L’Ora Rossa – Adele Pronti della Libreria La Fenice a Radio 5.9: “Clienti rispettosi delle regole, continuano le consegne a domicilio. Speriamo nella riapertura delle altre attività”

A “L’Ora Rossa” di questa sera è intervenuta Adele Pronti, socia della Libreria La Fenice di Carpi per una testimonianza dopo la notizia della riapertura concessa dal Governo alle librerie:

“I danni del “lockdown” sono stati ingenti, come per tante realtà di svariati settori produttivi e nel ramo del commercio. Noi librerie ci siamo sentite privilegiate a poter riaprire e ci auguriamo che quanto prima anche le altre atttività possano tornare operative. La clientela ha risposto molto bene anche ed è stato bello poter rivedere le persone che hanno sempre frequentato la nostra libreria. 

Abbiamo attrezzato, secondo le indicazioni governative, il nostro locale con gel igienizzante all’ingresso, fornendo, per chiunque non ne risultasse in possesso, anche una mascherina “usa e getta” da utilizzare quantomeno per il tempo di permanenza nei locali e controllando il rispetto della distanza di sicurezza. Devo sottolineare il grande rispetto delle norme da parte della clientela. La possibilità di riaprire la libreria, non ha fermato la nostra attività di consegna a domicilio: un modo per poter accontentare anche coloro i quali non possono, o non se la sentono ancora, uscire dalle proprie abitazioni. Ci siamo inoltre attivati per istituire delle presentazioni di libri virtuali: è stata una scelta volta a mantenere in contatto tutti i nostri membri dei gruppi di lettura, nella speranza di poter tornare al più presto alla nostra normalità.

Mi auguro che il sistema bancario, sempre in ottica di ripartenza possa davvero, anche grazie alle garanzie poste in essere dallo Stato, agevolare l’accesso al credito per aiutare le imprese che stanno andando in sofferenza.”

Ogni giorno alle ore 19.00 e la domenica alle ore 15.00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa