Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

DOMANI AL FORUM CIO’ CHE RESTA DEL DERBY D’ITALIA

Scritto da il 4 Gennaio 2022

Nella foto Virtus : Sergio Scariolo ed Ettore Messina i due grandi condottieri di Virtus e Olimpia non s’incontrano in campionato da oltre 30 anni.

C’era una volta Virtus Olimpia la più antica sfida del basket Italiano, quella che oggi Sandro Gamba sulle colonne di Repubblica Milano definisce “la partita” ; c’è anche oggi Segafredo Armani la gara più giocata nella storia del basket tricolore di cui domani al Forum andrà in scena il capitolo n. 189. Fin qui 107 vittorie meneghine  e 80 bianconere (ci fu nella notte dei tempi pure un pareggio). Purtroppo sarà un derby dei reduci, senza colpa di nessuno, per il Covid e per il tributo incredibile che le due Regine hanno dovuto alla sorte. La Virtus dei dolori ha fornito alle sale operatorie e alle palestre di riabilitazione un numero incredibile dei suoi uomini più importanti. Milano non è stata da meno, ultima la squalifica per doping involontario di Moraschini.

Inutile e fuorviante stilare una classifica di quali saranno le assenze più importanti, la realtà è che una partita che avrebbe potuto essere uno spettacolo sarà privata di  grandissimi motivi d’interesse.  Conoscere ad oggi o anche solo ipotizzare chi ci sarà e chi no è un esercizio che lascio volentieri ad altri. I presenti si conosceranno solo al momento in cui sbucheranno dal tunnel degli spogliatoi e bisognerà vedere quali saranno le possibilità e il minutaggio d’impiego.

Certamente entrambe le Società avrebbero voluto evitare, domani, questa partita, ma l’incombenza dei fittissimi calendari di ciascuna nonchè il tabellone della Coppa Italia le costringono al confronto in cui tutte e due hanno molto da perdere. Siccome tra le due non può essere nemmeno prevista una partita giocata tanto per giocare, sarà una gara aspra e combattuta in cui neanche, a dirlo, entrambe vorranno assolutamente vincerla.

Le Vnere già in serie aperta di 5 vittorie consecutive a 0 (record del derby), vanno alla ricerca dell’ultimo game per completare il set. A Milano invece, nonostante il momento, si vuole a tutti i costi invertire la rotta, un successo, assolutamente inutile per la classifica, avrebbe però un impatto psicologico sul prosieguo della stagione. Prima della partenza per Milano Sergio Scariolo ha fatto filtrare attraverso la comunicazione della Virtus la seguente dichiarazione :

Quella di domani e senz’altro una partita ad altissimo coefficiente di difficoltà, probabilmente priva di particolari significati che avrebbe avuto in condizioni normali. Entrambe le squadre stanno attraversando un momento atipico anche se c’è comunque da pensare possa essere una bella occasione per la pallacanestro italiana visto comunque la presenza di determinati giocatori, nonostante tutto. Una partita combattuta e divertente, un’occasione comunque da non perdere per entrambe le squadre. Dal punto di vista tecnico il controllo dei rimbalzi e la qualità del giro palla saranno importantissimi e determineranno il ritmo della gara. Giochiamo contro una squadra comunque dotata di ottimi difensori e giocatori di esperienza. Dovremo essere molto attenti non solo a difendere sui loro punti di forza, ma in attacco a muovere bene la palla, creando tiri ad alta percentuale e riducendo al massimo il numero delle palle perse.”