Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

EUROCUP : UNA SOSTA PER UN PRIMO BILANCIO – Girone A

Scritto da il 25 Novembre 2021

Non ci sono più squadre imbattute nella 7DAYS EuroCup 2021-22 dopo che la Turk Telekom ha sconfitto il Lokomotiv martedì scorso. Quel risultato concomitante con la vittoria della Joventut su Andorra ha fatto si che i russi, i catalani ed il Partizan siano in testa al Gruppo A con un record di 4-1.

GRUPPO A

Per comprendere la competitività del gruppo basta dire che nella classifica in soli due punti vi sono ben sei squadre.

Il favorito alla vigilia, il Partizan NIS Belgrado di Zeljko Obradovic pare per ora ridimensionato. Nel carniere ha una vittoria di un solo punto nello scontro diretto con la Juventud e negli ultimi tre incontri sta viaggiando ad una media di soli 70 punti segnati. Oltre a LeDay e Punter il solo Smailagic sta rispondendo alle aspettative; la squadra pare corta ed i giovani Madar e Kurucs hanno sinora reso al di sotto delle loro potenzialità.
La sosta farà bene ai due ex di Milano, che son stati sinora utilizzati per circa 30′ per partita, anche in vista della trasferta natalizia a Krasnodar del prossimo 22 dicembre.

Il Lokomotiv Kuban Krasnodar era a punteggio pieno sino all’ultimo turno. Le quattro vittorie sono state ottenute con facilità solo quando ha segnato quasi 100 punti, mentre segnandone 85 ha perso ad Ankara ed ha vinto solamente di un punto in Lituania. Motley coi suoi 23 punti e 6,6 rimbalzi di media, McCollum, il brindisino Thompson e Kidd garantiscono punti ma non antrettanta difesa. Il rientro dalla lungodegenza del solido centro Alan Williams, 9 rimbalzi in 18 minuti, dà coraggio in vista dei due scontri diretti col Partizan e con la Juventut a fine anno.

Nel girone non c’è altra squadra più rodata e solida della Juventut Badalona. Con Ante Tomic e Pau Ribas   ha un mix di veterani e prospettive con cui lavorare. Con loro due, col 2000 Parra e il brindisino Willis i verdenigro hanno sinora una media di 78 punti segnati ma, nonostante gli otto giocatori nati dopo il 2000 nel roster, garantiscono una difesa arcigna che ha lasciato agli avversari una media di 65 punti.

Delle altre squadre la Turk Telekom Ankara ha subito due sconfitte ma ha già affrontato le tre favorite suddette, perdendo male a Belgrado, poi a Badalona e vincendo in casa con un Loko allora imbattuto. Con il centro Jajuan Johnson ed i 18 punti di media di Aaron Harrison e dei suoi ex compagni dell’Olympiacos ​​ Octavius Ellis e Alex Perez che si sono riuniti ad Ankara, la squadra è stata rinforzata.     Questo senza lesinare, con le aggiunte dell’ex Fenerbahce Tyler Ennis e della guardie americane Dawkins e Anthony Clemmons, ripudiato da Sassari che nel suo debutto ha segnato 18 punti.

A pari punti coi turchi si trovano i Metropolitans di Boulogne 92 trainati da  Will Cummings, con una media di 20 punti, e dal rampante Vince Hunter, 14 punti e 10 rimbalzi.    L’incorporazione dell’ex campione NBA Jordan McRae, di Ginat ed Halilovic non ha sinora dato i risultati sperati e son arrivate le sconfitte con Loko  e Ankara. Con la sosta vedremo se Vincent Collet riuscirà a migliorare le cose e rientrare tra le favorite, ma con urgenza perchè alla ripresa l’attendono Partizan e Juventut.

Sempre ad una sola distanza dalle favorite c’è una MoraBanc Andorra che cerca di tornare ai suoi giorni di gloria dopo gli alti e bassi delle ultime due stagioni.

Battuta nettamente da Juventut e Lokomotiv si è ripresa vincendo col Partizan, tenuto a soli 60 punti segnati, pare più per proprio demerito che per merito degli andorrani. I quali i tre occasioni han superato i 90 punti e non hanno mai subito una imbarcata.

Andorra è nelle mani di Codi Miller-McIntyre, leader di punti (15,8) , rimbalzi e assist (7,6) della squadra, con l’aiuto di Drew Crawford, Jelinek e di Arteaga nei lunghi . Tuttavia il Mora Banc non dà l’impressione di poter trovare un posto sul podio, anche se nel girone lotterà già alla ripresa con Ankara per il ruolo di  sorpresa.

Fuori dai giochi sono già i team di Trento e Amburgo con 4 sconfitte e della bella Wroclav, che deve ancora marcare sulla stecca.

La ripresa è per mercoledì 8  dicembre e l’incontro della giornata è Boulogne – Partizan, starring l’ex bianconero Hunter che nell’ultima uscita ha scritto 26, con 12 su 14 al tiro e 14 rimbalzi , per un incredibile 41 di valutazione.