Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Il Rugby Mantova sconfitto nel finale a Desenzano

Scritto da il 13 Marzo 2022

Prima sconfitta del 2022 (seconda in tutta la stagione) per il Rugby Mantova che, nella seconda giornata della seconda fase del campionato di serie C, cede 23-20 in trasferta contro il Desenzano. In difficoltà numerica a causa dei numerosi infortuni e giocatori acciaccati, i biancorossi di coach Cavazzoni lottano fino alla fine venendo superati solo negli ultimi minuti da due piazzati dei padroni di casa.

La gara inizia subito ad alti ritmi, coi bresciani che passano in vantaggio dopo 7 minuti. Il Rugby Mantova non si fa intimidire e risponde poco dopo con Ferrara e Flisi. Alla mezz’ora, i virgiliani mettono la freccia con Bregoli e la trasformazione di Flisi, ma il Desenzano pareggia i conti allo scadere del primo tempo con una meta tecnica.

La ripresa comincia con la stessa intensità del primo tempo. Il piazzato di Flisi dà il momentaneo vantaggio al Mantova, il quale viene raggiunto pochi minuti dopo. Di fatto, il botta e risposta continua per tutta la seconda parte di gara, finché Desenzano riesce a superare gli ospiti con due calci da fermo.

Domenica 20 marzo alle 14.30 nuova trasferta per il Rugby Mantova che affronterà i milanesi di San Donato.

 

Rugby Desenzano – Rugby Mantova 23-20

7’ m. Desenzano (tr.), 14’ m. Ferrara (tr. Flisi), 30’ m. Bregoli (tr. Flisi), 39’ m. tecnica Desenzano, 44’ c.p. Flisi, 51’ c.p. Desenzano, 71’ c.p. Flisi, 78’ c.p. Desenzano, 80’ c.p. Desenzano

 

Desenzano: Fabiani, Zanotti, Pinazzi, Rossi, Mantovani, Astolfi, Savoldi, Perego, Valceschini, Ronchi, Andreis, Saottini, Zordan, Falcuccio, Cavagnini. In panchina: Fornaro, Zaniolo, Bresciani, Boldrini, Sorio, Sterza, Bertoia. Coach: Sudati-Cattina.

Rugby Mantova: Dorella, Pistoni, Pippa, Bonizzi, Boschini, Flisi, Avanzi, Galetti, Allegretti, Pachera, Bregoli, Raboni, Ferrara, Marchetti, Vicenzi. In panchina: Bustaffa, Mari, Ruggerini, Castegnaro, Viotto, Moretti, Rangoni. Coach: Cavazzoni.

 

(Foto Alessandro Pistoni)