Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Serie D, l’avversario dell’A.C. Carpi: focus sul Forlì

Scritto da il 10 Dicembre 2023

Il Carpi visita il Forlì in una sfida da Play-off

 

Carpi

 

Rendimento

Il Forlì occupa l’8° posto nel Girone D di Serie D con 22 punti, a -2 dai Play-off (Carpi quinto con 24) e a -7 dal Ravenna capolista (29). Il bilancio è di 6 vittorie contro Certaldo (1-0), Sangiuliano City (0-3), Borgo San Donnino (3-0), Pistoiese (1-0), Sant’Angelo (2-1) e Victor San Marino (3-1 nella Repubblica del Titano, 3 dicembre 2023); 4 pareggi (3 esterni) contro Imolese (1-1), Prato (2-2), Fanfulla (0-0) e Ravenna (0-0 allo Stadio Morgagni); e 4 sconfitte contro Progresso (2-1), Sammaurese (0-3), Corticella (1-3) e Lentigione (2-0, 19 novembre). I gol segnati sono 18 e i gol subìti sono 15.

In Coppa Italia di Serie D, dopo aver eliminato lo United Riccione (3-1), il cammino si è interrotto nei Trentaduesimi di Finale contro l’Imolese, vittoriosa al Morgagni per 3-1.

Presente in Serie D dal 2017, nella scorsa stagione il Forlì disputò un torneo molto discontinuo e finì al sesto posto con 57 punti, gli stessi del Ravenna e del Corticella. I bolognesi si qualificarono ai Play-off grazie alla migliore classifica avulsa nei confronti delle concorrenti romagnole.

 

Organico 

Dopo aver affrontato e battuto per 4-0 la Sammaurese domenica 3 dicembre, il Carpi sfiderà al Morgagni un Forlì che praticamente è una versione quasi integrale della sorprendente Sammaurese 2022-2023. I Galletti si sono rinforzati prelevando dei titolarissimi come i difensori Masini e Maggioli; i centrocampisti Gaiola (27enne nuovo capitano) e Casadio (20 anni); e gli attaccanti Barbatosta (era ed è in prestito dal Rimini), Bonandi e soprattutto il 35enne Mario Merlonghi, attuale capocannoniere del Girone D (insieme a Gobbi del Sant’Angelo) con 9 gol (doppietta al Victor San Marino) e reduce da 33 reti in 75 presenze nelle due stagioni a San Mauro Pascoli.

Dopo l’ultima deludentissima annata, la rosa è stata smantellata. Non sono ovviamente mancate le cessioni di peso: dai portieri De Gori (Medicina) e Ravaioli (Sammaurese); passando per Maini (Carpi), Ronchi (Livorno); l’ex capitano Rrapaj (Ravenna), Pari (Lentigione), Scalini (United Riccione), i fratelli Ballardini Elia ed Erik (entrambi svincolati); Varriale (Ravenna), Tascini (Trestina), Nardella (Pistoiese), Caprioni (Dolomiti Bellunesi) e Manara (Victor San Marino).

Il mercato in entrata è stato altrettanto robusto. In porta il titolare è il 19enne Pezzolato (prestato dalla SPAL e titolare un anno fa nello United Riccione). In difesa si è puntato sull’esperienza dei vari Checchi (tanta Serie C tra Imolese, Mantova e Alessandria), Tafa (Ravenna) e il nuovo arrivato dal mercato invernale Drudi, tornato a 36 anni al Forlì dopo il periodo 2013-2015 e con alle spalle molta Serie B e C (Lecce, Trapani, Cittadella, Pescara e Monopoli). Il giovane più utilizzato è il terzino sinistro Diego Rossi (prestito dal Cesena).

Il centrocampo lo completano Prestianni (Cosenza) e Greselin (ex Giana Erminio, Rimini e Livorno, adattabile come ala sinistra). In attacco, dove è partito Persichini (ceduto al Campobasso nonostante sia, con 3 gol, il primo inseguitore di Merlonghi), trovano spazio Mosole (Genoa), Babbi (Atalanta), Calì (Brusaporto) e Pecci (Ancona). 

Il Forlì è la squadra con l’età media più alta del Girone D: 23,5 anni.

 

Allenatore

I trasferimenti dalla Sammaurese hanno riguardato anche l’area tecnica visto che hanno traslocato il direttore sportivo Cristiano Protti e l’allenatore Marco Martini. Il mister però è stato esonerato dal Forlì dopo la poco convincente vittoria per 1-0 sul Certaldo alla terza giornata, preceduta dalle sconfitte inattese contro Progresso (2-1 all’esordio) e Sammaurese al Morgagni, in quello che fu un autentico derby degli ex stravinto dalla squadra sulla carta più debole.

Dal 26 settembre la panchina è stata affidata a Mauro Antonioli, milanese di 55 anni e con un passato da centrocampista dal 1986 al 2008 (ha giocato per esempio con Varese, Chievo, Arezzo e Mantova). Come allenatore i risultati migliori sono 2 promozioni in Serie C con Ravenna nel 2017 (primo posto nel Girone D) e Reggio Audace/Reggiana nel 2019 tramite ripescaggio. Dal 2020 ha collezionato esoneri (Fermana in e Sambenedettese) e una retrocessione con l’Imolese nella scorsa Serie C. Antonioli nelle sue prime 11 partite nel Forlì ha raccolto 5 vittorie, 4 pareggi e solo 2 sconfitte contro Corticella e Lentigione.

 

Precedenti 

Tra Carpi e Forlì si contano in totale 58 precedenti, divisi in 20 vittorie emiliane (9 in trasferta), 25 vittorie romagnole (18 in casa) e 13 pareggi (3 al Morgagni). I gol segnati vedono condurre il Forlì 84-72. 

Nella scorsa stagione il Carpi vinse al Cabassi per 1-0 (decisivo Boccaccini all’84’, 9 ottobre 2022) e pareggiò per 0-0 in Romagna (12 febbraio 2023).

Nel 2021-2022 ci furono 3 incroci: il 22 settembre 2021 nel Primo Turno di Coppa Italia di Serie D, vinto per 3-1 dall’Athletic (reti di Raffini, LordkipanidzeRrapaj ed Erik Ballardini); il 3 ottobre 2021, in Serie D, al Cabassi finì 0-0 (Forlì in superiorità numerica provocata dall’espulsione di Ficola); e il 6 febbraio 2022, quando al ritorno i Galletti vinsero al Morgagni con un pesante 4-1 (gol di Elia BallardiniManara, Sivilla e doppietta di Pera), ponendo fine alla permanenza di Togni sulla panchina di Via Marx.

Nel campionato 1976-1977 il Forlì vinse per un punto (48 contro 47) il Girone D di Serie D davanti al Carpi, battuto nel match di andata in trasferta per 2-0 il 5 dicembre 1978 (Perazzini e Salvigni).

Le ultime sfide in Romagna vinte dal Carpi risalgono al 12 marzo 1989 in Serie C2 (3-1, a segno MorettiBertoldoCassa e Caramel) e al 3 ottobre 2012 in Coppa Italia di Lega Pro (3-0, doppietta di Ferretti e Di Gaudio).

Partite giocate in totale: 58 (44 in campionato e 14 in Coppa Italia).
Vittorie del Carpi: 20 (13 in campionato e 7 in Coppa Italia).
Vittorie del Forlì: 25 (22 in campionato e 3 in Coppa Italia).
Pareggi: 13 (9 in campionato e 4 in Coppa Italia).
Gol segnati dal Carpi: 72 (47 in campionato e 25 in Coppa Italia).
Gol segnati dal Forlì: 84 (72 in campionato e 12 in Coppa Italia).

 

Probabile formazione

FORLÌ (4-3-3): Pezzolato; Masini, Drudi, Maggioli, Rossi; Prestianni, Gaiola, Casadio; Mosole, Merlonghi, Greselin.

 

Presenze

14: Gaiola, Greselin, Masini, Merlonghi, Mosole, Pezzolato.
13: Barbatosta.
12: Maggioli, Pecci, Tafa.

 

Gol

9: Merlonghi (1 rig.).
3: Persichini.
2: Babbi.
1: Calì, Casadio, Gaiola, Greselin. 

 

* in corsivo i giocatori ceduti durante il mercato invernale.

 

 

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *