Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Rotatoria di via Visi, entro settembre affidati i lavori per la realizzazione

Scritto da il 24 Aprile 2021

Rotonda via Visi

 

La Giunta Palazzi ha dato il via libera alla realizzazione della rotatoria di via Visi a Te Brunetti. L’opera è finanziata attraverso un contributo di 200mila euro ottenuti da un bando della Regione Lombardia dedicato agli enti locali a sostegno del tessuto economico. Altri fondi per la progettazione – 30mila euro –  sono arrivati nel febbraio scorso dal Ministero dell’Interno. L’esecutivo, inoltre, si impegna a finanziare con le casse di via Roma le spese ulteriori necessarie per la realizzazione dell’opera che costerà complessivamente 355mila euro.

I Comuni che beneficeranno del contributo regionale dovranno affidare i lavori per la realizzazione delle opere pubbliche entro il 10 settembre 2021.

La rotatoria di via Visi permetterà di migliorare la viabilità e la sicurezza nel quartiere di Te Brunetti. Il nuovo assetto viario prevede un accesso diretto su via Visi per chi viene dal sottopasso di viale Montello per imboccare via Bellonci.

“La realizzazione della rotonda alla intersezione fra via Bellonci e via Visi, – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli – permetterà l’ingresso diretto nel quartiere per chi proviene da viale Montello. Tale importante modifica consentirà di mettere a senso unico via Amadei. Ciò permette di progettare una effettiva riqualificazione della via ripensando gli spazi. La trasformazione della viabilità a senso unico consentirà, infatti, di realizzare i marciapiedi oggi inesistenti, una ciclopedonale sul lato della strada, di prevedere su un lato stalli di sosta per le auto, nonché aree verdi che possono prevedere alberature. In sostanza, si otterrà una vera trasformazione della via”.

Così il Sindaco di Mantova Mattia Palazzi: “Ora il rondò, poi la riqualificazione di via Amadei e il sottopasso ciclopedonale con Rfi da via Visi al Parco del Te. L’obiettivo è togliere il quartiere di Te Brunetti dall’isolamento dovuto alla ferrovia e al passaggio a livello”.