L’OROSCOPO DI AMBROSIA – Settimana da lunedì 28 gennaio 2018

Ecco l’OROSCOPO di Ambrosia per Radio 5.9, valido per la settimana che parte oggi, lunedì 28 gennaio 2019.

Ariete: Richiamati al dovere e alla massima attenzione cari Arieti la settimana si presenta laboriosa in tutti i campi. SALUTE venite a capo di un fastidio intimo

Toro: Reduci da una settimana gratificante siete pronti ad affrontare alcuni conflitti famigliari che supererete con facilità AMORE In primo piano

Gemelli: Fino a Venerdì sarete un po’ storditi ma il week end richiede il rientro nei vostri ranghi SALUTE Usate la maglietta della salute

🦀 Cancro: Usate cautela e dolcezza con il partner mentre per i single nuove cose all’orizzonte che vi faranno sentire vivi DANARO Trattenetelo per tempi peggiori

🦁 Leone: Sarete premiati per i compiti svolti fino ad ora specie quelli organizzativi e vi sentirete come in una favola FORMA Una nuova luce vi fa’piacenti

Vergine: Potreste iniziare la settimana Con molti dubbi amletici ma con già la soluzione in mente che vi porta lontano da tutti AMORE Non fermatevi al sentito dire indagate

Bilancia: Potreste apparire sotto tono ma è solo la stanchezza della vostra mente che non smette di fare progetti per le vacanze estive SALUTE Curate di più l’igiene dentale

🦂 Scorpione:Tanta è la voglia di stare fermi ed osservare la vita che scorre ma non si può perché dovete galoppare AMORE Ridete di più insieme

Sagittario: Pianeti straordinari vi stanno accompagnando da un po’ facendovi essere più risolutivi e positivi continuate cosi SALUTE Proteggete i bronchi con calde tisane

Capricorno: Elasticità e autorevolezza non stanno insieme specie questa settimana decidete voi cosa essere DANARO Una bella e lontana visione

Acquario: Con il sole nel vostro segno la settimana non può essere che positiva attenzione e a non festeggiare troppo ma usate l’ energia AMORE Fine settimana molto sexy

Pesci: Vi sarà richiesto specie sul lavoro maggiore autorevolezza, caratteristica un po’ lontana dal vostro animo DANARO Finalmente qualcosa rimane in tasca