L’Ora Rossa – Lo psicanalista Sergio Dalla Val (La città del secondo rinascimento) a Radio 5.9: “Gli imprenditori vanno coinvolti, salute ed economia non sono in contrasto”

A “L’Ora Rossa” di questa sera è intervenuto Sergio Dalla Val, psicanalista e presidente dell’Associazione “Il secondo Rinascimento“, che ha analizzato la gestione dell’emergenza coronavirus e le difficoltà che le aziende si stanno trovando ad affrontare in questa fase:

“Economia e salute sono due concetti che non devono esser messi in contrapposizione, non c’è salute senza un consolidamento economico che poi ne sostiene in non trascurabili costi.

La nostra realtà si occupa di varie ambiti quali organizzazione di eventi culturali e formativi, abbiamo una libreria, in questo caso chiusa a causa delle ordinanze che non hanno considerato l’importanza del “cibo intellettuale” rappresentato dai libri, infine siamo editori di una rivista, La città del secondo rinascimento, con la quale nell’ultima edizione abbiamo approfondito le difficoltà di tanti imprenditori, lasciati colpevolmente soli a reggere l’urto di questa emergenza senza precedenti, in questo momento.

Invito gli imprenditori a non farsi privare della parola: anche se non si vende o non si può produrre, serve in questa fase per studiare nuove strategie da mettere in campo in attesa della riapertura.

Il miglioramento e la reazione a questo virus non passano dalla pena o dalla purificazione: serve un cambiamento culturale che uniformi ai tempi i sistemi produttivi e metta al centro del percorso produttivo l’uomo, ed anche la sua salute. La politica è colpevole di mancanza di strategia: si parla dei contagiati o del numero delle mascherine ma non si fa nulla per far comprendere come gestire la situazione. L’Imprenditore è sul campo e tocca con mano i mutamenti: la politica, al giorno d’oggi, sembrerebbe proprio di no.

Non bisogna attendere che la malattia cali la propria presa per rimettere in piedi l’economia. Serve una strategia, tarata sulle imprese del nostro paese, per traghettarci fuori da una crisi che, se così trattata ancora a lungo, potrebbe avere risvolti economici gravissimi. 

Trovo intollerabile che qualcuno continui a portare avanti il folle concetto di “decrescita felice”. I paesi intelligenti e con mentalità di leadership scansano questo concetto. Noi purtroppo vi restiamo imbrigliati, a differenza di popoli, come quello tedesco, che investo davvero sulle proprie aziende capendone l’alto valore sociale.”

Ogni giorno alle ore 19.00 e la domenica alle ore 15.00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa