Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Domine quo vadis? Storia e curiosità sulla Chiesa di Santa Maria in Palmis a Roma

Scritto da il 27 Aprile 2021

Maria in Palmis

Eglise Domine Quo Vadis ou Santa Maria in Palmis de Rome dans le quartier de l’Appio Latino. Author LPLT. Fonte Wikipedia

All’incrocio tra la Via Appia e la Via Ardeatina, troviamo una Chiesa intitolata a Santa Maria in Palmis ma da sempre conosciuta come la Chiesa del “Domine quo vadis?“.

Fondata nel secolo IX, la chiesa fu riedificata 1637 per volere del Cardinale Francesco Barberini poiché, dieci anni prima, un violento temporale ne aveva danneggiato la facciata e la canonica.

Presenta un ingresso caratterizzato da un piccolo portale sulla cui sommità possiamo notare prima un grande timpano triangolare, a seguire un finestrone e a chiudere la facciata, lo stemma della famiglia Barberini.

All’interno, una sola navata, l’altare maggiore con centrale un affresco di scuola giottesca raffigurante l’immagine di Santa Maria “in Palmis”, ai lati la Crocifissione di Gesù e la Crocifissione di Pietro.

Sopra l’altare un affresco a mezza luna che ritrae l’incontro tra Gesù e Pietro sulla Via Appia.

Un racconto lontano della nostra tradizione 

A proposito di questo incontro, la tradizione narra che sia proprio questo il posto in cui Gesù sarebbe apparso a Pietro in fuga da Roma per sfuggire alla persecuzione di Nerone e, alla domanda dell’apostolo “Domine, quo vadis?”, avrebbe risposto: “A Roma, per essere di nuovo crocifisso”.

Pietro, compreso il rimprovero, tornò indietro, affrontando il martirio.

Gesù scomparve, lasciando però impresse le orme dei suoi piedi su una pietra.

Su una piccola lastra di marmo al centro della chiesa si trovano, infatti, due impronte di piedi  che la tradizione indicherebbe come le impronte lasciate da Gesù.

Altri ritengono invece che si tratti, di un ex voto pagano per il dio Redicolo, offerte da un viaggiatore prima di partire per garantirsi il buon esito di un viaggio.

L’appellativo “in palmis” proviene, dunque, dalla presenza di queste due impronte di piedi ma, in virtù della domanda dell’Apostolo, sono in molti ad identificarla come la Chiesa del Quo vadis?

Un luogo simbolo che da secoli attrae i fedeli cristiani.

 

 

Taggato come