Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Serie D, l’avversario dell’A.C. Carpi: focus sul Ravenna

Scritto da il 11 Dicembre 2022

Il Carpi punta sul fattore Cabassi contro il Ravenna da trasferta

 

Carpi

 

Rendimento 

Il Ravenna dopo 16 partite di Serie D occupa l’11° posto nel Girone D con 23 punti, quindi è a -4 dai Play-off (l’Aglianese è quinta con 27) e a -12 dalla Giana Erminio capolista. I gol segnati e i gol subìti sono 22.

Il bilancio è di 6 vittorie (l’ultima, domenica 4 dicembre, in rimonta nel finale per 2-1 nel derby contro il Forlì), 5 pareggi e 5 sconfitte. I romagnoli hanno fatto più punti in trasferta (14) che al Benelli (9), quindi si tratta del terzo miglior rendimento esterno dopo Pistoiese e Giana Erminio (15). Sono state colte 4 vittorie contro Scandicci (3-1), Crema (2-1), Correggese e Sant’Angelo (doppio 1-0); 2 pareggi contro Aglianese (2-2) e United Riccione (0-0); e 1 sconfitta per 1-0 contro la Bagnolese (27 novembre). I risultati, finora decisamente deludenti e discontinui, hanno praticamente escluso dalla lotta per il primato una delle favorite per la promozione.

In Coppa Italia di Serie D il cammino si è fermato nel Primo Turno, perso per 3-1 contro l’Adriese.

Nella stagione 2021-2022 il Ravenna, retrocesso dalla Serie C, si piazzò al 2° posto del Girone D con 83 punti, a -4 dal Rimini campione. Nei Play-off, dopo aver eliminato l’Athletic Carpi in Semifinale con un pesante 4-0, perse a sorpresa la Finale in casa per 2-0 contro la rivelazione Lentigione.

 

Organico

Nel mercato estivo ci sono state varie partenze eccellenti. L’ala ravennate d.o.c. di 24 anni Simone Saporetti, ultimo capocannoniere del Girone D con 28 gol (32 sommando Coppa Italia e Play-off), è andato in Serie C al Trento ed è stato seguito nel salto di categoria dal portiere Botti (Pro Sesto) e dal difensore italo-brasiliano autore di 6 reti Antonini Lui (Taranto). Il 18enne mediano prodotto del vivaio Prati è addirittura finito in Serie B alla SPAL. Si sono infine spostati in altri gironi di Serie D i difensori Polvani (Arezzo) e Nagy (Tolentino), il trequartista da 10 gol Calì (Lumezzane) e l’ala Belli (Trestina).

Sono solo 5 i superstiti dell’ultimo torneo. Con 7 marcature il miglior realizzatore del Ravenna è l’attaccante/capitano Marco Guidone, 36enne con tanta esperienza in C (per esempio Reggiana Padova e Siena) e spalla ideale di Saporetti (16 reti). A centrocampo troviamo due ex Prato come il 31enne regista Spinosa (salterà il Carpi per squalifica) e D’Orsi, oltre a Lussignoli (Real Calepina). L’unica conferma nella retroguardia ha riguardato il terzino destro Grazioli (Chievo).

In porta il titolare è il 18enne Venturini (prestito dal Cesena). In difesa i giovani Pipicella (prestito dal Catanzaro), Spezzano (prestito dal Crotone) e Magnanini (SPAL) si appoggiano al 31enne ex Siena Leonardo Terigi (promosso con il Carpi in Serie B nel 2013, per lui 39 presenze e 1 gol) e al 32enne italo-somalo Gigli (Folgore Caratese). Da poco è stato ingaggiato anche lo svincolato ex Imolese e Forlì Boccardi.

Il centrocampo, completato dagli under 23 Lisi (Sambenettese) e dal trequartista ghanese Abbey (Catanzaro), conta da settembre con un colpaccio come il 32enne ravennate Andrea Tabanelli: autore di 3 gol in 7 presenze, attualmente è ai box e vanta tutta una carriera tra C, B e Serie A con Cesena, Pisa, Lecce, Pescara e Frosinone. Da qualche giorno è stato inserito il 30enne regista Capece (Fermana). In attacco l’eredità di Saporetti è caduta sull’estroso Marangon (3 reti per l’ex Desenzano), poi a dicembre sono arrivate due prime punte come Melandri dall’Imperia (decisivo al debutto contro il Forlì al 90′) e l’albanese Ndreca dalla Clodiense. Luis Angel Carrasco, ala sinistra panamense ex Athletic, non è riuscito a incidere ed è tornato alla Correggese.

 

Allenatore

Andrea Dossena non ha centrato la Serie C con il Ravenna, ma se l’è guadagnata sedendosi sulla panchina del Renate. Al suo posto fu chiamato Cristian Serpini, avversario della Finale Play-off e autore del miracolo Lentigione. Il mister di Castelfranco Emilia aveva su di sé grandi aspettative, però è stato esonerato dopo 11 giornate nelle quali aveva totalizzato 4 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte casalinghe contro il Prato al debutto (2-1) e soprattutto Sammaurese (2-0, 30 ottobre).

Da quattro turni (2 vittorie e 2 sconfitte) il Ravenna è guidato dal 59enne Massimo Gadda. Nato a Legnano il 16 settembre 1963, ha giocato come centrocampista dal 1981 al 2001 nei primi tre livelli del calcio professionistico. Cresciuto nel Milan, in rossonero vinse la Coppa Mitropa nel 1982 e la Serie B nel 1983. Successivamente si è affermato conquistando la Coppa Italia di Serie C con il Livorno (1986) e 3 campionati di Serie C1 con Ancona (salì in Serie B nel 1988 e in Serie A nel 1992 grazie al terzo posto), Ravenna (1996) e Cesena (1998). Le ultime due stagioni le ha vissute con SPAL e Fano.

Gadda non solo ha giocato nel Ravenna dal 1994 al 1997: lo ha pure allenato dal 2002 al 2004, centrando la vittoria del Girone D di Serie D e un sesto posto in Serie C2. Dal 2004 al 2007 è stato vice di Fabrizio Castori nel Cesena. Successivamente ha vissuto annate altalenanti, lottando per non retrocedere tra C2 e D (Bellaria, Giacomense e Fano) oppure ottenendo promozioni tramite ripescaggio in Lega Pro con Forlì nel 2016 (immediato il ritorno nei dilettanti dopo i Play-out persi contro il Fano) e Imolese nel 2018 (vittoria dei Play-off proprio contro il Forlì). Dopo quattro anni senza squadra, nell’ottobre 2021 tornò al Forlì e fu licenziato dopo 10 partite.

 

Precedenti 

Tra Carpi e Ravenna ci sono in totale 56 precedenti (47 in campionato), divisi in 16 vittorie carpigiane (14 al Cabassi), 24 vittorie ravennati (solo 5 in trasferta) e 16 pareggi (10 nella Città dei Pio). I gol vedono avanti il Ravenna 91-82.

Nella scorsa stagione le due squadre si affrontarono per 4 volte, toccando il momento di massima tensione nella Semifinale Play-off del 25 maggio 2022, vinta di prepotenza dal Ravenna per 4-0 dopo essere uscito con le ossa rotte nelle sfide precedenti (in campionato, nel match di ritorno al Benelli, perse per 3-0).

I primi due incontri ebbero luogo al Cabassi. I biancorossi vinsero il 3 novembre 2021 nei Trentaduesimi di Finale di Coppa Italia di Serie D per 2-1 con reti di Raffini e Carrasco (in mezzo il pareggio su rigore di Ambrosini); e l’8 dicembre 2021, nella partita di andata di Serie D, strapparono con le unghie e con i denti uno spettacolare pareggio per 5-5. Il primo tempo si era chiuso in svantaggio per 4-2 (Guidone al 2′, Villanova al 7′, Saporetti al 22′ e al 34′, parziale 2-2 di Borgarello al 32′ e Podestà al 43′), poi nella ripresa iniziò dal 5-3 (Raffini accorciò al 62′ e Saporetti fece tripletta con una perla al 64′) una nuova rimonta, completata da Sivilla al 68′ e Lordkipanidze all’89’ con un potente tiro da fuori insaccatosi nell’angolino.

In tempi recenti, vissuti in Serie C, il Carpi ha vinto in casa segnando dei poker: 4-1 il 3 novembre 2019 (Rossoni, doppietta di BiasciVano e autogol di Ligi) e 4-2 il 17 gennaio 2021 (le doppiette di De Cenco e Andrea Ferretti rimontarono l’ex Mokulu, mentre nel finale accorciò Sereni).

Gli ultimi pareggi risalgono alla stagione di Serie D 2002-2003, nella quale il Ravenna allenato da Gadda vinse il Girone D in volata sul Real Montecchio (68 punti contro 67): 1-1 in Romagna (a Tosi rispose per gli ospiti Marchionni, 17 novembre 2002) e 0-0 in Emilia (23 marzo 2003).

Le ultime vittorie del Ravenna al Cabassi risalgono ai campionati di Serie C1 vinti nel 1994 e nel 1996: 1-0 il 18 settembre 1994 (gol di Zauli, futuro trequartista di Vicenza e Palermo in Serie B e Serie A) e 2-1 il 3 marzo 1996 (ancora Zauli, pareggio di Cancellato e rete del bomber altoatesino Schwoch all’86’).

Partite giocate in totale: 56 (47 in campionato, 1 nei Play-off e 8 in Coppa Italia).
Vittorie del Carpi: 16 (12 in campionato e 4 in Coppa Italia).
Vittorie del Ravenna: 24 (21 in campionato, 1 nei Play-off e 2 in Coppa Italia).
Pareggi: 16 (14 in campionato e 2 in Coppa Italia).
Gol segnati dal Carpi: 82 (68 in campionato e 14 in Coppa Italia).
Gol segnati dal Ravenna: 91 (76 in campionato, 4 nei Play-off e 11 in Coppa Italia).

 

Probabile formazione

RAVENNA (4-3-3): Venturini; Grazioli, Terigi, Spezzano, Magnanini; D’Orsi, Lussignoli, Lisi; Abbey, Guidone, Marangon.

 

Presenze

16: Abbey, D’Orsi, Guidone, Spinosa.
15: Grazioli, Pipicella, Sabelli.
14: Terigi.

 

Gol

7: Guidone (2 rig.).
3: Marangon (1 rig.), Tabanelli.
2: Abbey, Lussignoli.
1: D’Orsi, Melandri, Pipicella, Rivi, Spinosa.

 

* in corsivo i giocatori ceduti durante il mercato invernale.

 

 

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *