Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

BUONA LA PRIMA DELLA VIRTUS SEGAFREDO IN COPPA ITALIA 93-81

Scritto da il 17 Febbraio 2022

nella foto Virtus :  è tornato Milos Teodosic che anche nei pochi minuti sul parquet ha illuminato il gioco delle Vnere

Virtus Segafredo Bologna vs Happy Casa Brindisi : ris. finale 93-81  1° quarto 26-20  2° quarto 51-42  3° quarto 70-60   arbitri Sahin, Baldini e Grigioni

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA : TESSITORI  0 CORDINIER 0 MANNION 3  BELINELLI (k)  23  PAJOLA  2  ALIBEGOVIC  8 HERVEY  12   RUZZIER n.e.  JAITEH 17  SAMPSON  3   WEEMS  17  TEODOSIC 8   all.re Scariolo

Happy casa Brindisi : Adrian 8  Gentile A. 3  Zanelli 6  Guido n.e. Visconti  13  Gaspardo 9  Redivo 0  De Zeew 4  Clark  19 Chappell  11 Udom 0 Perkins N. 8           all.re Vitucci


La Virtus finalmente al completo fa il proprio dovere e rispetta il pronostico battendo per la terza volta in stagione l’Happy casa Brindisi.  E’ tornato Teodosic e nonostante i soli 12′ d’impiego ha illuminato il gioco delle Vnere (8 punti e 6 assist per il fuoriclasse Serbo). Ottimo ritorno anche dell’altro infortunato recente : Kevin Hervey in 14′ 12 punti e 3 rimbalzi ha ricominciato da dove aveva lasciato. Attorno ai due hanno riconfermato il proprio rendimento Weems e sopratutto Belinelli. I due centri sono andati a corrente alternata gravati da subito dai falli ma Jaiteh si è fatto trovare pronto dal gustare i cioccolatini che Milos ha scartato per lui. Gli altri hanno giocato una gara di sofferenza ma alla fine hanno contribuito a portare a casa la vittoria indispensabile all’approdo in semifinale. Il successo della squadra di Scariolo non è mai sembrato in discussione, Brindisi unico vantaggio sul 2 a 0 iniziale ha sempre inseguito senza dare mai l’impressione di coronare l’ineguimento

L’Happy casa con 8 su 20 ai liberi ha pregiudicato le possibilità di vittoria nonostante la superiorità ai rimbalzi d’attacco 15 a 10, la pattuglia di Vitucci ha pagato anche una pessima percentuale da sotto 45% contro il 62% bianconero. La Virtus ha nuovamente trovato grande difficoltà nei rimbalzi difensivi, come già a Varese, contro una squadra che per molti minuti ha giocato senza un cenntro di ruolo, causa i falli di Perkins e il non completo inserimento nei giochi di De Zeew.

Tuttavia la notizia migliore della serata Virtussina non arriva dal campo, infatti nel recupero di Eurocup il Gran Canaria sconfitto dal Bourg , rimette in gioco tutti gli equilibri del gruppo B.

LA CRONACA

La Virtus entra in campo da ultima nella competizione di cui, per gare giocate e vinte, è la regina incontrastata. La Vitrifrigo Arena con un bel colpo d’occhio, al 35  % ma tutti occupati.

Primo quarto di grande equilibrio la Virtus conduce con margini esigui, Brindisi risponde colpo su colpo, le Vnere giocano a lungo una zona 3-2 molto adattata all’attacco bianco blu, con l’ingresso di Teodosic ed Hervey la squadra di Scariolo ha una fiammata e va sul +9 ma Visconti mette due triple in pochi secondi e il punteggio resta in bilico, finisce 26-20 per i bianconeri.

Nel secondo quarto Hervey e Jaiteh dominano l’area in attacco, la Virtus gioca ancora molti minuti a zona e mantiene un vantaggio che a strappi si riduce a 5-6 punti aumentando fino a punti, 51-42 alla fine del 1° tempo. Nel 3° quarto la Virtus da una prima spallata alla partita, nonostante i falli dei propri lunghi, Belinelli la porta al vantaaggio massimo +13 a 6’30.  Brindisi non ci sta e mette con Clark e Chappel alcune triple che la mantengono a 2-3 possessi, finisce il 3° quarto 70-60.

Nell’ultimo quarto Hervey e Jaiteh mettono a ferro e fuoco l’area Brindisina + 15 per le Vnere a metà tempo. Rientra però Visconti e fa 2 canestri, Clark lo imita ma s’infortuna nuovamente alla spalla, la Virtus chiude la gara con 5 punti di Weems per il +12 finale