Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Tivoli (RM): si celebra da oggi il Natale della Città

Scritto da il 5 Aprile 2022

Foto da Pixabay

In occasione del 3.237° “compleanno” di Tivoli, che si celebra ogni anno il 5 aprile, si è tenuta, a piazza Campitelli, la Cerimonia di Inaugurazione del Natale di Tivoli a cura dell’Amministrazione Comunale. L’evento, dal titolo “Il mito della fondazione della città di Tibur”, ha visto la partecipazione degli studenti e del Gruppo Storico Villa Adriana.

Il Sindaco di Tivoli Giuseppe Proietti, presente insieme alla sua consigliera per il supporto alle attività culturali Luisa Galeone, è intervenuto rivolgendosi così ai giovani:

«Bambine e bambini, ragazzi e ragazze, oggi è un giorno particolare per la nostra città, è il giorno nel quale si ricorda la nascita della comunità alla quale tutti noi apparteniamo e della quale tutti noi portiamo l’eredità storica. Come sapete, Tivoli è stata fondata 3237 anni fa, quasi 500 anni prima di Roma. È stata fondata, non sembri strano e curioso dirlo, ad opera di “migranti”, ovvero di persone, uomini, donne, bambine e bambini che fuggivano da un Paese, la Grecia, funestato dalla guerra.  Quando assistiamo a scene orribili, di naufragi, di persone che sono come noi, che fuggono dai conflitti e dai bisogni dobbiamo ricordarci che, esattamente come i nostri antenati 3237 anni fa, essi cercano terre dove poter vivere in pace, insieme agli abitanti che in quelle terre sono già stabiliti».

Un mese di eventi

Il primo cittadino ha poi fatto riferimento al Natale di Tivoli, la manifestazione che si svolgerà dal 5 aprile al primo maggio: «Ci sarà quasi un mese di eventi per celebrare il compleanno della nostra città. Il calendario è fitto di appuntamenti, segno della vivacità dell’associazionismo che fa di questa comunità, una comunità ricca di esperienze culturali, storiche, musicali», ha affermato.

Agli studenti, che hanno presentato ricerche, cartelloni, “libretti” da loro confezionati sull’avventurosa fondazione della città, il Sindaco ha rivolto un augurio: «Oggi purtroppo, anche nel cuore di quella che si riteneva la civilissima Europa, scorrono immagini di guerra. Io spero che voi possiate invece andare avanti nel corso della vostra vita trascorrendo in pace tutti i passaggi che sarete chiamati ad affrontare, superando le difficoltà, impegnandovi nello studio ora, nel lavoro poi, nelle vostre famiglie. L’importante è che teniate sempre presente che appartenete ad una comunità, quella tiburtina, antica, ricca di storia, ricca soprattutto di valori che si basano sulla solidarietà, sull’accoglienza, sulla pace e sulla convivenza. Vi faccio gli auguri, oggi. Grazie alle vostre insegnanti e ai vostri insegnanti e buon compleanno».

 

Taggato come