L’Ora Rossa – L’Avvocato Cosimo Zaccaria a Radio 5.9: “Attenzione alle autocertificazioni, mentire potrebbe avere conseguenze gravi”

A “L’Ora Rossa” di questa sera è intervenuto Cosimo Zaccaria, avvocato penalista e cofondatore dello Studio Zaccaria Rotella & Associates, per fare luce sulle nuove linee del decreti emanati in questi giorni dal Governo:

“Il nuovo Decreto entrerà in vigore a partire da domani (mercoledì 25 marzo, ndr).A livello intercomunale si lascia la libertà di raggiungere il proprio posto di lavoro per comprovate esigenze lavorative, per fare la spesa o recarsi in farmacia, oppure per il diritto di visita e frequentazione dei genitori separati dai propri figli. Nonché attività di carattere sportivo come una semplice passeggiata nei paraggi della propria abitazione ma sempre se comprovata da esigenze di carattere fisico, psicofisico o motivi di salute. Le autorizzazioni sono più severe per coloro che devono uscire dal proprio comune. 

La significativa variazione riguarda la tipologia di sanzioni che passano dall’essere di natura penalistica ad una  sanzione di carattere amministrativo che porterà a pene fino a 4.000 euro. Utilizzando il condizionale, dalle bozze che stanno girando, sembrerebbe però che se l’infrazione non fosse colposa ma dolosa esse potrebbe tornare nell’ambito penale con tutto ciò che ne conseguirebbe. 

Raccomando caldamente di non sottovalutare il valore delle autocertificazioni, esse sono dirette a organi pubblici per cui se si dovesse riscontrare una menzogna potrebbe trattarsi di un falso ideologico ai sensi dell’articolo 483 del Codice Penale (Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, ndr).

Venendo al mio settore: sino al 15 aprile sono sospese le attività ordinarie dei tribunali. L’unica eccezione fatta riguarda i procedimenti ritenuti urgenti, legati agli arresti o alle misure cautelari. Sono compresi nelle eccezioni anche i procedimenti di scarcerazione per esaurimento dei termini di custodia. Dunque da un lato si rallenta il lavoro del nostro settore per quando attiene alle udienze ma, dall’altro lato si svolge maggiore attività di consulenza per rendere fruibili e comprensibili i vari testi usciti e ad oggi in vigore, come la decodifica dei codici ATECO, ad esempio.

Un messaggio di speranza: interpretando il nuovo Decreto il fatto di lasciare maggior libertà di prolungare o attenuare a livello locale le misure restrittive lascia intendere che prossimamente ci possano essere anche possibilità di miglioramento della situazione.”

Ogni giorno alle ore 19.00 e la domenica alle ore 15.00 “L’Ora Rossa” vi terrà aggiornati sulle novità riguardanti l’emergenza dando voce ad amministratori locali, medici, imprenditori e giornalisti che ci racconteranno, da tutte le parti d’Italia, ciò che stanno affrontando in questo momento.

Riascolta l’intervista completa