Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Rugby Mantova, buon test amichevole con Formigine. Ora testa al derby di campionato col Rugby del Chiese

Scritto da il 10 Ottobre 2021

 

Test amichevole positivo per il Rugby Mantova che al Migliaretto cede di misura agli Highlanders Formigine. Gli uomini di coach Cavazzoni escono a testa alta dal confronto con la squadra di serie B emiliana che s’impone 36-33.

L’amichevole, sviluppata su 4 tempi da 20’, ha visto in campo il Mantova senior più giovane degli ultimi 10 anni con un’età media inferiore ai 22 anni.

Dopo una partenza decisa per il Mantova caratterizzata da un buon gioco alla mano in velocità, nella seconda e terza frazione cresce il Formigine. Gli emiliani dirottano la gara sul piano fisico, sviluppando un gioco un po’ “antico”, ma efficace. Nel finale il Mantova reagisce sfruttando le proprie qualità nel gioco alla mano, si riporta sotto e addirittura rischia nel finale la meta della vittoria.

Ora i biancorossi inizieranno la preparazione per la prima giornata di serie C. Domenica 17 ottobre alle 15.30, infatti, c’è il derby casalingo col Rugby del Chiese.

 

Rugby Mantova – Highlanders Formigine: 33-36

 

Rugby Mantova: Dorella; L. Viotto, Carnevali, Cividini, Barretta; Flisi, Boschini; Allegretti, Pachera, Bonizzi; Raboni, Zacché; Savasi, Stancanelli, Sguaitzer. Entrati anche: Marchetti, Ruggerini, Pistoni, Mari, F. Viotto. All.: Cavazzoni-Panigalli-Scemma.

 

Marcatori per Mantova: Raboni (1 m), Barretta (1 m), Cividini (2m), Flisi (1m, 4 tr)

Parziali: 1t 14-7. 2t 0-19. 3t 5-10. 4t 14-0

 

Coach Massimiliano Cavazzoni: “Partita intensa sul piano del ritmo. I ragazzi hanno saputo limitare un palese gap fisico e di esperienza con grinta e voglia di superare l’avversario. Sia in attacco che in difesa la squadra si è comportata con ordine ed efficacia. Ci sono ancora molti aspetti da sistemare, ma considerando l’anagrafe di questi ragazzi le prospettive sono ottime”.

General Manager Antonio Tellini: “Durante e dopo la pandemia la squadra è passata giocoforza attraverso un repentino cambio generazionale. Una situazione, in campo ma anche fuori, di difficile gestione. Grazie all’enorme lavoro della società, dello staff e soprattutto dei ragazzi, tutti prodotti del nostro settore giovanile, direi che abbiamo finalmente marcato il punto di svolta. Squadra giovane, con tutti i pregi e difetti del caso, con tanta voglia di crescere. Con il passo dimostrato contro il Formigine sono sicuro i ragazzi sapranno prendersi durante la stagione grandi soddisfazioni”.

 

(Foto Alessandro Pistoni)