Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Prato-Carpi 0-2: vittoria costruita nel primo tempo con una prestazione da big

Scritto da il 21 Settembre 2022

Il Carpi si sblocca in trasferta dominando il Prato

 

Carpi

Fonte foto pagina Facebook dell’A.C. Carpi

 

Dopo il tambureggiante 5-1 al Cabassi contro il Sant’Angelo, il Carpi doveva mostrare qualcosa di meglio anche in trasferta e il successo per 2-0 contro il Prato ha dato ampie prove di miglioramenti dopo le incertezze del 2-2 sul campo del Salsomaggiore. Come nell’ultimo turno, la vittoria è stata costruita con un primo tempo pieno di occasioni e di puro dominio, certificato dai sigilli di Cicarevic su cucchiaio dagli undici metri (20′) e Arrondini (30′), entrambi saliti a 3 gol. Nel secondo tempo, complice la notevole pochezza dei toscani, sono balzate all’occhio l’attenzione, la padronanza della situazione, la qualità dalla panchina e l’autorevolezza tipica delle grandi squadre che ambiscono ad alti obiettivi. Inoltre, per la prima volta in questa Serie D, Balducci ha tenuto la porta inviolata.

In questo momento l’A.C. ha 10 punti (come il Fanfulla) ed è secondo a -2 dalla capolista Giana Erminio (12), prima a punteggio pieno dopo quattro giornate grazie al sofferto 1-0 sul campo del Salsomaggiore. L’attacco, con 12 gol segnati, è il più prolifico del Girone D.

Il prossimo impegno dei biancorossi sarà mercoledì 28 settembre alle 15:00 contro la Sammaurese a San Mauro Pascoli.

 

Formazioni ufficiali

Bagatti bissa la formazione iniziale vista contro il Sant’Angelo: 4-3-1-2 con in porta Balducci; in difesa Casucci, Boccaccini, Calanca e Navarro; a centrocampo Beretta, Yabrè e Ranelli; in attacco Cicarevic dietro Sall e Arrondini.

Favarin schiera la stessa formazione che ha pareggiato per 2-2 a Forlì: 4-3-3 con in porta Falsettini; in difesa Campaner, Colombini, Angeli e Sciannamè; a centrocampo Soldani e Trovade fanno da schermo difensivo; in attacco ci sono Mobilio, Aprili e Cela a supporto dell’unica punta Colombi.

 

Primo tempo

Dopo solo 25 secondi Arrondini si libera di Colombini e trova la parata di piede di Falsettini. Al 4′ Casucci crossa per Ranelli che calcia alto da posizione invitante. Ci prova anche Beretta all’7′ di testa su assist di Cicarevic e il portiere di casa si fa trovare pronto.

La pericolosità biancorossa inizia a concretizzarsi al 18′ quando Falsettini commette un fallo su Sall e l’arbitro Migliorini fischia il calcio di rigore. Cicarevic va dal dischetto e con un bel cucchiaio beffa il numero 1 locale facendo irritare gli avversari e i tifosi.

Il Carpi gioca con sicurezza e senza rischiare nulla. Sall, su imbeccata di Casucci, sfiora il raddoppio in diagonale al 23′. Alla mezz’ora Arrondini fa 2-0 comodamente avventandosi su un pallone recuperato da Beretta che sembrava perso. Al 34′ Balducci conserva il risultato sventando coi pugni un calcio di punizione di Sciannamè. Si va a riposo dopo 3′ di recupero.

 

Secondo tempo

Il Prato inizia la ripresa con due cambi: escono Sciannamè e Soldani, entrano Noferi e Kouassi. Proprio quest’ultimo al 56′ si mette in proprio sulla destra, crossa in mezzo e Colombi in mischia si vede respingere la conclusione da Boccaccini posizionato davanti alla linea. Nel Carpi, dopo l’ora di gioco, entrano Laurenti e Sabattini per Cicarevic e Casucci.

La reazione dei toscani è troppo sterile e imprecisa, quindi il Carpi riesce controllare le operazioni con calma e autorevolezza. Bagatti nel finale apporta altre forze fresche inserendo Villa per Arrondini, Stanco per Sall e Olivieri per il sempre più ispirato Beretta. All’80’ Falsettini nega il 3-0 a Laurenti.

Vengono dati 5′ di recupero che scorrono senza pressioni. L’A.C. può così festeggiare la prima vittoria in trasferta.

 

Post-partita di Prato-Carpi 0-2

. Massimo Bagatti, allenatore del Carpi.

Abbiamo dato continuità alla vittoria contro il Sant’Angelo. Noi vogliamo giocare un calcio palla a terra, veloce e di qualità. La squadra sta bene fisicamente e nell’ultimo periodo sta capendo i meccanismi, quindi speriamo di continuare così. Siamo venuti a Prato a giocare con personalità, un requisito fondamentale per diventare una squadra importante. Vogliamo imporre il nostro gioco e non subire l’avversario“.

 

. Lorenzo Ranelli, centrocampista del Carpi.

Abbiamo confermato quanto fatto di buono è stato fatto in casa contro il Sant’Angelo. Il Prato è una grande squadra, non era facile venire qui a fare una prestazione di questo livello, soprattutto nella prima mezz’ora. Ho avuto un’occasione sullo 0-0 e potevo fare meglio a porta quasi vuota, ma non mi aspettavo l’errore di valutazione del portiere. Siamo stati bravi a continuare a pressare e ad attaccare, riuscendo finalmente a sbloccare la partita. I nostri attaccanti si sacrificano per la squadra e vengono premiati con i gol“.

 

. Alessandro Calanca, difensore del Carpi.

Siamo molto contenti per questa vittoria. Dovevamo partire forte e infatti abbiamo avuto tante occasioni nei primi minuti. Oggi abbiamo un po’ riscattato la sconfitta dell’anno scorso che ci ha condizionato per tutto il campionato. Lavoriamo per essere molto offensivi e propositivi, accettando qualche rischio dietro, e oggi ce l’abbiamo fatta come nell’ultima in casa contro il Sant’Angelo. Sapevamo che il Prato nella ripresa avrebbe provato a forzare per cercare di riaprire la gara, però noi siamo stati bravi a non concedere nulla e a ripartire con forza. Siamo molto contenti“.

 

TABELLINO (Serie D Girone D 2022-2023 – 4a giornata – Andata)
PRATO-CARPI 0-2 (0-2 p.t.)
Reti: 20′ (rig.) Cicarevic (C), 30′ Arrondini (C).

PRATO (4-2-3-1): Falsettini 6; Campaner 6, Colombini 5 (62′ Cecchi 6), Angeli 6 (83′ Nizzoli s.v.), Sciannamè 5 (46′ Noferi 5); Soldani 5 (46′ Kouassi 6), Trovade 5; Mobilio 4,5, Aprili 5, Cela 4 (62′ Frugoli 5); Colombi 5. A disp.: Fontanelli, Cellai, Souare, Renzi. All.: Favarin 5.

CARPI (4-3-1-2): Balducci 6; Casucci 6,5 (66′ Sabattini 6), Boccaccini 7, Calanca 7, Navarro 6,5; Beretta 7 (88′ Olivieri s.v.), Yabrè 6,5, Ranelli 6,5; Cicarevic 6,5 (60′ Laurenti 6); Sall 6,5 (83′ Stanco s.v.), Arrondini 6,5 (76′ Villa 6). A disp.: Lusetti, Cestaro, Ferraresi, Laamane. All.: Bagatti 7.

Arbitro: Andrea Migliorini di Venezia.
Ammoniti: Ranelli (C), Colombini (P), Aprili (P), Laurenti (C), Arrondini (C).
Espulsi: nessuno.
Recupero: 3′ p.t.; 5′ s.t.

 

Pagelle top

Carpi 7: una prestazione collettiva che deve essere d’esempio per il futuro. Pomeriggio sereno per Balducci, al primo clean sheet in questa Serie D grazie alla protezione di una difesa insuperabile e dominante al centro con i pilastri Boccaccini e Calanca e in crescita sulle fasce (Navarro a sinistra è titolarissimo e a destra se la giocano Sabattini e Casucci). A centrocampo la fisicità di Yabrè e le geometrie di Ranelli sostengono la fantasia di Beretta che, a sua volta, si combina con quella di Cicarevic, glaciale dal dischetto davanti alla Curva di casa e protagonista con giocate di fino. In attacco Sall e Arrondini sgomitano e aprono spazi da invadere. Dalla panchina arrivano anche ottimi segnali per Bagatti.

 

Pagelle flop

Prato 5: si è rivelato meno temibile e solido rispetto alla vigilia. È vero che la rosa a disposizione di Favarin è stata cambiata quasi tutta (come quella del Carpi) e che le giornate storte possono capitare, ma ci si aspettava più cattiveria da una squadra che al debutto aveva battuto il Ravenna al Benelli e si stava ritagliando uno spazio nei piani alti. Falsettini ha evitato un passivo più pesante. In attacco ci ha provato solamente Colombi, mai seguito o supportato dai tre colleghi di reparto alle sua spalle.

 

 

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *