampio.

Quando nel secondo tempo la Virtus ha deciso di difendere non benissimo ma almeno in modo sufficiente il Bourg è sparito dal campo con un 8 -27 di parziale ha di fatto chiuso la propria gara. La chiave di volta per la vittoria bianconera, oltre all’atteggiamento difensivo, è stato aver chiuso in attacco degli ottimi pick and roll. Pur con 90 punti segnati nessunonella Virtus ha toccato i 20 punti, nella seconda frazione si è vista una squadra col gusto di passarsi la palla e cercare sempre il compagno più libero.

Scariolo ha avuto molto da tanti : Hackett, Sampson, Hervey, Cordinier, Pajola, non sui livelli delle ultime gare Jaiteh che ha iniziato malissimo e si è disunito, Shengelia due soli punti, ma solido in difesa e a rimbalzo è comunque stato utile per portare a casa i due punti. In tribuna Ruzzier e Ceron, poco impiegati Tessitori, Mannion e Alibegovic, mentre Weems e Teodosic hanno dato un contributo importante di organizzazione di squadra.  Con questa vittoria preziosa la Virtus è come minimo quarta nel gruppo B, se domani sera Lubiana dovesse perdere a Patrasso le Vnere chiuderebbero al terzo posto.