Supercoppa LNP: Staff corsara a Verona, per gli Stings seconda vittoria nel girone Rosso

 

La Staff Mantova si congeda dalla Supercoppa Centenario con una prestigiosa vittoria per 71-69 nel derby contro la Tezenis Verona.

Inizio positivo per gli Stings che dopo due minuti e mezzo conducono le operazioni 8-3 grazie alla prima bomba in Supercoppa di Cortese e alle buone giocate di Weaver. Verona, nonostante i due falli di Candussi in pochi minuti, ritorna subito in partita con Severini e Tomassini anche se James e soprattutto Cortese si dimostrano in gran serata. Aumenta l’intensità difensiva delle due squadre con Mantova che mantiene il vantaggio (18-10 all’8′) prima che arrivi la prima bomba in maglia Stings di Lorenzo Ziviani per il 21-10. Una disattenzione difensiva dei virgiliani nell’ultima azione fissa il punteggio sul 21-12 al termine dei primi 10′.

Nel secondo periodo di gioco parte meglio Verona che chiude le maglie in difesa e recupera fino al 18-21 al 14′. I primi punti degli Stings (più imprecisi rispetto al primo quarto anche in fase d’impostazione) arrivano solo dopo cinque minuti con una bella entrata a canestro di Cortese, seguita da una bomba di Maspero per il 26-20 al 16′. Verona reagisce con Ceron e la tripla di Candussi per il primo vantaggio dall’inizio della partita. La gara si scalda con le due squadre che si rispondono a suon di bombe da cui Mantova ne esce in vantaggio (34-30 al 19′). Jones accorcia nuovamente, ma è sempre uno strepitoso Cortese (16 punti e 4/7 da 3 punti dopo venti minuti di gara) a firmare con la sua tripla sulla sirena del primo tempo il 37-32 della Staff Mantova.

Ripresa ad alti ritmi con Verona che prova subito a ricucire e Mantova che si affida alla serata positiva di Cortese. Proprio una penetrazione della guardia emiliana dopo una stoppata di Ferrara è tra le più belle giocate della serata che vale il +6 della Staff. La Tezenis non molla e rimane sempre in scia alla Staff, la quale viene tenuta in vantaggio da canestri difficili di Infante e Weaver. I padroni di casa si portano a -1, ma la tripla clamorosa di Maspero da metà campo sulla sirena del quarto fissa il risultato sul 51-55 al 30′.

Nell’ultimo quarto Verona alza l’intensità offensiva senza però riuscire a scalfire la coriacea difesa mantovana. Weaver e Ferrara portano la Staff sul 64-53 al 35′ con la Tezenis che s’innervosisce a causa delle basse percentuali e di alcuni fischi dubbi nell’ottica dei padroni di casa. La Staff perde alcuni palloni sanguinosi e Verona ne approfitta per riavvicinarsi grazie ai tiri dalla lunetta. I gialloblù si portano a -3, ma Maspero e Cortese rispondono a cronometro fermo col nuovo +6.  Caroti regala l’ultimo brivido alla partita prima che sempre Lorenzo Maspero firmi il 71-69 finale.

Tezenis Verona – Staff Mantova 69-71 (12-21, 20-16, 19-18, 18-16)
Tezenis Verona: Giovanni Severini 15 (1/3, 3/6), Francesco Candussi 13 (5/9, 1/2), Bobby ray Jones 11 (3/8, 1/3), Marco Ceron 11 (3/4, 1/4), Lorenzo Caroti 9 (2/3, 1/4), Giovanni Tomassini 8 (0/5, 2/6), Guido Rosselli 2 (1/4, 0/3), Andrea Colussa 0 (0/0, 0/1), Giorgio Calvi 0 (0/0, 0/0), Giovanni Pini 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 16 – Rimbalzi: 37 11 + 26 (Bobby ray Jones 10) – Assist: 13 (Guido Rosselli 5)
Staff Mantova: Riccardo Cortese 20 (3/5, 4/8), David Weaver 19 (7/9, 1/3), Lorenzo Maspero 10 (0/1, 2/3), Davide Bonacini 6 (2/5, 0/2), Matteo Ferrara 6 (3/5, 0/1), Christian James 5 (2/6, 0/5), Lorenzo Ziviani 3 (0/1, 1/1), Luca Infante 2 (1/1, 0/1), Andrea Albertini 0 (0/1, 0/0), Davide Tognoni 0 (0/0, 0/0), Moustapha Lo 0 (0/0, 0/0), Mario jose Ghersetti 0 (0/0, 0/0), Bogdan Mirkovski 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 16 – Rimbalzi: 36 7 + 29 (Christian JamesLuca Infante 8) – Assist: 11 (Riccardo CorteseMatteo Ferrara 3)

(Foto Marco Donati)

Tags: