Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Stavolta il finale è biancorosso: Mantova vendica il ko dell’andata e vince a San Severo

Scritto da il 15 Gennaio 2023

San Severo Mantova

Seconda vittoria consecutiva per la Staff Mantova che s’impone per 76-68 a San Severo in uno scontro diretto cruciale per la salvezza. Con questo successo, gli Stings ribaltano la sconfitta dell’andata e salgono a 14 punti in classifica, a -2 dall’ottavo posto.

Avvio timido per la Staff che nei primi minuti fatica a costruire un break importante. San Severo è più concreta e al 4’ è avanti 10-4. La difesa solida, comunque, permette agli Stings di non far allontanare gli avversari e di avviare così la rimonta. La fase offensiva dei biancorossi cresce azione dopo azione, con Ross che pareggia i conti a metà quarto. Raivio risponde subito, ma Criconia e Veronesi firmano il primo vantaggio di Mantova. L’Allianz Pazienza non molla, ma allo scadere del primo quarto la tripla di Miles vale il 18-16 degli ospiti.

Nel secondo periodo di gioco Mantova allunga trovando grande continuità dall’arco. Veronesi, Cortese e Miles sono protagonisti del break iniziale di 11-3 con cui gli Stings volano sul 19-29 al 14’. San Severo si riorganizza in difesa e riduce la circolazione di palla di Mantova, ma la buona difesa dei lunghi virgiliani impedisce ai pugliesi di riaprire l’incontro. La gara si fa ancora più fisica e intensa, coi gialloneri che alla fine si sbloccano arrivando a -5. Cortese e Ross rimettono la Staff a +7, poi la bomba di Sabatino sulla sirena del secondo quarto manda le squadre negli spogliatoi sul 31-35.

All’inizio della ripresa San Severo pareggia subito i conti con Nik Raivio. Mantova assorbe il colpo con le penetrazioni letali di Veronesi e Calzavara, ma i pugliesi sembrano mostrare maggiore fluidità offensiva. Così i padroni di casa si portano in vantaggio mettendo alle strette gli Stings. Ross e Miles salgono nuovamente in cattedra ridando a Mantova la leadership dell’incontro, ma il fallo tecnico fischiato al primo (sommato all’antisportivo del primo tempo) gli costa l’espulsione. I pugliesi provano subito a cavalcare il momento pareggiando i conti. Iannuzzi e Miles, però, portano nuovamente gli Stings a distanza di sicurezza. Il centro diventa una calamita per falli e rimbalzi, mentre il play-guardia mette a segno tiri molto complicati. Al 30’ è 49-55.

L’intensità resta altissima anche nell’ultimo quarto. Dopo un buon avvio di San Severo con Daniel, Mantova accelera con Miles e Morgillo volando sul +10 (54-64 al 32’). Il timeout di coach Pilot ricompone i pugliesi che si rifanno sotto a -4 col solito Daniel, il quale viene poi espulso per un fallo di reazione su Iannuzzi (monumentale stasera con 12 punti, 14 rimbalzi e 8 falli subiti in 23 minuti). La Staff ne approfitta per tornare a +8, prima che i padroni di casa lancino l’ultimo assalto con Fabi e Raivio. Il pubblico del Palasport Falcone e Borsellino carica i gialloneri sul -2 (64-66 al 38’), ma Miles gela tutti con un canestro da sotto complicatissimo. Nel finale, la difesa mantovana regge e i liberi di Cortese e Calzavara chiudono l’incontro sul 68-76.

Domenica 22 alle 18, la Staff è attesa da una nuova trasferta sul parquet di Chieti.

Coach Zanco: “Era molto importante vincere, dovevamo riscattare la sconfitta dell’andata e ci tenevamo a dare continuità al successo con Nardò. Sapevamo che sarebbe stata una trasferta complicata, siamo stati bravi nei primi due quarti (anche se abbiamo concesso troppo a rimbalzo) a non far scappare San Severo, poi abbiamo resistito nei momenti di difficoltà quando i nostri avversari sono arrivati a -2.

Non lo nascondo, l’espulsione di Daniel ci ha dato una mano, era il giocatore più pericoloso. Abbiamo provato a togliere dei punti di riferimento sul perimetro a San Severo, costringendoli a forzare spesso il tiro dalla lunga distanza. Non sempre ci siamo riusciti, ma devo dire che tutti coloro che sono scesi in campo hanno dato un grande contributo. Nell’arco della partita abbiamo avuto tanta pazienza in attacco nel cercare sia i lunghi che gli esterni.

Nelle ultime tre settimane la squadra ha messo un’intensità diversa in palestra, queste vittorie ripagano del duro lavoro quotidiano”.

Giovanni Veronesi: “E’ stata una partita di nervi e una battaglia. Abbiamo impattato bene la partita, siamo stavi bravi. Abbiamo preparato la partita principalmente su Daniel provando a ridurre la sua pericolosità. Al di là dell’aspetto tattico, comunque, è stata importante la mentalità. Venivamo da un periodo difficile, poi ci siamo sbloccati con Nardò e ci siamo ripetuti stasera. Siamo sulla via giusta per recuperare punti in classifica. L’obiettivo principale resta la salvezza, ma è chiaro che la classifica è molto corta. Dobbiamo pensare partita per partita e essere continui sui 40 minuti. Se giochiamo così siamo una squadra durissima per tutti”.

 

Allianz Pazienza San Severo – Staff Mantova 68-76 (16-18, 15-17, 18-20, 19-21)

Allianz Pazienza San Severo: Daniel 18 (6/9, 0/0), Fabi 17 (0/1, 5/7), Raivio 13 (4/7, 0/3), Sabatino 7 (2/3, 1/6), Bogliardi 5 (1/1, 1/4), Tortù 4 (0/3, 1/2), Petrusevski 2 (0/2, 0/3), Ly-Lee 2 (1/1, 0/0), Lupusor 0 (0/0, 0/3), Minutello ne. Coach: Pilot.

Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 37 12 + 25 (Daniel 10) – Assist: 18 (Sabatino 6)

Staff Mantova: Miles 19 (4/10, 3/6), Veronesi 17 (3/5, 2/4), Iannuzzi 12 (3/7, 0/0), Ross 10 (5/6, 0/1), Cortese 9 (1/3, 1/4), Morgillo 4 (2/4, 0/0), Calzavara 3 (1/3, 0/1), Criconia 2 (0/0, 0/3), Janelidze 0 (0/1, 0/0), Vukobrat ne. Coach: Zanco.

Tiri liberi: 20 / 29 – Rimbalzi: 30 9 + 21 (Iannuzzi 14) – Assist: 6 (Miles 2)

 

Arbitri: Tirozzi, Terranova e Praticò