Se sei single fai più attività fisica: lo dice uno studio

ROMA 30 LUG 2019 – Oltre la metà dei single italiani si impegna in un’attività fisica.

E ad essere «presi» della «sindrome dello sportivo» -così come è stata definita a livello internazionale questa tendenza- sono anche 5 milioni di single. Più della metà dei 9 milioni di persone che in Italia vivono da sole o che comunque -pur condividendo l’appartamento- sono single, secondo quanto emerge dalla più recente una proiezione realizzata basandosi sull’ultimo censimento Istat della popolazione e delle famiglie.

Secondo il sondaggio, dei 5 milioni di single che prediligono praticare una qualche attività sportiva, il 72% si augura di finire presto al lavoro e di non essere troppo stanco per andare in palestra.

«Ma c’è anche un 18% che spera in un aperitivo dell’ultimo minuto in grado di fornire il giust pretesto per saltare la palestra» puntualizza Roberto Sberna.

Il 38% dei single intervistati in merito dichiara inoltre di non avere un programma preciso di allenamento ed un terzo di loro ammette quindi di fare sport di tanto in tanto quando ne ha tempo. Mentre il 27% sostiene di avere dei giorni fissi ed irrinunciabili dedicati allo sport.

Infine, il motivo principale per il quale i single saltano l’allenamento è la pigrizia (48%). A seguire, altri impegni (18%), la stanchezza (12%), i problemi di salute (6%) ed i contrattempi professionali (3%).

Quale è il momento più critico della giornata in cui si rischia di non rispettare gli impegni sportivi? Per il 40% del campione intervistato, il momento più critico è il pomeriggio, quando maggiormente si viene sfiorati dal pensiero di posticipare l’allenamento.