Provincia Frosinone: approvato il progetto sulla shoah e i luoghi d’internamento in Ciociaria

Scritto da il 13 Gennaio 2022

Immagine di repertorio©Vittorio La Verde / AGF

La Provincia di Frosinone ha patrocinato il progetto educativo per le scuole, approvato dalla Regione Lazio tra quasi duecento progetti individuati, “I luoghi della memoria: la shoah e i luoghi d’internamento in Ciociaria”.

Si tratta, in particolare, di un lavoro cui hanno partecipato Progetto Memoria, Irase Nazionale, Istituto Italo Viglianesi, Regione Lazio e Provincia di Frosinone per sensibilizzare le scuole della provincia di Frosinone sugli eventi e le tematiche che hanno riguardato internamento, arresti e deportazioni di ebrei tra il 1940 e il 1945.

Obiettivo primario quello di educare al rispetto dell’altro diverso/uguale da sé; creare una coscienza di appartenenza alla società globale; ampliare le conoscenze storico-geografiche; sensibilizzare ai diritti delle minoranze, ai valori del rispetto e solidarietà, ai principi di eguaglianza e libertà.

Il progetto

Il progetto, predisposto lo scorso anno dopo la pubblicazione dell’avviso pubblico della Regione Lazio denominato ‘Valorizzazione della Memoria storica del Lazio’, avrà come epicentro il paese di San Donato Val di Comino, luogo di internamento fascista e – dopo l’occupazione nazista – unico sito di arresto di ebrei in Ciociaria.

Al progetto è stata riconosciuta la concessione di un contributo e vale la pena sottolineare che nella graduatoria è collocato al settimo posto su quasi duecento progetti individuati.

 

San Donato Val di Comino

Fu luogo di internamento fascista ma anche il comune che ospitò più ebrei confinati in tutto il Lazio (il trentatreesimo in tutta Italia). Vista la particolare posizione geografica, la cittadina si trovò ad essere, dopo l’8 settembre 1943, retrovia del fronte di Cassino.

Il 6 aprile 1944, sedici ebrei vennero catturati e deportati ad Auschwitz-Birkenau, dopo essere transitati prima dal carcere di Regina Coeli di Roma e poi dal campo di Fossoli in provincia di Modena, solo tre sopravvissero.

Il progetto si compone di diverse azioni tra loro congiunte e implicheranno attività da remoto e/o in presenza, un percorso di formazione rivolto ai docenti ed agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, con particolare riferimento ai comuni di Sora, San Donato Val di Comino, Cassino e Frosinone attraverso attività laboratoriali, interventi con testimonianze e visite guidate anche virtuali.

Il presidente della Provincia di Frosinone

“È fondamentale che i nostri giovani – dice Antonio Pompeo – conoscano le implicazioni che un simile evento storico ha avuto sul nostro territorio. La potenza della memoria è soprattutto quella di insegnare valori e principi che sono alla base del loro futuro, non solo come cittadini responsabili ma soprattutto per la formazione delle loro coscienze”.

“Il riconoscimento della validità del progetto presentato sul nostro territorio – è il commento del consigliere provinciale Daniele Maura – evidenzia l’importanza di fissare nella memoria collettiva, a partire da quella dei nostri figli, eventi storici di caratura mondiale, come la Shoah e la Giornata del Ricordo, e la scuola in questo ha una funzione educativa irrinunciabile”.

 


Taggato come

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background