Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

ARRIVA LO ZALGIRIS DI POLONARA

Scritto da il 9 Gennaio 2023

RIUSCIRA’ LO ZALGIRIS A SCHIERARE POLONARA & TAYLOR DOMANI ?  COMUNQUE LA VIRTUS DEVE VINCERE PER MANTENERE LA SPERANZA DEI PLAY OFF

Nel power ranking in estate era tra le ultime ma col coach della nazionale Kazys Maksvytis in panchina ed i nuovi arrivi la squadra è uscita dalla depressione in cui era caduta l’anno scorso dopo l’allontanamento di coach Martin Schiller.

Quest’anno, nonostante un nucleo lituano considerato probabilmente il peggiore del decennio, la posizione centrale nella classifica ottenuta con 9 vittorie ed 8 sconfitte è invece lusinghiera, con l’ottimo record di 7 vinte su 9 in casa.

Molto soddisfacente considerando il limite economico, con un budget che è forse l’ultimo della EuroLeague, sui 10\12 M di euro, che ha ovviamente inciso sulla scelta degli stranieri e sulla impossibilità di riportare i migliori lituani in giro per il mondo.

Il mercato estivo aveva portato a 7 arrivi dei quali solo 3 di americani: quello di  Kevarrius Hayes (2,06 cm. e 103 kg.), uno dei perni del “miracolo Bursaspor” dell’anno scorso, che non si sta confermando per ora in EL con 5,5 ppp. e 4,6 reb., e quello di Keenan Evans, ex Maccabi ed MVP della lega israeliana 2 anni fa, cui era stata affidata la regia, che nelle prime 17 partite ha viaggiato a 15,9 ppp con un ottimo 46% da tre e 3,7 assist. E quello di Iggy Brazdeikis da Orlando.

Ma la sfortuna ha colpito duro i lituani con la rottura del tendine di Achille di Evans, per la quale sarà fuori per tutta la stagione.

Ieri è stato presentato il suo sostituto: il playmaker Isaiah Taylor rilasciato dall’Anadolu Efes sette giorni fa. Classe 1994, Taylor è un playmaker di 188 cm prodotto dei Texas Longhorns con esperienze alle modeste Rishon e Murcia.

E contemporaneamente ha presentato Achille Polonara di cui si sa tutto.

La pagina FB del club tre ore fa ha pubblicato le foto sua e di Polonara mentre facevano le visite in una clinica lituana e non è sicuro se, come pare, possano essere schierati a Bologna.

Nel settore delle guardie però, guardando la vittoria ottenuta 86 a 66 contro il Fenerbahce, pare se la stiano cavando comunque bene.

In particolare sta emergendo due metri Iggy Brazdeikis, lituano di nascita ma canadese di adozione e americano di scuola, 23enne all around scelto con la 49° nel draft del 2019 cui sono seguiti due anni insufficienti coi Knicks. Vero talento e giocatore versatile dotato di una buona taglia ci fece soffrire all’andata (con 15 punti , 5 reb e 6 ass.) che ora sta trovando 21 minuti in campo con 10 ppp. e 4,5 reb ma con scarse percentuali da tre. Come le altre due guardie, l’ultimo arrivato dal Lietkabilis, la 22enne guardia Dovydas Giedraitis (2,9 ppp)  e Lukas Lekavicius (5,9ppp), a differenza dell’esperto Tomas Dimsa, stabile sul 44%.

Nel settore delle ali il più solido ed esperto è il veterano Edgaras Ulanovas , che resta in campo 27′ e viaggia sui 11 ppp , 3,4 reb. e 2,4 ass. . E dalla panchina gli dà respiro per circa 20′ l’ala piccola 30enne Butkevicius giunto dal Rytas che contribuisce però solo con meno di 5 ppp.

Nel quintetto sono di solito affiancati dall’ala forte USA Tyler Cavanaugh, confermato dalla stagione scorsa, che viaggia sui 6 ppp. e 4,3 reb., poco efficace sotto canestro ma dotato di un decente tiro da tre (33,3%) . In dubbio per domani darebbe spazio quindi all’esordio di Polonara se sarà tesserato in tempo.

Ed a dare una mano nel pitturato a loro ed a Kevarrius è stato chiamato il Lettone ex Barca Rolands Smits che negli anni in Catalogna doveva prevalentemente difendere ed ora invece tiene il campo 24′ e porta 9,2 ppp. e 5 reb. dimostrandosi un giocatore sorprendentemente completo. Ed il sette piedi 25enne Birutis che dà 10′ e qualche rimbalzo.

 

Oggi i Verdi in trasferta hanno fatto punti solo con l’ASVEL ed a Valencia in Novembre ed hanno perse le altre sei. Mentre comandano nella Lega lituana LKL con un record di 4 a 1.

Con la Virtus vinsero a Kaunas per 68 a 65, vincendo la battaglia ai rimbalzi con Smits e Bradzeikis che limitarono Bako e Jaiteh a 4 soli rimbalzi in due. E perdemmo dopo aver comandato per 3 quarti , naufragando nei liberi con 10\18 finali.

Domani la Virtus troverà degli avversari privi di Evans e forse di Cavanaugh ma con le nuove aggiunte e la pressione del paese (in Lituania il basket è sport nazionale) che, in considerazione che la Final Four si disputerà proprio a Kaunas, li spingerà.

Per la Virtus, in classifica ad una sola vittoria da loro, è una prova d’esame per capire se è avviata verso la rincorsa ai play off o ad accontentarsi di qualche saltuario, per quanto prestigioso, exploit.

Ed intanto i bookmakers non accreditano troppo Bologna quotandola solo a 1:42 contro 2,70 ….


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *