Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Carpi-Mezzolara 1-0 (Coppa Italia di Serie D): Boccaccini sentenzia il primo round contro i biancocelesti

Scritto da il 28 Agosto 2022

Il Carpi supera il Mezzolara nel Primo Turno della Coppa Italia di Serie D

 

Carpi

Fonte foto pagina Facebook dell’A.C. Carpi

 

Il Carpi comincia con il piede giusto la stagione 2022-2023 battendo per 1-0 al Cabassi il Mezzolara nel Primo Turno della Coppa Italia di Serie D. Dopo un avvio complicato, l’espulsione diretta al 36′ di Garavini (fallo da ultimo uomo su Arrondini lanciato a rete) ha permesso ai biancorossi di prendere confidenza e di iniziare a creare i presupposti per il gol di testa di Boccaccini al 55′, oltre a svariate occasioni sprecate per raddoppiare.

Il prossimo appuntamento sarà domenica 4 settembre alle 15:00, sempre contro la formazione di Budrio, per la prima giornata di andata del campionato di Serie D.

 

Formazioni ufficiali

Il Carpi si schiera col 4-3-1-2: in porta Balducci; in difesa Sabattini, Boccaccini, Calanca e Laamane; a centrocampo Bouhali, Yabrè e Olivieri; in attacco Cicarevic dietro Arrondini e Stanco. Bagatti precauzionalmente rinuncia a Laurenti per un infortunio dell’ultimo momento.

Stesso modulo per il Mezzolara di Nesi: in porta Wangue e non Malagoli; in difesa Cavina, De Meio, Dall’Osso e Garavini; a centrocampo Landi, Roselli e Bertani; in avanti Dalmonte a supporto di D’Este e Bocchialini.

 

Primo tempo

Al 6′ D’Este segna in spaccata su cross basso dalla sinistra di Dalmonte, ma tutto viene annullato per fuorigioco evidente. Il Mezzolara appare più lucido nella manovra, mentre il Carpi fatica a costruire azioni fluide. Al 23′ D’Este arriva davanti a Balducci e, complice la marcatura di Boccaccini, il portiere respinge a terra il tiro sporco.

I padroni di casa cominciano a farsi vedere verso la mezz’ora e al 36′ Garavini viene espulso al limite dell’area per fallo da ultimo uomo su Arrondini, ben innescato da Cicarevic. Il montenegrino calcia una punizione forte e rasoterra che passa la barriera, Stanco si avventa sulla palla e clamorosamente non la impatta a due passi da Wangue.

Le squadre vanno negli spogliatoi sullo 0-0 dopo 2′ di recupero.

 

Secondo tempo

Il Carpi pareggia il conto dei gol segnati in off side al 47′: corner di Olivieri dalla sinistra, sponda di testa di Boccaccini per Arrondini che si allunga e batte Wangue, salvo poi fermare l’esultanza per via della rapida segnalazione del guardalinee.

L’urlo del Cabassi non tarda ad arrivare: al 55′ Olivieri colpisce la traversa con una punizione defilata dalla sinistra, l’azione prosegue sulla destra con un centro lungo di Bouhali raccolto da Arrondini che alza un campanile invitante per la testa di Boccaccini, svettato imperiosamente sul palo opposto davanti a Dall’Osso.

Intorno all’ora di gioco Bagatti effettua i primi cambi senza toccare il 4-3-1-2: fuori Olivieri e Stanco, dentro Beretta e Sall. Al 67′ il senegalese prova la rovesciata, parata comodamente da Wangue. Entra anche Ranelli per Cicarevic, mentre il Mezzolara inserisce Jassey per scuotere un attacco spento.

All’85’, su un angolo battuto da Beretta, Wangue coi piedi compie un vero miracolo su un tocco ravvicinato di Sall. All’87’ Jassey parte in un pericoloso contropiede aperto e Boccaccini all’ingresso dell’area, con una grande scivolata, gli strozza in rimessa laterale il mancino a botta sicura.

Vengono dati 5′ di recupero. Villa, entrato per Arrondini all’80’, spara ampiamente a lato un cross respinto male dalla difesa ospite. Il raddoppio lo sprecano Beretta al 94′ (para Wangue, poi Sall viene anticipato da Dall’Osso) e di nuovo Villa al 95′ (uscita disperata di Wangue in seguito a uno svarione difensivo). Finisce 1-0 per il Carpi che si prende i primi applausi dalla Curva Bertesi-Siligardi.

 

Carpi

 

Post-partita di Carpi-Mezzolara 1-0

 

. Massimo Bagatti, allenatore del Carpi.

I nostri avversari sono entrati in campo con grande ritmo e a noi nel primo tempo è mancata intensità, poi siamo stati bravi a sfruttare l’espulsione di Garavini prendendo l’iniziativa fino a trovare la rete.

Questa era la nostra prima partita vera dopo un mese di allenamenti e sappiamo che c’è tanto da migliorare. Mi auguro tra una settimana, quando debutteremo in Serie D e ci troveremo di nuovo con il Mezzolara, di vedere una squadra più veloce e precisa nelle giocate. Sono più che soddisfatto per le prestazioni dei nostri ragazzi Sabattini e Laamane“.

 

. Matteo Boccaccini, difensore del Carpi.

All’inizio siamo stati un po’ lenti e compassati, poi grazie alla superiorità numerica ci siamo fatti avanti con maggiore confidenza. Prima dell’espulsione credo che abbiamo concesso troppo ed eravamo spesso in ritardo sulle seconde palle. Sul mio gol è stato bravo Arrondini a buttarsi su quella palla vagante e ad alzare un campanile verso l’altro palo dove ero posizionato io.

Il campionato sarà lungo e combattuto, ora non me la sento di fare pronostici. A dicembre vedremo come siamo messi e da lì potremo fare delle conclusioni.

La mia scivolata su Jassey è stata decisiva. Lui è un attaccante molto rapido, non era facile stargli a fianco, però ce l’ho fatta a recuperare e a rimediare all’errore di valutazione del lancio.

Sabattini e Laamane sono stati bravi, erano al debutto ufficiale e hanno giocato praticamente tutta la gara. Più giocheremo insieme, meglio sarà per tutti. Domani porteranno le paste (ride, n.d.r.)“.

 

Carpi

 

. Mohammed Laamane, difensore del Carpi.

Ringrazio il mister per avermi fatto giocare tutta la partita. Ero molto emozionato nei primi minuti, poi alla lunga ho realizzato un po’ la situazione. Per me è una grandissima soddisfazione passare dalla Juniores alla Prima Squadra. Avevo della aspettative quando sono stato convocato per il raduno e il ritiro, ma non fino a questo punto.

Mi sono trovato a mio agio nella difesa a quattro. Mi piace spingermi in avanti, però l’allenatore vuole sempre che un terzino spinga meno dell’altro così non ci scopriamo troppo. In generale penso che possiamo migliorarci e c’è tempo per farlo“.

 

Carpi

 

TABELLINO (Coppa Italia di Serie D 2022-2023 – Primo Turno)
CARPI-MEZZOLARA 1-0 (0-0 p.t.)
Reti: 55′ Boccaccini (C).

CARPI (4-3-1-2): Balducci 6; Sabattini 6,5 (88′ Ferraresi s.v.), Boccaccini 7, Calanca 6,5, Laamane 6,5; Bouhali 6, Yabrè 7, Olivieri 6 (58′ Beretta 6); Cicarevic 6 (69′ Ranelli 6); Arrondini 6,5 (80′ Villa s.v.), Stanco 6 (58′ Sall 6). A disp.: Lusetti, Casucci, Pica, Semprini. All.: Bagatti 6.

MEZZOLARA (4-3-1-2): Wangue 6,5; Cavina 6, De Meio 6, Dall’Osso 6, Garavini 4; Landi 6, Roselli 6 (75′ Cuoghi 5), Bertani 6 (82′ Russo s.v.); Dalmonte 5 (62′ Montalbani 6); D’Este 6 (39′ Mekhchane 6), Bocchialini 6 (62′ Jassey 6). A disp.: Malagoli, Fiore, Sciaccaluga, Bovo. All.: Nesi 6.

Arbitro: Luca Selvatici di Rovigo.
Ammoniti: Arrondini (C).
Espulsi: 36′ Garavini (M) per fallo da ultimo uomo.
Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

 

Pagelle top

Boccaccini (Carpi) 7: un colpo sul naso da parte di Bertani nel primo tempo sembrava poter compromettere la sua presenza. Invece è stato determinante per la vittoria chiudendo su D’Este al 23′ (dunque facilitando la parata di Balducci), segnando di testa su cross di Arrondini e infine disinnescando Jassey in un contropiede uno contro uno.

Yabrè (Carpi) 7: recupera vari palloni, contrasta con sicurezza e prende qualche botta. Una muraglia davanti alla difesa.

Laamane e Sabattini (Carpi) 6,5: i due terzini promossi dalla Juniores (entrambi nati nel 2004) giocano a testa alta e commettono pochissimi errori. Hanno premiato la fiducia di Bagatti.

Arrondini (Carpi) 6,5: il gol annullato per fuorigioco a inizio ripresa sarebbe stato un premio meritato per la prestazione generosa che ha offerto. Si rende comunque protagonista causando l’espulsione di Garavini e servendo Boccaccini per l’1-0.

Wangue (Mezzolara) 6,5: la riserva di Malagoli tiene in vita i compagni con alcune parate importanti.

 

Pagelle flop

Garavini (Mezzolara) 4: il terzino sinistro complica improvvisamente la prestazione positiva della sua squadra con l’espulsione diretta al 36′ per fallo da ultimo uomo su Arrodini. Da lì in poi sarà il Carpi ad avere il controllo delle operazioni.